Tifo

Zorro72 scrive:

http://cobraf.com/forum/member/profile/32587/

…in realtà gli scettici non se la prendono tanto, ad esempio il non voto in Italia non genera odio verso il governo. Allora vi, tutti quelli contro, ha fregato Rossi? Perchè altrimenti non capisco la vostra applicazione alla faccenda. Quindi o vi ha fregato Rossi o siete prezzolati.

Dal punto di vista di un tifoso, il ragionamento non fa una piega: se uno non crede nell’esistenza dellE-Cat e nemmeno nella possibilità che possa esistere, perché se ne occupa appassionatamente?
La risposta è importante e deve essere fornita perché è stata formulata in altre occasioni ed è valida per tutte le discipline scientifiche: Zorro, non esistono solo i tifosi; chi ha conoscenze in una materia scientifica – intendo conoscenze garantite da adeguati studi universitari – ha l’obbligo sociale di esprimersi con i mezzi che ha a disposizione (anche servendosi di un blog!) per diffondere conoscenze e correggere errori, assumendosi i rischi insiti nelle posizioni che assume.
Su questo obbligo si esprime in modo efficace, e secondo me definitivo, il fisico svedese Stefan Pomp:

Given the additional fact that the E-Cat-story, since it began to come to public attention in January 2011, involves people from Uppsala University, it is clear that it would be wrong for me not to honor a university teacher’s duty within the so-called 3rd task. This 3rd task means that I should not only teach and do research within the walls of the university, but also actively spread scientific knowledge to society. The latter very much includes to take part in discussions about science and scientific reasoning in general and to defend science.

Se qualcuno afferma che una certa reazione nucleare è possibile e io non trovo un riscontro adeguato nelle mie conoscenze e, soprattutto, nelle banche dati che riportano tutte le reazioni nucleari di cui l’uomo si è occupato, devo comunicarlo.

Mi pare che lo stesso senso di responsabilità sia dimostrata dal medico Salvo Di Grazia, di cui ho apprezzato il blog Medbunker portato alla mia conoscenza da beppe, che ringrazio. In particolare in quel blog sarebbe opportuno che non scrivessero tifosi, perché si parla della nostra salute e la nostra salute può essere affidata solo ai medici.
Di mio aggiungo che la ricerca scientifica è costosa e non può essere consentita a persone che dimostrano di essere incapaci o che alterano deliberatamente i risultati delle loro ricerche.
In Italia la Prof. Elena Cattaneo fa un egregio lavoro di diffusione delle conoscenze di cui è portatrice e di allerta nei confronti della falsa scienza. Il suo esempio dovrebbe essere seguito da altre persone di scienza.

Un atteggiamento affine alla tifoseria è quello della minimizzazione, di cui ocasapiens offre un esempio molto istruttivo:

https://fusionefredda.wordpress.com/2013/05/29/levi/#comment-22325

Per es. dicono che Capiluppi non era nemmeno invitato alla demo, Focardi ha dovuto uscire e chiedere alle guardie di farlo passare (ci sono testimoni). Zoccoli è un ex e i 5 erano sia il “core” che il gruppo. Del gruppo resta solo Levi e solo perché una ditta – squattrinata? – ha commissionato all’Elforsk un test al risparmio.

Qui il problema è che i personaggi che oca cita sono/erano docenti universitari. A differenza di Rossi, che al massimo rimette in gioco la sua fama di sceicco della Brianza, i docenti universitari hanno enormi responsabilità nei confronti dei loro studenti. I docenti presenti alla demo del 14 gennaio 2011 e in passato coinvolti in ricerche ff, che tipo di insegnamento sono in grado di fornire ai loro studenti? In quell’ambiente si continua ad assegnare tesi di laurea ff?
Zorro72, spero di averLa convinto che in ambito scientifico non servono tifosi e nemmeno giornalisti che stiracchiano a proprio piacimento le responsabilità di chi pratica scienza spazzatura. Servono persone preparate che abbiano rispetto verso i mezzi che la collettività gli mette a disposizione. Se poi la ricerca scientifica porta a manifestazioni di tifo, poco male, purché non rechino disturbo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

121 risposte a Tifo

  1. stefanoquattrini ha detto:

    L’Articolo su arxiv non l’ha scritto Rossi ma un famoso fisico nucleare.
    Sfortunatamente Caro Franchini la scienza non sa tutto, sa moltissimo rispetto a 400 anni fa, ma quasi 0 quando si vanno ad approfondire veramente alcuni argomenti.

    • CimPy ha detto:

      “Sfortunatamente Caro Franchini la scienza non sa tutto”

      Figuriamoci i fuffari – gente che con una laurea in filosofia impartisce lezioni di subatomica, o gente che, con una laurea in fisica (o anche senza alcuna laurea) impartisce lezioni di microbiologia…

      Meno male che ci sei tu, “quattrini” a spiegarci quanto è grande l’universo e come siamo fortunati a non esserci fusi per sbaglio anche stando fermi (che già, ogni volta che si mette sul fuoco una pentola a pressione, si rischia mica poco di brutto, eh?!)

    • Camillo Franchini ha detto:

      @stefanoquattrini

      Sfortunatamente Caro Franchini la scienza non sa tutto

      Oggi la scienza è in grado di negare che Nickel e Idrogeno possano reagire a livello nucleare a bassa energia. La funzione di eccitazione della reazione è notissima, valutata in anni diversi da persone diverse. Può controllare da solo. O chiedere.
      Non esistendo un reattore che dimostra il contrario, o uno sperimentatore che ha trovato che la reazione può essere low energy, la questione Rossi resta un pittoresco fatto di costume, animato da colpi di scena e americanate varie.
      Non si può trascorrere la vita a sognare.
      Ammetto di tifare per Rossi, che sta umiliando alla grande gli americani senza fare male a nessuno, tranne nel portafoglio. Speriamo che abbia da parte qualche altra trovata. Uomini formato esportazione come lui dovrebbero essere più numerosi.

  2. Bernardo72 ha detto:

    Buonasera Franchini

    Zorro72 da Lei citato se la prende con un certo Gerardo Ghentzen. Dopo una breve ricerca su internet sembra sia stato in passato un frequentatore assiduo del suo Blog. Se si tratta di ‘Onan il Barbaro Premuroso’ non capisco perché perda tempo su un blog ormai abbandonato e non scriva più nel Suo blog.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Bernardo72
      Non ci ho capito molto, ma è colpa mia, non seguo le vicende dei nick. Gerardo Gentzen è un giovane molto intelligente e preparato, per quello che ricordo (2012?) Sono certo che sarebbe in grado di fornire un buon contributo alle nostre divagazioni. Però non so se si interessa ancora alla ff.

  3. Camillo Franchini ha detto:

    @Zorro
    Un altro esempio di minimizzazione è fornito da CimPy che scrive:
    https://fusionefredda.wordpress.com/2013/05/29/levi/#comment-22265
    insisto che se anche si tratta di personaggi di calibro, a me la faccenda così impostata ricorda tanto quella dei “furbetti del quartierino”.
    Considerare furbetti del quartierino una decina di prof che non sanno come funziona una reazione nucleare mi sembra un atteggiamento di benevolenza pelosa. CimPy non si rende conto che quei furbetti ogni giorno insegnano qualche materia a dei giovani che si fidano di loro. E’ smaccatamente benevolo ritenere che l’ignoranza sia limitata a un solo settore dello scibile che dovrebbero padroneggiare.

  4. Camillo Franchini ha detto:

    @Zorro

    ocasapiens:
    Cmq Capiluppi e Zoccoli non hanno autorevolezza scientifica, sono dei burocrati.
    Ancora una minimizzazione da giornalista che non ha le mani in pasta e procede a capocchia.

    A. Bertin, M. Bruschi, M. Capponi, S. De Castro, U. Marconi, C. Moroni, M. Piccinini, N. Semprini-Cesari, A. Trombini, A. Vitale, A. Zoccoli, S. E. Jones, J. B. Czirr, G. L. Jensen, E. P. Palmer
    Experimental evidence of cold nuclear fusion in a measurement under the Gran Sasso Massif
    Il Nuovo Cimento A (1965-1970)
    June 1989, Volume 101, Issue 6, pp 997–1004

    Fake clamoroso, perché nessuno ha mai ottenuto una experimental evidence of cold nuclear fusion. Zoccoli si fa bello di un falso, altro che burocrate.

    Capiluppi un burocrate? Chissà com’è lusingato di essere considerato un mezze maniche.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Bruno
      Credo che solo a Bologna Cplpp possa essere considerato Santo.
      Se avesse avuto la certezza che la Ni + H —> Cu è una fanfaluca da ciarlatani, avrebbe impedito ai suoi di partecipare alla demo Focardi/Levi/Rossi. La partecipazione sua e di Zccl ha dato una credibilità a quella reazione nucleare che dura ancora oggi, anche se lontano dall’Italia, un sollievo dovuto al caso. Cplpp si è lasciato sedurre da Focardi come tutti i bolognesi o almeno ha riservato un margine di curiosità nella sua mente. Ha insistito dichiarandosi disponibile a condurre una ricerca indipendente su quella reazione anche senza compenso (se ricordo bene, CimPy può accertare). Immagino che la sua carriera non ci abbia rimesso perché il mondo accademico funziona così. Una volta che sei dentro non devi avere paura di nulla, sono ambienti scandalosamente catafratti.
      La colpa non è ignorare come funziona la Ni + H —> Cu, ma di non avere contattato le persone che potevano aiutarlo a Bologna e in Italia. O più semplicemente di non avere consultato le banche dati. Si può capire che le reazioni nucleari siano off limits nella cultura accademica bolognese, ma in tal caso non ci si avventura alla cieca.

      E’ importante la lavagna, non la persona.

      • CimPy ha detto:

        da http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cronaca/2011/23-novembre-2011/fusione-fredda-svolta-o-bluff-cat-sotto-esame-ateneo-1902274913518.shtml

        “BOLOGNA – Sarà l’Ateneo di Bologna a mettere il sigillo definitivo sull’E-Cat, la macchina che realizzerebbe la fusione fredda. L’imprenditore Andrea Rossi, proprietario dell’apparecchio attraverso la società Efa srl, e il dipartimento di Fisica hanno siglato il contratto di ricerca che ha l’obiettivo di replicare l’esperimento, misurare ciò che avviene e pubblicare i risultati. Mettendo così una parola scientificamente definitiva sull’invenzione di cui si parla dalla Svezia agli Stati Uniti.

