BON TON

Mi trovo costretto a segnalare un atteggiamento censorio da parte della giornalista Sylvie Coyaud, che evidentemente “giudica e manda” i commenti ai suoi post a seconda dei suoi orientamenti culturali e delle sue simpatie umane.
Mi riferisco al post pubblicato il 29 novembre 2018 nel Parco delle Bufale di OggiScienza.
https://oggiscienza.it/2018/11/29/agricoltura-biodinamica-nascosta-dietro-quella-biologica/#comments

Alcuni miei commenti sono tuttora in moderazione, per esempio i tre che seguono:

22 dicembre 2018, ore 6:49
(il corsivo è di E.K.Hornbeck).

E.K.H.
Come se i giornalisti non fossero professionisti, come se essere giornalista fosse incompatibile col capirci, come se gli stessi Bressanini e Mautino non fossero giornalisti.
Scorrendo OggiScienza, vedo che gli articoli proposti non sono scritti da giornalisti generici, ma da esperti nella materia che trattano, a giudicare dalle brevi schedi biografiche; non è pensabile che di onde gravitazionali si occupi un medico e di vaccini un fisico. Visto che cita Bressanini e Mautino, uno è chimico, l’altra biotecnologa. Hanno la laurea giusta per occuparsi da professionisti degli argomenti che propongono. Hanno inoltre cura di non uscire mai dal loro campo di competenza.
come se essere giornalista fosse incompatibile col capirci,
Un giornalista laureato in lettere moderne sa scrivere, ma non può certo scrivere di bio.

22 dicembre 2018, ore 15:52
Sylvie Coyaud
Segnalo a chi fosse sfuggito che Contro Natura entrò nella cinquina finalista del Premio Galileo del 2016:
Contro natura. Dagli OGM al “bio”, falsi allarmi e verità nascoste del cibo che portiamo in tavola, di Dario Bressanini e Beatrice Mautino (peraltro fra i libri consigliati da Oggiscienza!), edito da Rizzoli.
https://oggiscienza.it/2016/01/15/premio-galileo-2016-ecco-la-cinquina-finalista/

23 dicembre 2018, ore 6:32

@Sylvie Coyaud
Ieri ho scritto un commento per segnalare che Contro Natura di Bressanini e Mautino entrò nella cinquina dei finalisti del Premio Galileo del 2016. Hanno vinto? Spero di sì, è un libro che aiuta molti bio a rivedere le loro posizioni. E’ scritto in modo scorrevole, un ottimo supporto alle prese di posizione di Elena Cattaneo.
E’ rimasto in moderazione insieme ad altri due commenti. Puoi liberarli?

Si noti che la Dr.ssa Mautino non solo è una valente biotecnologa, ma è anche collega di Sylvie Coyaud (o Silviquaio, come a volte ama presentarsi) su OggiScienza. Una nota pubblicitaria su un libro molto apprezzato della Mautino avrebbe dovuto sollecitare Sylvie Coyaud a escludere dalla moderazione il mio commento.
La giornalista Sylvie Coyaud si considera autorevole come Bressanini e Mautino in materia di bio?
Torna a proposito l’invito di Elena Cattaneo:
Giornalisti: comportatevi come gli scienziati. (D, 18 novembre 2018).
Un invito di cortesia, non accadrà mai: il bio in particolare sarà sempre più gestito dai giornalisti.
In ogni caso:
può la redazione di OggiScienza tollerare che un suo collaboratore moderi commenti non graditi fino a configurare una censura?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a BON TON

  1. Camillo Franchini ha detto:

    Credo che in tutti i blog esista un elenco di personaggi che sono in moderazione per comportamenti impropri.
    Nel mio blog un commento come questo sarebbe stato censurato perché offensivo. Sylvie Coyaud lo ha lasciato passare, usa altri filtri.
    Lei dal titolo del presente post intuisce un’adesione all’agricoltura biologica?
    Ne ha parlato col suo neurologo?

    oppure:
    [Io]Non si inquieti, non mi meraviglierei se Sylvie fosse una biologica
    [E.K.H.]Io sarei inquieto?
    Di questi suoi disturbi cognitivi dovrebbe proprio parlarne col suo neurologo.

    Ognuno ha i suoi criteri, come unico discriminante io ho scelto la buona educazione.

  2. CimPy ha detto:

    ” un atteggiamento censorio da parte della giornalista Sylvie Coyaud(…)
    Mi riferisco al post pubblicato il 29 novembre 2018 nel Parco delle Bufale di OggiScienza.
    https://oggiscienza.it(…)”

    Una precisazione d’obbligo: OggiScienza non è il blog di Sylvie, e non è lei ad autorizzare o tenere in moderazione i commenti lì.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @CimPy

      OggiScienza non è il blog di Sylvie, e non è lei ad autorizzare o tenere in moderazione i commenti lì.