        «Il nostro interesse è fortissimo — dichiara Paolo Capiluppi, direttore del dipartimento —, c’è molta curiosità, ma per noi è vero solo ciò che possiamo misurare». Per rendere attivo il contratto ci vuole il versamento della prima rata del contributo, 500 mila euro in due anni, che Rossi si è impegnato a dare per sostenere tutti i costi. «Dovremmo partire a breve, tra qualche settimana — confida Enrico Campari, docente di fisica sperimentale e responsabile scientifico della ricerca con Giuseppe Levi —, in estate si potrebbero avere i primi report scientifici dei risultati ottenuti che divulgheremo alle riviste scientifiche».”

        Ma è più bello il resoconto di 22 Pass(er)i:

        “La mattina del 21 aprile si riunì il Consiglio di Dipartimento della Facoltà di Fisica di Bologna e, tra i punti all’ordine del giorno, approvò la bozza del contratto per la ricerca sull’Energy Catalyzer (E-Cat), dando mandato di perfezionarlo e siglarlo.

        Circa un mese dopo, addivenute le parti a un testo pienamente condiviso, il Direttore del Dipartimento, Paolo Capiluppi, firmò il contratto e lo inviò alla moglie di Rossi, Maddalena Pascucci, socio di maggioranza della EFA srl.

        Dopo circa un mese il contratto è stato controfirmato e rimandato al Dipartimento di Fisica.

        Oggi la conferenza stampa della Defkalion Green Technologies ha chiarito a tutti che non si scherza: l’E-Cat c’è! Presto saranno on line i video girati freschi freschi dalla Dekkalion stessa più – in esclusiva per questo blog – quelli girati grazie a Manuel Zani e Giacomo Guidi.

        Tutto procede benissimo, esattamente come da cinque mesi – su questo blog – vi dico che è.

        E come da cinque mesi personaggi come Camillo Franchini, Mattia Rizzi, Italo Bianchi ecc. (e ultimamente anche Steven Krivit) vogliono farvi credere che non è. A fermare il corso della storia non bastano i bastoncini che hanno messo tra le ruote dell’E-Cat.

        Tanto per ribadire di chi potete fidarvi e di chi no

        E Cat ai tempi della Defkalion. Applausi a Capiluppi e ai tanti sostenitori. E ci dispiace per gli altri, i paganti….

        • Camillo Franchini ha detto:

          @CimPy
          CimPy, un lavoro paziente, definitivo. Grazie, è importante che anche Bruno sia informato. Daniele si presenta come il solito ingenuo; solo ingenuo, perché non credo abbia malizie nascoste. E’ una voce al servizio dell’umanità.
          Eppure ocasapiens non si accorse di niente:
          Cmq Capiluppi e Zoccoli non hanno autorevolezza scientifica, sono dei burocrati.
          Bel complimento per dei docenti in piena attività.
          Quandoque bonus dormitat Homerus.
          Sarebbe stato semplice per Cplpp convocare una conferenza stampa, oppure utilizzare gli strumenti di informazione formali dell’ateneo per stroncare sul nascere un episodio clamoroso di falsa scienza che per molti ha trasformato Bologna in Baloney.
          Probabilmente è anch’egli in trepida attesa del risultato dell’ennesima indagine dei ragazzi del MFMP, Spes ultima dea. Ma si dice anche: chi vive sperando muore cag****.
          Che sta facendo Levi? Come si guadagna il pane? E Campari? Hanno perfezionato il mamozio?
          Grazie ancora, La saluto.

  5. Hortensio ha detto:

    i docenti universitari hanno enormi responsabilità nei confronti dei loro studenti

    Secondo me codesti Professori dovrebbero sentirsi responsabilità anche verso noi tifosi, che siamo tanti e abbiamo il diritto di voto, col quale siamo capaci di infliggere (e di infliggerci) danni gravi.

    Ma siccome alcuni P son tanto ritrosi e restii ad accollarsi questa responsabilità da sembrar riottosi se non addirittura renitenti, ci vorrebbe un Organismo che gliela ricordasse.
    Ma siccome questo Organismo sarebbe fatto di Professori, che come si vede in media non hanno tanta voglia di sputtanare stronzate di loro Colleghi, forse non servirebbe a niente, salvo che si mettano delle pene (penalità) per chi non si adegua.
    Ma siccome la gravità della pena non previene alcun comportamento indesiberale se la pena stessa non è ragionevolmente certa e tempestiva, e siccome qui da noi certezza di pena non c’è e tanto meno se deve essere anche tempestiva forse bisogna agire anche sull’altro piatto della bilancia, quello del premio.

    Per esempio, mettiamo che un Parlamentare fa una bella Interrogazione Parlamentare piena di stupidaggini; arriva un Professore e fa “Okkio, Deputà e Senatò, ci stanno sedici stupidaggini, una più grossa dell’altra”
    e loro: “Ma … ma … veramente, è Professore anche lui, insomma, lui proprio no ma l’Intrrgzn. Prlmntr gliel’ha scritta un vostro collega, se ne sa meno di voi rimandatelo sui banchi di scuola!” decreta l’Aula, “Altrimenti”, minaccia l’Assemblea “vi ci mandiamo a voi sui banchi, ma no di scuola, di una triremi”, precisano gli Onorevoli, “da San Remo a Cividale del Friuli -via Ustica!” puntualizzano. “Per chi lo butta fuori a calcinculo invece” continua il Consesso “che ti serve, un microscopio, un telescopio, tempo di calcolo, reagenti, riscaldamento, carta igienica, contante? Basta che lo dici”, ecco la sanzione positiva ed ecco che viene filtrata la schiuma.

    Saluti.

    H

    • Hortensio ha detto:


      ehm

      Camillo,
      rileggendo vedo di aver inviato un commento contenente una espressione da trivio, spttnar strnzt, tipo di espressione che di solito fuggo; me ne scuso e per l’inadeguatezza a questo ambiente, e perché ci stava parecchio meglio qualcos’altro, tipo “evidenziare fallacie”.
      Forse ero un po’ eccitato dal fatto di poter dopo tanto commentare su questo Blog su un argomento, il Tifo, che pratico praticamente da sempre, si potrebbe dire che è il mio Campo di Competenza. Anzi, viste le caratteristiche dell’essere Tifosi, questo è il mio CdC Preferito, ovvero Principale o anche Primario, ma posso commentare con uguale autorità anche in Scienze della Terra, Relatività, Meccanica Quantistica, e Matematica Santilliana, oltre che su tutto il resto, naturalmente, a parte Calcio, Auto e Motori, e Donne, perché affollati di spacconi e buzzurri.

      Cmq, Campo di Applicazione della Tifoseria è fare delle Previsioni che a suo tempo si rivelino corrette, e non disponendo per ora di accesso alla Scienza Infusa, ho scoperto sperimentalmente che ottengo questo risultato più spesso quando leggo le divulgazioni di Persone Competenti che quando mi baso su pareri dellei miei Colleghei Tifosei! Naturalmente in questo modo le Previsioni diventano semplici Proiezioni, vaghi Presagi, o inani Profezie, questa è una grande anomalia che non so come spiegare, e che molto modestamente da qui in avanti si chiamerà Effetto Hortensio, ma veniamo al punto della questione:
      come si fa distinguere una PC da un CT?

      Ci sono vari sistemi e strumenti, nessuno efficace al cento per cento, ma tutti insieme dànno indicazioni utili a separare il grano dal loglio, uno dei miei preferiti è il Crivello, che praticamente è una padella tutta bucherellata, di quelle da caldarroste; serve principalmente per sgrezzare il lavoro. Il suo funzionamento è intuitivo: ci si fa passare il Paper under Analysis, se non ci passa l’indicazione “Fuffa” è molto predittiva.
      Per esempio, uno che se ne esce che ha fatto un buco nella Relatività, e che da questo buco ci passa una violazione della Conservazione dell’Energia, se si presenta al mio bar prende tanti fischi e pernacchie da squagliarlo sul posto, perché evidentemente è Tifoso pure lui, ma della Squadra avversa!

      Saluti.

      T,

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Hortensio

      questo Organismo sarebbe fatto di Professori, che come si vede in media non hanno tanta voglia di sputtanare stronzate di loro Colleghi, forse non servirebbe a niente

      Basta vedere con che riguardo è stata accolta l’interrogazione parlamentare di Realacci; è una roba demenziale, ma resiste dal 2013, inalterata e inossidabile. Nessun prof ha evidentemente avuto il coraggio di fare una telefonata a Realacci per toglierlo dall’imbarazzo. Meno che mai se ne è occupata la Carrozza (Ascoli, quanta ragione hai; io ho dovuto difenderla per disciplina di partito). Anche lei fa parte della categoria dei prof che quando si incontrano si strizzano l’occhio.
      C’è perfino scritto che la ff è scienza consolidata; si sono solo dimenticati di citare Stremmenos che appare il più consolidato di tutti:
      le LENR non possono davvero essere «junk science», come è stato detto peraltro ingiustamente per la fusione fredda di Fleischmann e Pons, ma forniscono un’interpretazione delle reazioni nucleari all’interno del «modello standard » e non di una «nuova fisica» secondo le ipotesi avanzate da alcuni fan della fusione fredda;
      Se lo sa Hagelstein gli viene un accidente.
      Saluti

  6. Camillo Franchini ha detto:

    @stefanoquattrini

    Sfortunatamente Caro Franchini la scienza non sa tutto

    Un lavoro ff dovrebbe cominciare con una rassegna di quello che si sa su una certa reazione, riportando per comodità di chi legge link ad articoli e/o estratti di articoli o trattati. Lo studioso deve cioè dimostrare che conosce la materia che sta esponendo e che ha fatto una puntigliosa ricerca bibliografica. Solo a quel punto può proporre il suo contributo sperimentale, il pezzettino che è riuscito a realizzare. Se non si procede così si appare solo dei velleitari che nessuno prende sul serio.
    Nel caso della ff povera, nessuno ha mai fatto riferimento a quanto si conosce già sulla reazione nucleare Nickel-Idrogeno e alle condizioni sperimentali adottate per farla avvenire. Nessun ff ha mai proposto una funzione di eccitazione alternativa. E’ una mancanza da dilettanti allo sbaraglio, indegna di docenti universitari; è assenza di professionalità. Focardi si meravigliò che arXiv non avesse accettato un suo articolo; lo credo bene, i suoi articoli non facevano mai riferimento al già noto e studiato della sua reazione. Le reazioni nucleari non nascono sotto i cavoli; bisogna dimostrare di conoscerne la storia e l’evoluzione.
    Il ff professionista dovrebbe essere in grado di dire: finora si credeva che la funzione di eccitazione di questa reazione fosse quella riportata in banca dati; con il mio lavoro vi dimostro che deve essere modificata. E’ avvenuto? Mai. Mica solo con Focardi.