      OggiScienza ha una rubrica intitolata “Il Parco delle Bufale” di cui Sylvie Coyaud si considera “custode”. E’ responsabile unica di quello che vi avviene. Soprattutto è responsabile della moderazione sistematica su ogni intervento che contrasti la linea guida di un post. Immagino che anche altri siano stati moderati su basi arbitrarie.

      Una perla di cattiva educazione si trova anche qui:
      https://oggiscienza.it/2018/12/20/natale-zichichi-vuole-laboratorio-mondiale-climatologia-cosmica/

      E.K.Hornbeck
      [Io]E’ noto il caso di Michele Serra che contesta La Prof. Elena Cattaneo in materia di biologico

      Anche qui?
      Se vuole organizzare una crociata contro Michele Serra e/o contro l’agricoltura biologica, ha un suo blog per farlo. E io potrei anche parteciparvi, se non fosse guidata da lei.
      Ma se intende dirottare, su questa questione, i commenti di ogni post di Sylvie Coyaud in questo sito, dimostra solo di essere un troll.

      Qui il giovanotto si sostituisce alla custode e fa il lavoro sporco di scoraggiare un partecipante sgradito. Ci faccia caso, dove c’è Sylvie prima o poi spunta E.K.H. a contestare rozzamente i contestatori della Signora. Io ci sono sempre incappato.
      Non so come la SISSA prende questa situazione. Non ne faccio un caso personale, ma prima o poi bisognava occuparsi della strana coppia.
      Sylvie non ha bisogno di cavalieri difensori.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @CimPy

      sono stati pubblicati questi

      Ho dovuto faticare per riuscire. Mi dispiaceva perché non sono mai stato moderato. La moderazione dovrebbe riguardare sola la forma di un commento, non il contenuto. Lei non mai stato moderato in questo blog; gli eventuali ritardi erano arbitrio di wordpress.
      Sylvie Coyaud meno che mai. E.K.H. è moderato, perché temo uscite maleducate tipo “neurologo” che non vorrei dover cancellare a posteriori.
      Dopo gli anni che ci conosciamo (io leggevo su D la rubrica di Sylvie, anni fa; le ho anche espresso la mia ammirazione), non mi aspettavo di essere messo in quarantena da Sylvie a tempo indeterminato e comunque arbitrario. E’ stata dura uscirne.
      Mi dica, Lei è moderato sul Parco delle Bufale? Dica la verità, altrimenti Le cresce il naso…

      • CimPy ha detto:

        In tutta sincerità, io sono abituato ai comportamenti imprevedibilidi tanti siti e blog.

        Come lei sa, in genere non protesto quandoun mio commento non appare immediatamente, ma aspetto almeno una settimana (più o meno) e poi chiedo, possibilmente in privato, se per caso il mio commento è finito nello spam.

        Con oggiscienza è la stessa cosa: a volte i miei commenti appaiono subito, altre dopo qualche tempo, altre ancora si perdono per sempre.

        E no, i terzi non sono molto diversi, in forma e contenuto rispetto ai primi; anzi, a me pare che a volte passino commenti meno politically correct rispetto ai terzi.

        Se alcuni suoi commenti non appaiono proprio, forse è un caso fortuito. Oppure, in alternativa, qualcosa in quei commenti proprio non va. Un tipo di commenti che proprio passano davvero a fatica, sono ad esempio quelli eccessivamente lunghi, esageratamente ampollisi o ritenuti inutilmente piagnucolosi.

        Può fare il tentativo di riproporne uno pari pari. Se ancora non esce, provi a riformularlo tenendo presente quel che le ho scritto sopra.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @CimPy

          Se ancora non esce, provi a riformularlo tenendo presente quel che le ho scritto sopra.

          Ora sembra funzionare tutto. Spero che Sylvie si sia decisa a togliermi dalla moderazione.
          Comunque credo che l’elemento umano sia più importante dei tre che ha elencato.
          Faccia un esperimento, scorra i commenti di questo post:
          https://oggiscienza.it/2018/11/29/agricoltura-biodinamica-nascosta-dietro-quella-biologica/
          Legga i commenti di E.K.H, i miei e controlli quali sono i più lunghi. Lei crede che E.K.H sia tenuto sotto moderazione da Sylvie? Non faccia l’ingenuo.
          Però non mi ha detto se Sylvie La tiene sotto moderazione.