  7. Camillo Franchini ha detto:

    @Hortensio
    A proposito di tifosi.
    Il moderatore di Cobraf ha scritto un promemoria sulla ff che lo rappresenta egregiamente come giornalista che non riesce a entrare nel merito scientifico. Fa una cronaca timida degli eventi; elenca una serie di personaggi e non osa esprimere un giudizio di merito. Nome ed eventi risaputi da tutti i tifosi, di nessuna utilità.
    Peraltro ha commesso un errore, perché il DoE si è occupato di ff solo come istituto federale delegato all’energia. Non ha promosso la ff con organismi propri e ha sempre escluso l’opportunità di un finanziamento federale della ff.
    Molto deludente. Non mi sembra lo stile di Nevanlinna, sempre originale e riconoscibile.
    C’è poco da fare, un argomento scientifico è difficile da trattare da un giornalista, spesso laureato in lettere. Al massimo puoi essere un cronista come Ilaria Ventura.
    http://cobraf.com/forum/member/profile/44050/

  8. Hortensio ha detto:

    Dài, Camillo,
    ci sono anche giornalistei che fanno egregiamente il loro mestiere, verificando i fatti e consultando espertei, il difficile come dicevo è scegliersi questei espertei, comunque oltre al mio Crivello c’è la Logica, il Baloney Detection Kit, la Consistenza Interna dei discorsi, e tanti altri trucchi. Uno dei più indicativi di Baloney, nella mia esperienza, è la scrittura delle unità di misura secondo il Sistema Internazionale: scritture non conformi sono fortemente indicative di Fuffa.
    Però su questo punto c’è un controesempio importante: fin dal primo grafico mostrato in questo blog ho notato che le sezioni d’urto vengono espresse in barns; ecco, secondo le regole SI, se le leggo correttamente, la “s” indicativa del plurale non ci vuole, ciononostante codesti grafici passano senza intoppi il Crivello, il BDT non le rileva, e non confliggono con la Logica (almeno, non con quella semplificata che maneggio io).

    D’altronde sono Americani e le regole tendono a farle loro, o quantomeno ad adattarsele, e chissà quando si adegueranno al Sistema Metrico Decimale …

    Saluti.

    H

  9. Camillo Franchini ha detto:

    @Hortensio

    ci sono anche giornalistei che fanno egregiamente il loro mestiere, verificando i fatti e consultando espertei, il difficile come dicevo è scegliersi questei espertei,

    Io infatti ammiravo molto Giovanni Maria Pace di Repubblica, che non ho mai colto in errori di chimica. Spesso però il giornalista partecipa troppo da presso; definire burocrate uno come Zoccoli che è andato al Gran Sasso e, insieme a un folto gruppo di colleghi, dice di essere riuscito a confermare la F&P ha significato lanciare un amichevole salvagente a uno che davvero non lo merita, a danno di una corretta informazione. La ff è una materia che richiede conoscenze non appiccicate.
    Quasi tutti cadono nella trappola dell’idola fori (o del miliardo di mosche): se Pirelli, Toyota, STM, Mitsubishi si occupano di ff, qualcosa di serio deve esserci. Manca la freddezza e la capacità di giudizio che solo uno del mestiere può avere. Il Moderatore di Cobraf fa un elenco patetico di personaggi che si sono occupati di ff, tutti assenti da EXFOR, tutti ampiamente criticati in varie sedi. Capisco che non sappia fare altro, ma confonde le idee a chi visita il sito per chiarirsele.
    Per questo MedBunker è così utile: è un medico che parla di medicina. Dà fiducia. In ambito chimico ho cercato di fare altrettanto, nel mio minuscolo. Tromp e Idini si occupano di fisica. Vialattea.net è un sito che consiglio a tutti, perché è formato da un pool di specialisti che offre gratis la propria competenza per rispondere a chi ha curiosità scientifica. Il blogger umanista o storico è come Passerini, che non ha crivello, ma ospita pêle-mêle chiunque abbia una dottrina fuori standard da offrire, per ciò stesso degna di attenzione secondo la mentalità di un poeta e sognatore.
    E’ già complicato fare divulgazione, ma farla dovendo anche correggere gli errori dei blogger di professione è noioso.

    fin dal primo grafico mostrato in questo blog ho notato che le sezioni d’urto vengono espresse in barns

    Anch’io sono rimasto perplesso, poi me ne sono fatto una ragione. Veda sotto:

    Qua sembra che il simbolo del barn sia b, quindi barn può essere plurale. Lo so, è stiracchiato; certamente quel barns in ordinata è irritante.
    Saluti

  10. Camillo Franchini ha detto:

    @Hortensio
    http://www.ecat-ilnuovofuoco.it/blog/press-room/
    Qua è offerto un altro esempio di come la divulgazione non controllata porti a confusione dentro la testa.
    Massimo Teodorani definisce Focardi “fisico nucleare”, quando lo stesso Focardi si presenta orgogliosamente come fisico sperimentale. Avendo sempre lavorato a Bologna e a Cesena è difficile abbia praticato fisica nucleare sperimentale. A Teodorani serviva semplicemente un nucleare per rinforzare i concetti.
    Ancora meglio, il neurologo Neri Accornero si mostra entusiasta della scoperta di Rossi.
    Bisogna però ammettere che le fake news relative alla medicina e all’ambiente sono molto più gravi e importanti. Ormai la ff ha assunto le dimensioni di una burla americana, da seguire per divertimento. Ci vorrebbe Totò, “Totò in America”. Anche l’immagine di Rossi che mette amichevolmente la mano sulla spalla di Focardi è carina, sembra una composizione ideata da Passerini.

    Sembra trascorso una quarto di secolo dal 14 gennaio 2011, quando le fanfare squillavano e noi sembravamo gufi, pathological unbelievers.

  11. Hortensio ha detto:

    Oh, quella foto!
    Su di essa ebbe a commentare Lo Psicanalista, chissà se Cimpy ritrova lo scritto.
    Il pregevole commento, se ben ricordo, riguardava il rapporto tra Preda e Predatore, illustrando come la Preda tenti -invano- la fuga dopo essersi esposta all’esiziale attacco.
    Chissà, magari Lo Psi è in ascolto e ci vorrà aggiornare sugli eventuali sviluppi della sua interpretazione.

    H

    • CimPy ha detto:

      “chissà se Cimpy ritrova lo scritto”

      Quale, questo?

      • CimPy ha detto:

        Questo:
        “http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/08/15/hyst-e-il-techunter-sic/comment-page-1/#comment-443639”

      • Camillo Franchini ha detto:

        @CimPy
        le LENR non possono davvero essere junk science, come è stato affermato peraltro ingiustamente per la FF di Fleischmann e Pons, ma forniscono un’interpretazione delle reazioni nucleari all’interno del modello standard, e non di una nuova fisica secondo le ipotesi avanzate da alcuni sostenitori della FF;
        Realacci copia i 5* o viceversa?
        copiano perfino gli errori. Leggi:
        le LENR non possono davvero essere junk science, come è stato affermato peraltro ingiustamente per la FF di Fleischmann e Pons, ma forniscono un’interpretazione delle reazioni nucleari all’interno del modello standard, e non di una nuova fisica secondo le ipotesi avanzate da alcuni sostenitori della FF

  12. Camillo Franchini ha detto:

    @bruno

    Non solo a Cesena.

    Quanti se ne sono visti. Schwinger riteneva che un fotone da 23,8 MeV potesse essere bloccato in un reticolo di palladio di piccole dimensioni, producendo perfino calore sensibile. Del Giudice e Preparata credevano nella memoria dell’acqua. Josephson crede nella realtà dei fenomeni parapsicologici.
    Focardi credeva che i nuclei di idrogeno e di nickel potessero interagire producendo calore, radiazioni e rame.
    Tutti cultori di scienza patologica, ma anche di scienza universalmente accettata.
    Non possiamo stare a tracciare la vita di ognuno. In questa sede di Focardi ci interessa esclusivamente la produzione scientifica ff, che ha inizio approssimativamente nel 1990.
    In confidenza, bruno: se avessi responsabilità di educatore, avrei il timore che qua e là il baco della follia possa emergere anche nella scienza ordinaria che quei signori professavano come docenti.

  13. bruno ha detto:

    Tracciata: “Avendo sempre lavorato a Bologna e a Cesena è difficile abbia praticato fisica nucleare”.
    Lei scrive il falso in modo impudente.

    • Brüno ha detto:

      Lei scrive il falso in modo impudente.

      E qual è “il vero”, Sacha? Ehm volevo dire Melchior. Ups, François! mi perdoni!

    • Camillo Franchini ha detto:

      @bruno
      Dopo il 1990, anno dell’illuminazione, a Bologna Focardi di nucleare poteva fare solo della fusione fredda, che i suoi colleghi fisici quadratici medi deridevano. Non dimentichi che Focardi si definiva uno sperimentale.
      Der Mensch non ha due teste, una piena di buoni concetti, un’altra piena di fanfaluche e di scienza improvvisata; la testa è una sola e non è distinta in compartimenti.
      Ma dica: se avesse un nipote, lo avrebbe incoraggiato a studiare fisica a Bologna dopo il 1989? Le sarebbe piaciuto che facesse una tesi sperimentale sulla ff?

  14. Camillo Franchini ha detto:

    @Cesare

    Perché se la fusione fredda non ha futuro dedicate il vostro tempo? Lo fate per il bene del mondo?

    Io rispondo per me.
    Lo faccio per evitare spreco di fondi pubblici e per impedire che pochi spregiudicati diffondano illusioni di energia illimitata, pulita e poso costosa. C’è caduto Realacci, che in fondo un po’ ha studiato, chissà quanti altri ci sperano. In un intervento su Youtube, Federico Testa, un economista Commissario dell’ENEA, rispondendo all’onorevole 5* Davide Crippa, ha promesso investimenti ff dell’ordine di quelli investiti dall’Italia in una delle grandi macchine internazionali DD o DT. A cercare in rete si trovano le parole di Testa, allucinanti quanto una minaccia. Testa fu messo in quella posizione dalla Federica Guidi.
    A me non sta bene e lo scrivo cercando consensi. Siccome so consultare le banche dati nucleari nazionali e internazionali e conosco lo stato dell’arte aggiornato ogni due mesi in materia di reazioni nucleari, parto da una importante posizione di forza che cerco di sfruttare, non so con quanto successo.
    Mi esprimo liberamente in pubblico, come si fa in democrazia.
    A dimostrazione, da quando è in America ho sempre trattato con simpatia Andrea Rossi, che si sta divertendo come un matto a spese degli Americani. Speriamo che vinca la causa contro IH, così gli resta mobilità residua, utile per altre roboanti americanate. Andrea Rossi ha il grande merito di non sprecare soldi dello Stato Italiano. Le sembra poco? Si guardi intorno e veda quanto si è speso in Italia in quasi trenta anni di ff tra materiale, strumentazione, energia elettrica, ore di lavoro.

    • susangipp ha detto:

      Andrea Rossi ha il grande merito di non sprecare soldi dello Stato Italiano
      Vero se escludiamo la vagonata di miliardi di Lire di allora per purificare le aree in Lombardia e Ciociaria devastate dalle sue peripezie petrolifere quand’era ancora lo Sceicco della Brianza.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @susangipp
        Va bene, ma si sta riscattando alla grande razziando fondi agli Americani creduloni. Può darsi che parte li porti in Italia; anche da noi ci sono appartamenti belli come a Miami. Avere anticipato la denuncia di IH è stato un colpo da maestro. Ci fa divertire gratis, cosa possiamo chiedere di più. Le arrabbiature riserviamole a quando Federico Testa darà retta a Davide Crippa investendo in ff anche più di ora. Noi si sperava che Violante ci mettesse la testa e Bill Gates il portafoglio, ma ci è andata buca. E’ che Gates oltre al portafoglio ci ha anche la testa.
        Un economista e un ingegnere che si occupano di reazioni nucleari a spese nostre. Edificante, direbbe Crippa, che è un edile.

        • CimPy ha detto:

          ci sarebbero pure le frodi finanziarie e le bancarotte fraudolente per cui non ha mai pagato e da cui anzi è stato prosciolto (perché ai tempi era impensabile coinvolgere esponenti del Psi e imprenditori di mezza Lombardia…)

    • mario massa ha detto:

      “Perché se la fusione fredda non ha futuro dedicate il vostro tempo? Lo fate per il bene del mondo?”
      Anch’io rispondo per me.
      Perchè appurare dove sia la verità è bene per tutti. E sarebbe a costo quasi zero: non servono i soldi promessi da Federico Testa.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @mario massa

        Perchè appurare dove sia la verità è bene per tutti.

        La verità era già stata abbondantemente appurata nel 1989, esattamente 28 anni fa. Che cosa resta da appurare? Basterebbe un giro di telefonate per aiutare questi manager a chiarirsi le idee. Federico Testa potrebbe contattare il Prof. Giancarlo Ruocco e si toglierebbe ogni dubbio in una materia in cui rischia di farsi influenzare da gente che mira alle sue disponibilità. Se perfino la ff appare una materia controversa, figurarsi governare la Banca d’Italia.
        Se non basta una telefonata, si incontrino.

  15. Camillo Franchini ha detto:

    @François
    hat SRI International https://de.wikipedia.org/wiki/SRI_International kürzlich einen Low Energy Nuclear Reaction – Reaktor (LENR/Cold Fusion) getestet und bestätigt das dieser thermale Energie erzeugen kann.
    Ha capito chi ha bestätigt? Michael McKubre. Le sembra una informazione originale? Invece di navigare in rete provi a navigare nelle banche dati. Imparerebbe cose assai più concrete. Le reazioni nucleari sono riportate nelle banche dati, non nella biblioteca di Jed Rotwell.

    • susangipp ha detto:

      @Camillo
      Si renda conto che François sa benissimo cosa propone e che si tratti di robaccia. Quello che importa è impressionare i tifosi poco attrezzati come Zorro ma con tanto entusiasmo, a cui bastano delle belle pagine, scritte in lingua straniera piene di tante formulette che tanto per loro han significato quanto i ghirigori degli astrattisti bohemien del secolo scorso.
      Per quanto riguarda l’altro eroe di Caponago, credo che nemmeno un centesimo di quello guadagnato con la vendita della fontana di Trevi ai gonzi di IH tornerà al patrio erario a compenso dei milioni spesi per la bonifica di Aicurzio, Lachiarella e quell’altro sito della cartiera in Ciociaria. Se vince e riesce a tenerselo, il gruzzolo, rimarrà negli States.
      A quanto si sa, correggetemi se sbaglio, è parecchio che non torna in patria e mi par di aver letto che non possa nemmeno più farlo.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @susangipp

        la bonifica di Aicurzio, Lachiarella e quell’altro sito della cartiera in Ciociaria.

        Ma a quell’epoca non esistevano uffici tecnici comunali, esperti in grado di valutare i progetti di Rossi, studi di fattibilità? Posso capire che non esistano all’ENEA dove regna una spensierata libertà di ricerca, ma i comuni italiani sono attrezzatissimi in questo senso e molto sospettosi. In questi giorni per l’espianto di ulivi in Puglia i comuni interessati sono stati in grado di bloccare un’iniziativa di interesse nazionale. Per dire, a San Gimignano abbiamo dovuto concordare con il comune gli infissi e perfino il colore di una casa; siamo proprietari di un boschetto che non può essere modificato perché fa parte integrante del paesaggio. In Toscana si vive come ingabbiati; per raggiungere quella casa si deve percorrere una strada bianca. A Lachiarella ci saranno leggi comunali più lasche; ora avranno rimediato.
        Quinlan è come un gas che si espande finché non incontra limiti. Finché è a Miami godiamoci le sue evoluzioni. A volte mi chiedo: riuscirà a morire ricco con la sua Maddalena?

        • CimPy ha detto:

          “Ma a quell’epoca non esistevano uffici tecnici comunali, esperti in grado di valutare i progetti di Rossi, studi di fattibilità?”

          Da quando liberarsi di rifiuti speciali risparmiando sui costi ha necessitato di studi di fattibilità? La fece franca anche per questo: non si potevano certo mettere in ginocchio tante aziende che rappresentavano comunque il nerbo dell’imprenditoria lombarda, specie se per farlo si sarebbero dovute scoprire anche amicizie politiche …

          (da: http://www.gazzettaufficiale.it/atto/vediMenuHTML?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2010-09-25&atto.codiceRedazionale=T10ABA9664%20%20%20%20%20&tipoSerie=parte_seconda&tipoVigenza=originario )

          ” che, in particolare, come risulta dal registro di
          carico-scarico della Petrol Dragon (doc. 14) presso il citato
          stabilimento ex Omar di Lacchiarella, le societa’ attualmente in
          giudizio hanno conferito i seguenti quantitativi:
          1. A.C.S. DOBFAR S.p.A., kg. 760.465 + kg. 692.865 (quale Dobfar
          S.p.A.) = totale kg. 1.453.330;
          2. ALLUMINIO MAUCERI S.r.l. in Liquidazione, kg. 5.480;
          3. BITOLEA S.p.A., kg. 928.420;
          4. SOLMAG S.p.A. (gia’ Solchem Italiana S.p.A.; gia’ Lagoratori Mag
          S.p.A.), kg. 568.810;
          5. DECOMAN S.r.l., kg. 14.250;
          6. DELCA ECOLOGICA S.a.s, kg. 5.215;
          7. DIACHEM S.p.A., kg. 305.345 + kg. 165.120 (quale S.I.F.A.
          S.p.A., ora Diachem S.p.A.)= kg. 470.465;
          8. DUCOIL CHIMICA S.r.l., kg. 910.570;
          9. ECOCHIMICA DI L. RIGAMONTI, kg. 173.425;
          10. ECOLIFE S.r.l. in liquidazione, kg. 48.220;
          11. ECOLINEA S.r.l., kg. 357.215;
          12. ERREGIERRE S.p.A., kg. 866.010;
          13. FARMABIOS S.p.A., kg. 673.220;
          14. F.LLI LAMBERTI S.p.A. kg. 685.910;
          15. KEFAR S.p.A. (gia’ IRCA S.p.A.), ora ACS DOBFAR S.p.A., kg.
          34.255;
          16. ITALTEL TECNOELETTRONICA S.p.A. kg. 67.005;
          17. JELLY WAX S.r.l. kg. 10.085;
          18. LAVORAZIONI CHIMICHE (LA.CHI.) S.r.l., kg. 119.750;
          19. LA VICHIMICA S.p.A., kg. 2.392.515;
          20. LUSOCHIMICA S.p.A., kg. 791.295;
          21. NUOVA FUSTAMERIA ROCCA BRIVIO S.n.c. in Liquidazione, kg.
          21.845;
          22. BARDIAFARMA S.p.A. (gia’ CHONG KUN DANG, e gia’ PAREK CHEMICH
          EX NELSON), kg. 203.295;
          23. SERVIZI COSTIERI S.r.l., kg. 401.745;
          24. S.I.E.S. S.p.A., kg. 26.145;
          25. S.I.M.S. S.r.l., kg. 25.280;
          26. SOLINTER S.r.l. in liquidazione, kg 333.550;
          27. S.I.L.I. S.p.A. (gia’ TRAU S.p.A. in Liquidazione), kg. 10.715;
          28. BIANCHI A E G S.p.A. (ora Europoligrafico), kg. 9.835;
          29. IMPLA RESINE S.r.l., kg. 227.945;
          30. D.D.S. SANIFICAZIONE S.r.l., kg. 145.300;
          31. I.C.I. INTERNATIONAL CHEMICAL INDUSTRY S.p.A., kg. 21.610;
          32. SIAPA S.p.A. (ora AGRICAP S.p.A.), kg. 36.560;
          33. TESSITURA BRESCIANA S.p.A., kg. 8.270; “

          Saranno poi state tutte, o ne avranno dimenticata (o non trovata) qualcuna?

          (da https://www.carp-ambiente-rifiuti.org/?q=node/1256 )

          “Le società di Rossi falliscono e viene quindi avviato un procedimento di risarcimento dei costi di smaltimento. Andrea Rossi viene processato per vari reati. Lo stesso Rossi verrà nuovamente arrestato a Roma nel 2000, dopo essersi trasferito in USA e durante un rientro in Italia, in qualità di latitante. Nell’autunno 2001 viene fatta una transazione che prevede che le 300 aziende clienti della Petroldragon risarciscano la regione Lombardia con circa 11 miliardi di lire. Nel 2003 a Dresano erano ancora presenti 74 000 tonnellate di rifiuti tossici”

          Eh sì, forse ne hanno dimenticata qualcuna – circa 270, pare

        • CimPy ha detto:

          In aggiunta al post che deve ancora apparire:

          da http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/12/01/lacchiarella-formigoni-fa-lo-sconto-chi-inquina.html

          “La transazione era stata proposta dalla giunta regionale alle 300 aziende che, per decenni, hanno conferito rifiuti tossici alla Petroldragon in depositi inquinanti a Lacchiarella, Dresano e Caponago (Milano), Airuno (Como), Zanica (Bergamo) e Mosio Acquanegra (Mantova)”

          ” Secondo i consiglieri Carlo Monguzzi (Verdi), Marco Cipriano (Ds) e Gianni Confalonieri (Prc), «11 miliardi sono pochi rispetto ai costi della bonifica». «Chi inquina paga», aggiunge Silvia Ferretto, che ha presentato due esposti alla magistratura, nel tentativo di scongiurare l’ accordo: «Le aziende pagherebbero molto meno dei prezzi di mercato per lo smaltimento dei rifiuti tossici – dice la Ferretto – Un pessimo esempio»”

      • Camillo Franchini ha detto:

        @susangipp

        Si renda conto che François sa benissimo cosa propone e che si tratti di robaccia.