        • CimPy ha detto:

          Non c’era solo la lunghezza dei commenti tra le variabili principali in gioco.

          Poi Hornbeck è Hornbeck, mica un CimPy qualunque.

  3. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    Ogni volta che scrivo un commento da Sylvie trovo scritto in testa a caratteri rossi:

    Capita anche a Lei o è un privilegio che Sylvie riserva solo a me?

  4. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    Poi Hornbeck è Hornbeck, mica un CimPy qualunque.

    Dio li fa poi li accompagna.
    Ci sono carinerie deliziose. OS scrive:
    “Cattivi scienziati” (blog raccomandato anche da E.K.Hornbeck). Beh, allora…
    http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2018/12/23/per-natale-il-senato-regala-ciarlatanerie/

  5. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy
    Sylvie Coyaud è donna senza scrupoli. Scrive:

    prima di bannarla dal sito di Query

    La Mautino non solo non mi ha mai “bannato” (SC intendeva “bandito”, ma ci capiamo) ma ha pubblicato un centinaio di miei interventi dopo avermi invitato a seguire le sue norme. Il suo stile è di intervenire con brevi bruschi richiami; difficilmente partecipa a un confronto che non sia alla portata della sua personale preparazione di biotecnologa. In realtà mi ha lasciato scrivere commenti in totale libertà, senza moderazione, a differenza di Sylvie che tiene in sospeso per ore e giorni i commenti di chi non si comporta con la devozione di E.K.H., danneggiando il regolare flussi degli scambi di opinione.

  6. Camillo Franchini ha detto:

    Da Sylvie Coyaud viene un buon suggerimento per dare una ripassata alla ff versione Piantelli/Focardi. Si tratta di visitare questo sito del CICAP
    https://www.queryonline.it/2011/05/06/e-cat-resoconto-della-conferenza-di-focardi/comment-page-1/#comments
    Vi si discute in modo serrato ma corretto di tutti gli aspetti di quella curiosa vicenda, che nel 2011 attirava l’attenzione di molti. In quell’occasione non fui d’accordo con la Mautino, che giudicava le LENR in qualche misura degne di attenzione, anche se non se ne trovava una su exfor. Una sorta di “come eravamo”. E’ curioso che i partecipanti al confronto siano scomparsi da blog successivi, come se l’interesse per la ff fosse caduto con la chiusura del confronto su Query on line.
    Mautino ha anche scritto un articolo su OggiScienza:
    https://oggiscienza.it/2011/03/23/geneticamente-facciamo-il-punto/
    Non trovo altre tracce della sua presenza in quel sito.
    Certo SC non manca di abilità, riportandoci indietro di sette anni come niente fosse. Nel 2006 era già Oca Sapiens dopo essere stata notista leggera di D di Repubblica. Un cambio di interessi notevole, donna versatile.
    Visitate il sito del CICAP suggerito da Sylvie, vi piacerà, anche se l’argomento è ormai settled.

  7. Camillo Franchini ha detto:

    @Sylvie Coyaud

    Oggi Scienza non è un blog. Anche se lo fosse, non sarebbe il suo e lei non avrebbe alcun “diritto” di scriverci ossessivamente falsità e divagazioni su qualunque cosa le venga in mente.

    OggiScienza cerca giustamente il riscontro dei suoi lettori, come si vede nel riquadro blu qua sotto.

    E’ chiaro che i commenti possono essere graditi o sgraditi all’autore del post. E’ il web bellezza. Per evitare contese e recriminazioni, io mi limito a rispondere alle sollecitazioni che mi arrivano.

  8. Camillo Franchini ha detto:

    Nel mio articolo parlo di agricoltura biodinamica (refrain) e cito proprio Elena Cattaneo.

    Ormai mi sembra evidente: Sylvie Coyaud non è d’accordo con l’articolo di Elena Cattaneo intitolato:
    Il Biologico? Sì, fa bene, ma solo a chi lo produce
    Tergiversa, prende tempo, annaspa. Si è trovata in un gioco molto più grande di lei. E’ ora che diventi grande e prenda le sue responsabilità. Il biologico è un problema nazionale.

  9. Camillo Franchini ha detto:

    Auguro di cuore un felice 2019 a tutti.
    In questo periodo commento su un post di Sylvie Coyaud:
    https://oggiscienza.it/2018/11/29/agricoltura-biodinamica-nascosta-dietro-quella-biologica/#comment-57591
    Spero di convincere la custode a esprimersi sul biologico, ma è dura; lascia costantemente la mano a un commentatore che ha tutte le caratteristiche di un alter ego. E’ molto determinato. Partecipa con grande impegno, sempre sulle sue; di lui non si sa assolutamente nulla, nemmeno se è maschio o femmina. Credo che perfino CimPy si trovi nella mia condizione di impotenza. Anche se fosse Valeria ne saprei quanto prima.
    Via, state bene tutti!