        Crede? a me François sembra piuttosto un dragueur che a tempo perso scandisce la rete in cerca di materiale ff, senza guardare tanto alla qualità. Proporre McKubre come luminare ff lascia perplesso perfino Zorro.
        Forse è la persona che può proporre cinque lenr da studiare insieme. Vediamo se lo fa.

  16. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    ci sarebbero pure le frodi finanziarie e le bancarotte fraudolente per cui non ha mai pagato e da cui anzi è stato prosciolto

    Quinlan è certamente un mariuolo, ma è un mariuolo che ha tenuto in scacco il DoD. In nessun film d’azione si è mai arrivati a tanto. Se, come spero, vince la causa contro IH, ci farà ancora divertire per anni. E’ un temerario che riuscirà a sedurre anche Trump, cui piacciono le scommesse azzardate.

    • CimPy ha detto:

      “è un mariuolo che ha tenuto in scacco il DoD”

      Non senza appoggi interni – anche solo di uscieri o segretarie o appassionati accreditati – che tanto basta, ai veri professionisti del “pacco”…

  17. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    Da quando liberarsi di rifiuti speciali risparmiando sui costi ha necessitato di studi di fattibilità?

    Complimenti per la ricchezza della documentazione.
    Gli studi di fattibilità avrebbero dovuto riguardare i processi di chimica industriale di trasformazione in benzina dei rifiuti che Rossi accumulava. C’è una foto di Rossi accanto a un grosso impianto. Possibile che nessuno si sia chiesto se poteva funzionare? Lo so, altri tempi e altri comuni ma, se uno è mariuolo, l’altro è pollo. Forse i comuni troppo piccoli non sanno gestire la loro autonomia, mancano gli esperti. Purtroppo i comuni sono gelosi della loro autonomia e si mettono nei guai.
    Comunque in ff Rossi lavora come privato e più o meno può fare quello che gli pare, se non viola la legge. Ben diversa è/era la posizione di Focardi, Levi e di tutti gli altri bolognesi statali responsabili di una versione locale di ff, ancora più strampalata delle F&P. Uno statale deve ubbidire a codici di comportamento molto più vincolanti di un privato. Se poi lo statale è un docente, gli obblighi di comportamento sono smisurati. Anche se non sono scritti e firmati.
    Rossi va tolto dal mazzo e messo insieme a Remondini e a tutti gli altri che fanno ff per conto loro, per hobby. Può darsi che Mario Massa sia stato tentato dalla ff, ma è un diritto che nessuno gli contesta. Finora Rossi ha detto che dispone di un mamozio in costante evoluzione. Non è proibito. Tanti sono convinti che sia la verità, affari loro.
    Faccio una previsione: Rossi finirà per violare qualche legge americana e tutto cesserà.

  18. Camillo Franchini ha detto:

    @François
    In ff SRI riporta immediatamente a Michael McKubre. Le altre attività di SRI ci interessano poco. Che mi ricordi, Michael McKubre non ha mai costruito un mamozio personale testato; quindi è persona di scarso rilievo, anche se partecipa a tutti i convegni ff possibili immaginabili. Lo conosco di persona, è uomo di buone maniere. Una volta mi ha scritto che, anche se l’elettrodeposizione di Cs e Sr descritta da Iwamura non può avvenire, basta l’immersione del catodo nella soluzione per ricoprirlo di un film di quei cationi, sufficiente per dar luogo alla trasmutazione. Pazzesco. Iwamura contava di scaricare Cs e Sr per via elettrochimica, altro che velo di soluzione.
    Come vede, bisogna entrare sempre nelle technicalities, se non si vogliono fare educate conversazioni da salotto.
    Abbiamo comunque dimostrato che il blogcrossing è una pratica da incoraggiare; costringe a uscire dal guscio e a scoprire altre realtà.

  19. Camillo Franchini ha detto:

    @François

    https://thenewfire.wordpress.com/lenr-aka-cold-fusion-is-real/

    Francis Tanzella è sempre stato collaboratore di Michael McKubre. Forse McKubre è in pensione; l’età c’è. Gli auguro di stare bene di salute e lo saluto cordialmente. Su SRI la ff era suo terreno di caccia.

  20. Camillo Franchini ha detto:

    @François
    Se ha materiale o considerazioni da proporre può farlo qua, dove le sole regole da rispettare sono quelle della buona educazione. Il nick va bene; se vuole cambiarlo va bene lo stesso.

    • Fransuà! ha detto:

      Franchini, “François” non se n’è mai andato da qui.

    • CimPy ha detto:

      Ha già scritto qua, con diversi nick.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @CimPy

        Ha già scritto qua, con diversi nick.

        Poco male, i nick sono tutti buoni; buoni spunti possono venire da chiunque. A parte che non capisco perché uno debba cambiare nick.
        Mi ricordo Silvio Caggia che mi indusse a proporre questo diagramma, al quale non avrei pensato senza le sue quasi assillanti richieste di chiarimenti.

        In quell’occasione spero di avere reso un servizio a tutti, non solo a Caggia.
        La filosofia di François mi sembra diffusa: se tante persone, alcune delle quali con incarichi di responsabilità come la docenza presso università, credono nella ff, bisogna riflettere sui documenti che scrivono o hanno scritto (lasciamo perdere i mamozi, che non esistono, tranne quelli stagnolati di Rossi). Fanno capolino gli idola di Bacone.
        Questo schema venne fuori conversando con Giancarlo:

  21. Camillo Franchini ha detto:

    @Moderatore

    Il DoE è citato tra gli enti che hanno indagato, non ho detto che ha sperimentato.

    Le cose stanno così. Nella prima relazione del 1989 il DoE, fra altri statements non meno importanti, rileva:
    A shortcoming of most experiments reporting excess heat is that they are not accompanied in the same cell by simultaneous monitoring for the production of fusion products. If the Excess heat is to be attributed to fusion, such a claim should be supported by measurements of fusion products at commensurate level.
    Questo punto è stato per anni la spina dorsale delle nostre (mia e di altri) contestazioni della realtà della ff. Si afferma che il calore è di origine nucleare ma non si cerca la firma nucleare. Singolare per dei ricercatori. Inoltre non vengono mai usati bianchi, per cui tutte le misure possono essere invalidate dal primo passante. Ogni sperimentatore sa che misure assolute sono pericolosissime; gli errori sistematici sono sempre in agguato. In ff è sempre possibile fare dei bianchi. Nella F&P basta sostituire D con H. Noto per inciso che nel Rapporto 41 non si fa accenno a un bianco.
    Nel 2004, su sollecitazione di Peter Hagelstein, Michael McKubre, David Nagel, Talbot Chubb, Randy Hekman, il DoE accettò di sottoporre a peer review 8 pubblicazioni ff scelte dal gruppo. Il risultato fu che il DoE sconsigliò il finanziamento federale della ff: no reviewer recommended a focused federally funded program for low energy nuclear reactions. .
    Ecco perché il DoE è una entità disomogenea all’elenco che Lei ha fornito di istituti che si sono interessati di ff nei 29 anni trascorsi.
    Saluti

  22. Camillo Franchini ha detto:

    @Lo Spinoso

    Non resta che integrare un po’ alla volta

    A cominciare con questo:
    After 23 years, researchers at the Navy’s Space and Naval Warfare Systems Center in San Diego, Calif., have been ordered to stop their low-energy nuclear reaction research.
    Brady [contrammiraglio] gave the following instructions to SPAWAR researchers:

    1. Immediately cease all LENR research at SPAWAR.
    2. Return any unused funds for LENR research.
    3. Withdraw any pending proposals for LENR research.
    4. Do not publish additional scientific papers on LENR research.

    Il Moderatore avrebbe anche dovuto aggiungere che EXFOR della IAEA e del BNL non riporta alcuno studio ff. La ff è ignorata dalla scienza.
    Mi rendo conto che 23 anni di libertà di ricerca non sono pochi, ma informare oggi che “La Marina Usa” pratica ff è scorretto. Caso mai la praticava. Forse Pamela Mosier-Boss se ne occupa ancora en cachette, ma è come Celani, che non si riesce a far smettere. E’ compulsione, mentalità da ultima raffica.

  23. Camillo Franchini ha detto:

    @François

    No, una informazione interessante, considerando la serietà e lo spessore della struttura in questione

    SRI sarà anche una struttura di spessore, ma la ff è da sempre abbandonata a McKubre e Tanzella, i cui nomi figurano solo nella letteratura collezionata da Jed Rothwell. Non hanno costruito mamozi più importanti di quelli di Rossi.

  24. Camillo Franchini ha detto:

    @François
    Forse Lei è il solo tifoso a conoscere abbastanza bene il materiale ff in rete per proporre cinque LENR da esaminare secondo le conoscenze nucleari più avanzate. Ci si lavora insieme, se la sente? Ci affidiamo alle banche dati nucleari della IAEA. Prendiamo quei dati come pietra di paragone. Ci sta? Cominciamo con cinque reazioni di Sua scelta.

  25. Camillo Franchini ha detto:

    @ocasapiens

    L’inafferrabile “sindrome di Shoenfeld”

    Shoenfeld? A me non sembra possibile che si chiami così; dovrebbe essere Schönfeld oppure, se ö non è disponibile, Schoenfeld. Probabilmente è un ebreo di origine tedesca.

    • Goldbug ha la terza media ha detto:

      Shoenfeld? A me non sembra possibile che si chiami così; dovrebbe essere Schönfeld oppure, se ö non è disponibile, Schoenfeld. Probabilmente è un ebreo di origine tedesca.

      Sì, è così. Pare che esista anche una modella di nome Cara Delevingne (piuttosto che *Delevigne). Succede quando si traslitterano cognomi da una lingua all’altra.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Goldburg

        Si, è così.

        Shoenfeld è un pugno in un occhio. Sarebbe come scrivere Shiller, Shopenauer, Shmidt. Contento Yehuda, contenti tutti.
        In tedesco inglese è Englisch, non English.
        Grazie per l’informazione.
        Saluti

  26. Camillo Franchini ha detto:

    @beppe
    @Salvo Di Grazia
    Buongiorno Dottor Di Grazia; ho letto con ammirazione la Sua ottima critica al lavoro della Antonietta Gatti e ho seguito con interesse la presentazione del Suo libro da Augias.
    Da un punto di vista chimico è corretto affermare che le nanoparticelle sono più attive delle micro o macroparticelle, ma per nuocere alla salute la loro concentrazione non può essere “nano”, deve essere abbastanza elevata da interagire con un numero elevato di cellule. E’ l’applicazione alla biologia della legge di azione di massa. La Gatti non si sofferma sull’aspetto concentrazione delle nanoparticelle.
    Una cosa analoga avviene in fisica sanitaria; un fotone gamma rilascia un po’ della sua energia su una cellula, poi su un’altra distante dalla prima e così via fino a cedere tutta la sua energia in eventi successivi su lungo raggio. Le cellule colpite da gamma hanno una notevole possibilità di recovery perché il danno si limita a una piccola parte; è la ragione per cui il Quality Factor di un gamma è venti volte inferiore a quello di una particella alfa emessa da un alfaemittente ingerito o inalato.
    In fisica sanitaria è molto importante tener conto del tempo che un radiotossico impiega per essere espulso dall’organismo per vie naturali. La stessa cosa penso valga per i tossici convenzionali.
    Purtroppo ogni tanto la TV affida servizi scientifici a personale che dispone di una preparazione inadeguata al compito.

  27. Camillo Franchini ha detto:

    @ocasapiens

    Il prof. Alberto Carpinteri del Politecnico di Torino è famoso per la bufala del piezonuke a sostegno della quale Parlamento e Regione Abruzzo avevano destinato 650 milioni di euro

    Poi ci si lamenta se i tecnici di Lacchiarella non hanno saputo leggere le carte dei progetti di chimica industriale di Rossi; una Regione dovrebbe disporre di personale adatto per tutte le necessità. Comportamenti da bassa Italia? Forse, ma il Piemonte dove lavora Crpntr è alta Italia. In questo contesto di finanza allegra anche il SOLLECITO del 03/04/2017 di Ermete Realacci (quanti sono ormai? è diventato faticoso contarli) si inquadra alla perfezione.
    Vedrai che chiedono e ottengono soldi per vedere chiaro nei vaccini. In fondo si tratta in buona parte di stipendi; la gente deve pure mangiare.

  28. Camillo Franchini ha detto:

    @ocasapiens

    . Tra qualche altro milione di anni, le Dolomiti saranno completamente franate… Così tutte le montagne della Terra sono destinate a sparire. E’ la seconda legge della termodinamica.

    Dove sta l’errore? Nella previsione temporale? Se fa comodo si può mettere un miliardo di anni, ma il destino delle montagne è quello indicato da Masiero.
    Bisogna evitare di mischiare le teorie trascendentali di Masiero con ovvie speculazioni scientifiche. Mettendo in evidenza questa voce in realtà gli stai rendendo un grande servizio.

    OT
    Sto leggendo con grande emozione il libro
    Moriz Scheyer
    Un sopravvissuto
    Guanda (2016)
    E’ la storia commovente di un ebreo austriaco sopravvissuto all’olocausto. Ne consiglio la lettura a tutte le persone che hanno senso della giustizia.

  29. bruno ha detto:

    Anche “Il gran sole d’Hiroshima” di Karl Brückner non era male.

    Lei sa che a Los Alamos c’è un museo della bomba? Un fiore all’occhiello, rispetto ai musei sull’olocausto che hanno in Germania.

    https://www.nps.gov/mapr/upload/MPNHPLosAlamosSiteBrochure.pdf
    https://www.trumanlibrary.org/whistlestop/study_collections/bomb/large/documents/pdfs/65.pdf

    • Camillo Franchini ha detto:

      @bruno

      Anche “Il gran sole d’Hiroshima” di Karl Brückner non era male.

      C’è una differenza che per me è importante. La persecuzione degli ebrei perseguita con fanatismo dai nazisti è diversa da un atto di guerra. In genere in guerra si usano le armi migliori che si hanno a disposizione. Tutti sapevano che il primo a produrre l’arma nucleare l’avrebbe usata. Il trattamento agli ebrei fu personalizzato; 6 milioni di persone singolarmente prese trattate con crudeltà fino alla morte, uno per volta. Per me la differenza è incommensurabile.

    • Ho una banana nell'orecchio per il Duce ha detto:

      Un fiore all’occhiello

      Nevanlinna, non si sente un po’ oppresso a commentare per telegrammi sibillini? Suvvia, si lasci andare, Franchini non morde.

  30. Camillo Franchini ha detto:

    @rosco
    Se per seconda legge della termodinamica intendiamo questa roba:

    Richard C. Tolman
    Relativity Thermodynamics and Cosmology
    Oxford, Clarendon Press

    Giorgio Masiero ha ragione da vendere quando sostiene che destino delle montagne è di scomparire; basta aspettare. La morte termodinamica si manifesta in forma anche più desolata.
    Dispiace che nel necrologio di Emilio Del Giudice Masiero introduca anche l’omeopatia, la memoria dell’acqua e la fusione fredda, concetti cari anche a Preparata. Segnaccio. Risulta che Masiero sia un preparatino come Luca Gamberale?

  31. Camillo Franchini ha detto:

    @ocasapiens
    @Masiero

    Tra qualche altro milione di anni, le Dolomiti saranno completamente franate… Così tutte le montagne della Terra sono destinate a sparire. E’ la seconda legge della termodinamica.

    Se non cancelli dal tuo post questa voce che tu presenti come scorretta, dimostri di essere inadatta a criticare Masiero, Del Giudice e tutti i preparatini che ancora sono presenti in alcune Università sfortunate. Ne avevamo già discusso insieme parecchi mesi fa.

  32. Camillo Franchini ha detto:

    @ocasapiens
    Vedo che non sei convinta che le montagne siano destinate a scomparire dalla faccia della terra, nonostante ne abbiamo discusso a lungo.
    Siccome però noi cerchiamo di fare divulgazione scientifica, vediamo di non lasciare cadere le tue interpretazioni come è avvenuto con Focardi e i prof di UniBO che, secondo le tue descrizioni, sarebbero stati pochi e scarsamente rappresentativi, scaricando tutta la responsabilità di false scoperte scientifiche su un filosofo che non ha mai avuto rapporti di docenza con studenti universitari, quindi del tutto innocuo per noi Italiani.

    Non-living materials, such as rocks, are in a continuous process of decay. Natural processes such as running water and wind continuously erode tiny particles from the rock, eventually rendering it to sand. This is why mountains sowly disappear and why older mountain chains have lost their sharper edges while younger chains are much more defined – and all of it dictated by the Second Law!

    John E. J. Schmitz
    The Second Law of Life
    William Andrew Publishing (2007)

  33. Camillo Franchini ha detto:

    @Masiero
    Estraggo da “Per una nuova biologia coerente con il secondo principio della termodinamica”

    la materia non crea ordine ex nihilo, per caso.

    Mentre è agevole applicare la termodinamica al vivente, il punto critico è quello che Lei mette in evidenza con quella frase.
    Il vivente è un sistema aperto; l’aggregato molecolare prebiotico non lo è ancora. Il passaggio da sistema chiuso o isolato a sistema aperto è il grande salto che l’evoluzionismo propone, scontrandosi con critici avveduti come Lei. Personalmente preferisco eliminare l’intervento divino, che porta più complicazioni che semplificazioni, e affidarmi al caso e alla necessità che agiscono da oltre tre miliardi anni (ora mi fulminano perché ho sbagliato la data). Come si dice, meno variabili si introducono meglio è; io non vorrei introdurre la variabile ingombrante di una divinità creatrice. Lei esclude che, con tanto tempo a disposizione, un agglomerato molecolare possa diventare un sistema aperto?
    Saluti

    • CimPy ha detto:

      Ottimo Masiero è sempre lui, non un altro:

      “Quando gli esploratori del XVI secolo scoprirono le Americhe e il Pacifico, la loro maggiore sorpresa non fu la scoperta di nuove terre, ma quella dell’egemonia tecnologica globale dell’Europa. Come mai – si chiesero – solo noi abbiamo fonderie, cannocchiali, orologi affidabili, mezzi di trasporto oceanici, ecc.? L’unica risposta che io trovo convincente è: la fede cristiana nel Logos. Mentre le altre religioni ponevano l’accento sul mistero o sul caos o sull’introspezione o sull’obbedienza ad un Arbitrio assoluto, fin dalla Patristica e poi nella Scolastica la teologia cristiana aveva attinto dai greci la logica come strumento per ragionare su Dio, creatore razionale del mondo; e per ragionare sul mondo, la cui natura la ragione umana, proprio in quanto partecipe della medesima essenza divina razionale, può indagare. Logos nella Natura creata e osservata, stesso logos nell’uomo creato e osservatore: ecco la radice storica europea della corrispondenza logica tra Natura e mente, da cui è nata la moderna tecno-scienza. Il teologo Agostino aveva indicato la strada: “Alcuni, per trovare Dio, leggono un libro. Ma anche la grandezza del creato è un gran libro [su Dio]: guarda, considera, leggi il mondo superiore e quello inferiore. Dio non ha tracciato con l’inchiostro lettere per mezzo delle quali tu lo potessi conoscere. Davanti ai tuoi occhi ha posto ciò ch’egli ha creato… Gridano verso di te il cielo e la terra: ‘Io sono opera di Dio’” (Sermones)”

      Poi chiama pro Cristiani dell’epoca della conquista delle Americhe (e ce ne vuole) anche Galileo – ma c’è un limite a tutto, se lo va a leggere da solo.

      Con immutata stima.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @CimPy
        Prima di risponderLe sono andato a controllare: ocasapiens non ha cancellato quello che lei elenca tra gli sfondoni di Masiero
        . Tra qualche altro milione di anni, le Dolomiti saranno completamente franate… Così tutte le montagne della Terra sono destinate a sparire. E’ la seconda legge della termodinamica.
        Per inciso noto che nessun ocaboy ha ritenuto opportuno di commentare quella frase; forse la pensano come lei.
        Ho letto le altre cose di Masiero suggerite da oca; è uno dei pochi cristiani consapevole che il vivente non viola la seconda legge della termodinamica; lo confronti con Mastromatteo e si accorgerà della differenza tra i due nelle argomentazioni. Giusto ieri ho commentato un suo punto critico, il passaggio tra sistema chiuso e sistema aperto nel corso dell’evoluzione; tocco i link che propone ocasapiens, perché sa navigare in rete e riesce a proporre materiale su cui riflettere. Ho conosciuto la bizzarra coppia Montanari e Gatti sul suo blog e gliene sono grato.
        Però oca non si lascia correggere quando sbaglia. Per fortuna non reca danno, perché ho notato che chi segue il suo blog dà un’occhiata anche al mio.
        La citazione di Masiero che Lei ha fornito mi interessa meno, perché non ha contenuto scientifico; si tratta di considerazioni di filosofia spicciola, opinioni che si possono rintracciare presso la maggior parte dei cristiani. Io ci sono abituato perché sono sempre stato immerso nel mondo cattolico. Le cose che racconta Masiero le raccontava anche il mio prof di religione del liceo, il compianto Mons. Conigli, che ricordo con affetto. In quegli anni l’ora di religione era molto simile alle ore di filosofia; ora è tutto diverso, si occupano di rapporti tra giovani, di problemi di vita attuale. Di religione imparano poco o nulla.