  10. Camillo Franchini ha detto:

    E’ avvenuta una divertente contaminazione tra fusionefredda, Ocasapiens e OggiScienza.
    Il merito è di Ocasapiens che scrive:

    Qui la vil razza è incarnata dalla custode del Parco, a.k.a. l’oca s. Diversamente dagli altri collaboratori della testata infatti [OggiScienza] – citation needed – non è laureata in ciascuna delle materie di cui scrive.

    Forse voleva scrivere non è laureata in nessuna delle materie di cui scrive. Errore casuale?
    La custode del Parco è laureata in storia (o è ancora studentessa? In Italia i semilaureati abbondano perfino al governo), è Bretone (questa è una qualità), ma ha la gestione del Parco delle Bufale di OggiScienza, quindi senza avere conoscenze e mentalità scientifiche. Si può essere poeta senza avere una laurea in lettere, ma non si può essere debunker scientifico disponendo solo di una laurea in storia. Se il Parco è gestito come DBlog la vedo brutta. Certo è una donna tosta e ha collaboratori altrettanto tosti, anche se di quello che la tampina sempre da presso come un’ombra si ignora perfino se è laureato.

  11. Camillo Franchini ha detto:

    Non sappiamo se Sylvie Coyaud ha studiato filosofia a scuola e le hanno insegnato che cos’è un argumentum ad hominem. Mi sembra di no, perché non ha commentato il mio richiamo a questo suo commento:

    https://oggiscienza.it/2018/11/29/agricoltura-biodinamica-nascosta-dietro-quella-biologica/#comment-57518

    A parte il falso del “banno”, mai esistito, Sylvie ricorre a un tipico argumentum ad hominem, che consiste nel calciare lo stinco dell’avversario invece della palla. Detto alla buona – ma volendo il tema è complesso – l’argumentum ad hominem consiste nell’attaccare un interlocutore sgradito o difficile da gestire, non facendo riferimento alle sue idee ma descrivendolo come persona di scarse capacità, mettendone in dubbio la competenza, la serietà di comportamento ed elencando tutto quanto si riesce a trovare di negativo sul malcapitato.
    Qualcosa di analogo capitò nel mio blog al Prof. Giorgio Masiero che fu deriso per le sue considerazioni termodinamiche corrette facendo riferimento a considerazioni espresse su altri argomenti in altri tempi e in altri siti. Feci notare la scorrettezza, ma evidentemente è servito a poco.
    Gli argumenta ad hominem imperversarono durante le guerre di religione, quando il Papa veniva descritto come un debosciato e Lutero come un lussurioso fidanzato di una monaca e nefandezze peggiori.
    Il guaio è che l’argumentum ad hominem è ancora applicato estesamente nei blog di cui Sylvie è guardiana. E’ stato ricordato perfino un contrasto tra Mautino e Masiero, di cui credo pochi si ricordano, data la sua oggettiva irrilevanza. Bisogna proprio avere un temperamento da spulciatore per ricordare e scrivere robe del genere, avvenute anni fa, mica ieri.
    Se conosciamo il vizietto ne possiamo ridere.

  12. Camillo Franchini ha detto:

    Se qualcuno non si fidasse del Prof. Gilberto Corbellini, può leggere questo articolo sul glifosato del Prof. (Medicina) Angelo Moretto dell’Università di Milano.

    https://www.ilfoglio.it/scienza/2018/04/05/news/glifosato-rischi-allarmismi-cancro-guida-ricerca-187807/

    Ho notato che la rispettabilità del glifosato è direttamente proporzionale alla competenza di chi se ne occupa. I detrattori sono in genere giornalisti generici.
    Un po’ come con i vaccini: i cons (non è francese!) sono in genere personaggi avventurosi che trovano pezzettini di acciaio inossidabile nelle confezioni, riconoscibile al microscopio elettronico (!).

  13. Camillo Franchini ha detto:

    National Geographic:

    About 90 percent of the corn, cotton, and soybeans grown in the U.S. are genetically modified. Americans have been eating GM products for nearly two decades. But in Europe and much of Africa, debates over the safety and environmental effects of GM crops have largely blocked their use.

    Sarebbe interessante capire a cosa sia da attribuire una così grande differenza di comportamento da parte di popoli di pari livello culturale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...