  34. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy
    Masiero:
    Nel XXI secolo l’attacco alla Creazione deve così passare attraverso l’attacco diretto alla scienza di Galileo, Newton, Einstein e Heisenberg.
    Affermazione a capocchia rivolta agli amici delle confraternita.
    Ripeto, se avesse la mia età non si meraviglierebbe della prosa imaginifica di Masiero. Tutti i cristiani scrivono roba del genere. Anche Papa Ratzinger non scherzava in questa materia.

  35. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy
    Non devo dimenticare che questo post è intitolato “tifo”.
    Fa piacere rileggere questo commento del 2013 di Ascoli65, che cito in parte
    https://fusionefredda.wordpress.com/2013/05/29/levi/#comment-22904
    In conclusione, ciò che finora i cittadini sono venuti a sapere dai giornalisti, attraverso i mezzi convenzionali (stampa, radio e TV), è che a Bologna è stato replicato con successo, sotto gli occhi di numerosi professori del DF e con il determinante contributo di alcuni di essi, un esperimento di fusione fredda in grado di risolvere i futuri problemi energetici, loro e dei loro pronipoti. Questa informazione è formalmente ineccepibile, perché i giornalisti che ne hanno parlato hanno riferito ai loro lettori le informazioni acquisite dalla fonte più autorevole in materia, cioè dagli universitari bolognesi.
    Recentemente ci siamo meravigliati che Sigfrido Ranucci si sia lasciato incantare dalla Gatti, che si è presentata come esperta in analisi chimiche; forse indossava ancora il camice. Tempo fa Sveva Sagramola aveva intervistato con deferenza Crpnt che aveva esposto in TV le sue teorie sulla sindone. Che difesa poteva esibire quella povera crista di fronte a un prof?
    I giornalisti non sono propriamente tifosi, ma sono fatalmente manipolabili data la genericità della loro preparazione.
    Molto del successo attuale di Rossi è legato a quell’antica manifestazione pubblica, organizzata con astuzia da alcuni del DF di Bologna. E’ bastato raccontare che c’era un consistente manipolo di prof per dare all’iniziativa un abbrivio che dura tuttora. François, quando elenca nomi di rango, è partecipe di questa sconcertante realtà. Non bastano i prof ignoranti, ci si mettono anche i giornalisti. Il peggio avviene quando i giornalisti sono sostituiti dai politici, che spesso sono stati studenti universitari rimasti incastrati a mezza strada. Sono i peggiori, nè carne nè pesce, magari un po’ incazzati. Non mi meraviglierei se Realacci fosse un ex studente universitario.

  36. Camillo Franchini ha detto:

    @Lo Spinoso

    Ancora non ha capito chi è me356

    Faccio la mia ipotesi: potrebbe essere la sigla di un aereo militare Messerschmitt dotato di propulsore ff.

  37. Gianluca Guadagno ha detto:

    Ho come l’impressione che si stia divagando dal tema del post… forse sarebbe il caso di farne uno nuovo, tipo “ocasapiens e le sue idiosincrasie”. Penso che i battibecchi siano abbastanza inutili: il dott. Franchini e Sylvie condividono molti aspetti, anche se su alcuni sono in disaccordo, come è giusto che sia in un clima dialettico tra persone educate (e con questo intendo che abbiano avuto una certa educazione).
    Per mia voce, io leggo entrambi (e contribuisco poco) soltanto perché li trovo molto interessanti per chi, come me, apprezza un approccio critico alla marea di bufale (per non dire str*****e) che circolano ormai senza posa nel mare agitato della rete.
    Saluti a tutti.

  38. Camillo Franchini ha detto:

    @Gianluca Guadagno

    Ho come l’impressione che si stia divagando dal tema del post…

    Grazie per l’osservazione.
    Ascoli scriveva:
    https://fusionefredda.wordpress.com/2013/05/29/levi/#comment-23548
    OS “minimizza il ruolo di UniBo”
    OS risponde:
    No, dico che Levi non è l’uniBo più di quanto Zawodny sia la NASA, che 10 prof non sono la “massa” del DF e che dei giornalisti secondo lei “presenti in massa” siamo riusciti a citarne solo tre.
    Io non so quanto l’opinione minimalista di OS abbia influenzato il corso degli eventi. E’ certo che Levi, la spina dorsale della demo del gennaio 2011 e di ogni TPR, si è mosso indisturbato nell’ambito del DF di Bologna come un topo nel parmigiano. Il suo capo firmò addirittura un contratto di ricerca con Rossi. Evidentemente a UniBO non esistono codici etici che invitino i docenti ad assumere atteggiamenti responsabili.
    Anche se non dimentico mai che Rossi non ha la responsabilità di Focardi, in attesa della sua prossima mossa dovremmo almeno sciupargli il terreno di coltura di cui ha sempre goduto, ossia ridicolizzare le pretese scientifiche dei bolognesi, da Levi a Ferrari. Su quella strada si è messa di traverso OS ed è fatale che venga citata.
    Lei si presenta come cronista (Spinge debunkers -molto più bravi di noi cronisti – a scrivere qui), ma si spinge ben oltre i compiti di un cronista.
    Non è azzardato ritenere che il minimalismo di OS abbia facilitato Cplpp nell’evitare di scrivere anche un solo piccolo documento contro ogni tipo di ricerca ff. Ammesso che egli abbia le conoscenze necessarie per farlo.
    La richiesta di brevetto di Rossi (Maddalena Pascucci) del 9 aprile 2008 riporta la citazione di sei papers firmati da Focardi e altri bolognesi/senesi. Si deve fare finta di niente?

  39. Camillo Franchini ha detto:

    @Lo Spinoso

    Continui a ripeterlo, Lmwillys – ha visto mai che a lei il gatto si accenda davvero, magari grazie agli influssi positivi delle sue preghiere.

    Lei sta davvero esagerando; sono mesi che mette i bastoni tra le ruote di Rossi. Il quale è transatlantico, usa solo i soldi di privati che non saprebbero che farsene, è tanto attivo che ogni sei mesi propone un improvement al suo mamozio standard, quello che scaldava i capannoni a Bondeno. Che cosa potrebbe fare di più per divertirLa?
    Ora l’impegno grosso sarebbe di convincere qualche bolognese che conta a dire o scrivere che la ff è scienza patologica. L’INFN non può farlo perché sembra un ente acefalo. In Italia bisogna convincere Federico Testa a non sprecare i nostri soldi in iniziative che possono sembrare intelligenti a un laureato in economia, ma non a chi ha un minimo di competenze nucleari. Se Testa dà retta a Crippa, altro che occuparci delle disposizioni della simpatica Cecilia M. Altonaga.
    Mi rendo conto che un blog non può condizionare gli investimenti di Testa, ma almeno cerchiamo di organizzarci. Un’iniziativa tipo Ezio Puppin potrebbe essere possibile. Però bisogna smetterla di occuparci del saltimbanco. Lei dirà che c’è da considerare anche Sergio Orlandi, ma io credo che quella persona non sia in grado di promuovere investimenti in ricerca.
    Buon fine settimana a tutti.

  40. CimPy ha detto:

    OT
    “Per gli scettici che dovessero leggere: ribadiamo che chi sta eseguendo il test è fermamente convinto che questi fenomeni non esistano e che il Quantum non possa funzionare. Eseguiamo il test perché Freebioenergy ha accettato un test veramente terzo e paga alla SSICA tutte le analisi. In queste condizioni GSVIT non si tira mai indietro e ringrazia chi ha il coraggio di sostenere in modo trasparente le proprie convinzioni mettendoci la faccia”

    Stima, Massa.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @CimPy

      Stima, Massa.

      OT molto interessante.
      Capisco il tuo atteggiamento e lo rispetto, ma credo anche che si debba evitare una radicalizzazione che ricorda l’accanimento terapeutico. La reazione di Focardi/Piantelli non dovrebbe meritare attenzione da parte di nessuno; il lavoro e l’impegno di Massa e dei suoi dovrebbero essere applicati a temi più seri. Tanto più se essi sono fermamente convinti che i fenomeni non esistono. Una prova in negativo non ha nessun valore epistemologico. Il moto perpetuo non è cercato da quando esiste la termodinamica perché essa lo esclude. Chi lo fa non ha la cultura necessaria per capire le prime due leggi. A lavoro terminato, Rossi può serenamente obiettare che manca il quid che attiva la reazione.
      Sempre per stare in ambito OT, credo che verrebbe fornito un maggiore contributo alla conoscenza degli appassionati di scienza commentando opportunamente la proposizione sulla termodinamica di Giorgio Masiero così come l’ha fornita ocasapiens. Nessuno l’ha fatto ed è un peccato. Gli ocaboys sono raramente all’altezza delle situazioni. Nessuno dispone delle capacità logiche di Ascoli65. Ogni volta che si è applicato di là ha fatto ravages.

      • Franco Morici ha detto:

        Bè, se siamo in tema OT segnalo a chi fosse interessato anche questo articolo:
        “Calorimetric Investigation of Anomalous Heat Production in Ni–H Systems”
        tratto da Proceedings of the 11th International Workshop on Anomalies in Hydrogen Loaded Metals,Toulouse, October 15–16, 2015

        “It has been claimed that Ni–H systems produce excess heat for long periods of time. We have performed experimental calorimetric investigations of this phenomenon. The experimental setup consisted of a ceramic reactor with nickel powder inside it, a heater, hydrogen loading system and calorimeter. Nickel powders with different grain size were used because of their large surface area. Hydrogen pressure varied from 0.5 to 2.5 atm. Temperature varied from 25 to 800◦C. Di ferent methods of input power were used in order to investigate possible effects of high amplitude magnetic pulses. The experimental runs lasted from 4 to 50 h. Experiments did not show any evidence of excess heat within the accuracy of measurement.”

        http://imgur.com/a/uc4Qi

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Franco Morici
          Buongiorno Franco.
          Immagino che siano stati innumerevoli negli anni in tutto il mondo i tentativi di produrre ff ricca e povera e solo pochissima letteratura in negativo ne sia emersa.
          L’impegno di Mario avrebbe senso solo se avvenisse in collaborazione stretta e volonterosa con Rossi. Da solo al massimo verrebbe riconosciuto l’impegno, come è avvenuto con il Rapporto 41. Nessuno si illude che De Ninno abbia fatto una piega, anche se è stata messa a conoscenza del vostro lavoro. Quello che sa e che ha visto è riportato nel Rapporto 41. Punto. Solo le obiezioni di principio mantengono validità; almeno si fa sapere agli appassionati di scienza che certe rivendicazioni sperimentali violano la scienza nota. A questo punto ognuno si prende le proprie responsabilità.
          Il rischio che corre Massa è il solito, di dover ascoltare il commento “cosa ti aspettavi?”
          L’articolo che hai riportato non ha lasciato traccia, come avrai constatato; tempo perso. Tifosi e investitori compulsivi vedono solo le cose in positivo. E’ gente che ama osare e rischiare. Come quelli che spendono i soldi della famiglia con le slot machines.

        • CimPy ha detto:

          A scanso di equivoci, l’OT con Massa era relativo a questo

        • Franco Morici ha detto:

          @ Camillo
          Credo anch’io che molti test FF hanno un esito negativo ma non vengano diffusi. Coloro che li eseguono (e sono dei convinti sostenitori della FF) sono portati a dar la colpa a qualcosa che hanno sbagliato e per questo motivo non cessano di credere all’esistenza del presunto fenomeno.

          Il documento riportato mostra il caso di un test che fa uso di Calorimetria a Flusso (direi la bestia nera dei fusionisti, coincidenza vuole che chi la utilizza non rileva alcun calore in eccesso, eccesso rivendicato invece con altri metodi, un esempio per tutti Piantelli) e non della consueta discutibile ed incerta Termometria (o peggio ancora i set-up per test termometrici comparativi).
          Il gruppo di Celani è un esempio di questa scuola, da vent’anni somministra Termometrie (ricordo forse un unico test calorimetrico ma con delle perdite del sistema di misura assolutamente inaccettabili e quindi inadatto a dimostrare alcunché di scientifico) i cui risultati non dimostrano mai nulla di certo; sembra che evitino appositamente di sottoporre il loro dispositivi ad una MFC seria che possa dare dei responsi scientifici condivisibili.
          Meno che meno poi il tener fede all’impegno di affidare la misura calorimetrica tipo a chi da scettico (e da anni) chiede di poter verificare il loro claim.
          Buona giornata.

  41. Camillo Franchini ha detto:

    @Franco Morici

    sembra che evitino appositamente di sottoporre il loro dispositivi ad una MFC seria che possa dare dei responsi scientifici condivisibili.

    Avrai notato quanto è piccola la cella bustrofedica della De Ninno. Le strisce di palladio sono talmente vicine che appena passa un po’ di corrente si saldano. C’è una ragione perché debba essere una cella nano? Quelle dimensioni vanno bene per Dotto, mica per uno della stazza di Michele Emiliano.
    Anche il biscottino di Iwamura è stato progettato in modo che nessuno riesca a riprodurlo (ammesso che uno sia così sprovveduto da voler ripetere un qualsiasi esperimento di Iwamura).
    Del resto la incompetence dei ff fu ufficialmente riconosciuta nel corso della conferenza dell’AFS dei primi di maggio 1989.

    • mario massa ha detto:

      @Camillo
      “L’impegno di Mario avrebbe senso solo se avvenisse in collaborazione stretta e volonterosa con Rossi”

      Infatti Camillo ho sempre sostenuto che è inutile tentare di replicare esperimenti che vanno (o almeno sembrano) andare contro leggi fisiche ormai date per scontate, esattamente per i motivi che tu e Franco riportate.
      Con Rossi e Levi ogni tentativo di verifica in collaborazione è stata respinta.
      Il test sul Quantum riportato da Cimpy invece è in corso proprio perchè il costruttore ha mostrato quella volenterosa collaborazione di cui parli. So bene che per te è comunque un “cercare di fotografare gli asini che volano” e quasi certamente hai ragione, ma una volta che hai detto chiaramente che non credi che il suo oggetto funzioni, ma il costruttore vuole comunque mettersi alla prova, sarebbe perlomeno maleducato non accettare, non trovi? E se ogni cosa viene concordata con lui ed è lui stesso a curare l’installazione ma nemmeno lui riuscirà a farlo funzionare, quali scuse potrà addurre?
      Tempo perso? Forse, ma hai la quasi certezza di fermare una bufala. Nella probabilità tendente a 0 che invece funzioni puoi dichiarare che il fenomeno appare inspiegabile e deve essere indagato.
      Un altro caso simile è quello di Emidio Laureti. E’ probabile che si arrivi a misurare la sua PNN. Ma sempre insieme a lui e in totale collaborazione.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @mario massa

        Il test sul Quantum riportato da Cimpy invece è in corso proprio perchè il costruttore ha mostrato quella volenterosa collaborazione di cui parli.

        Sono completamente d’accordo con te. La disponibilità sincera a collaborare da parte del soggetto che fa certe rivendicazioni è rispettabile e deve essere rispettata. Questo mi sembra il caso di cui ti stai occupando (grazie a CimPy che mi ha aiutato a capire).

        Tempo perso? Forse, ma hai la quasi certezza di fermare una bufala.

        Mettersi a disposizione di chiunque abbia la convinzione di avere fatto una scoperta interessante è un comportamento lodevole.

  42. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    Thumb up (o, in testuale: “quoto”)

    Una richiesta di collaborazione non dovrebbe mai essere rifiutata, se si ha tempo e mezzi per farlo. Sarebbe augurabile che anche Laureti si rivolgesse a Massa.

    • E.Laureti ha detto:

      @Franchini

      egregio,
      mi sono già rivolto a Massa (dato che che circa 2 anni fa gli avevo promesso qualcosa) … ma la tempistica è pure legata agli imponderabili eventi della natura umana (sfiga sotto certe angolazioni) …. 🙂
      sto con altri collaboratori del GSVIT ( già venuti a Febbraio nel mio modesto lab) valutando quel che bisogna fare per avere misure ineccepibili …
      non mi va di aggiungere altro per ora …

      quo fata ferunt
      e saluti

      • Camillo Franchini ha detto:

        @E.Laureti

        Saluti
        Mi fa piacere che Lei sia disposto a collaborare personalmente con lo GSVIT. Mi pare sia la prima volta che accade. La DN non credo si sia degnata. Aveva già dato e non le sarà sembrato il caso di accostarsi a una minestra riscaldata. Aveva già ricevuto il miliardo e mezzo di lire per impostare la sua personale ricerca ff e non ha creduto opportuno scrivere un commento finale sul lavoro dei colleghi. Almeno io non l’ho letto. Spero mi sia sfuggito.

        • E.Laureti ha detto:

          @Franchini
          Mi fa piacere che Lei sia disposto a collaborare personalmente con lo GSVIT.

          il piacere è anche mio perché ho già ricevuto ottime dritte su come migliorare sensibilmente il processo di misura. I test pnn saranno a scatola chiusa (prima del brevetto) come del resto sono in pratica per l’Emdrive ….. dato che a tutt’oggi non conoscono la sua teoria di funzionamento 🙂
          Ovviamente ogni controparte deve fare durante la verifica i test che vuole.

          Mi pare sia la prima volta che accade.

          Se è così si è rotto un incantesimo .Cominciai a dubitare fortemente di Rossi e Unibo quando gli chiesi invano e ripetutamente di far sottoporre il suo mamozio, sempre a scatola chiusa, ad un esame del GSVIT.
          I membri del GSVIT che ho conosciuto Baldassarra e De Marchis mi sembrano ottime persone.

          La DN non credo si sia degnata

          Scusa Franchini la mia Ignoranza ma non ho seguito sempre tutto il tuo blog… cosa è la DN?

        • CimPy ha detto:

          De Ninno?

  43. Camillo Franchini ha detto:

    @Ascoli65
    Buongiorno
    Forse siamo riusciti a disinnescare una bomba.
    Recentemente ho avuto occasione di parlare con la persona che sai, la quale mi ha detto che avrebbe spedito direttamente a Realacci le osservazioni scritte che le ho fatto avere, in particolare la presa di posizione del Gabinetto delle Markel. Sai, i politici fanno più caso ai politici che ai prof, dei quali forse conservano un cattivo ricordo.
    Se si riesce a far cessare investimenti italiani da parte di ENEA, INFN, bolognesi, avremo giustificato il nostro lungo impegno. Il caso Rossi è solo folclore, dato che per il contribuente italiano la sceneggiata è gratuita e anche appassionante, a giudicare dal vivace dibattito che avviene su Cobraf. Speriamo che Rossi tenga duro e spedisca qualche rimessa in Italia. Pecunia non olet.

    • Ascoli65 ha detto:

      @ Camillo,
      buona serata a te.

      Recentemente ho avuto occasione di parlare con la persona che sai, la quale mi ha detto che avrebbe spedito direttamente a Realacci le osservazioni scritte che le ho fatto avere, …
      Grazie per l’aggiornamento. E’ positivo che l’ex Ministro (se ho capito di chi parli) si attivi per rimediare in qualche modo alla mancata risposta all’interrogazione parlamentare sulla FF. Sinceramente avrei preferito che il sollecito fosse stato inviato all’attuale Ministro al fine di completare il corretto iter parlamentare avviato 3 anni e mezzo fa, tuttavia se il suo intervento servisse ad ottenere un ritiro dell’interrogazione, pubblicamente e adeguatamente motivato da parte dello stesso deputato richiedente, si tratterebbe comunque un risultato significativo ed apprezzabile. Sempre che arrivi prima del verdetto della corte americana …

    • Ascoli65 ha detto:

      @ Camillo,
      Se si riesce a far cessare investimenti italiani da parte di ENEA, INFN, bolognesi, avremo giustificato il nostro lungo impegno.
      Attualmente la parte del leone la fa solo il primo e non solo nella fusione fredda. E’ di oggi la notizia ANSA che aggiorna gli italiani sul “sogno dell’energia pulita” (1).
      Interessanti i 3 video YouTube a piè pagina (2a,b,c), non tanto per il contenuto (scontato), ma per la categoria in cui risultano (per ora) classificati: Umorismo!
      Lapsus freudiano o il PR ENEA (3) sta preparando il terreno per dirci che era tutto uno scherzo?

      (1) http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/energia/2017/05/19/fusione-nucleare-terminato-il-primo-magnete-e-produce-energia_ab1542bd-8c7a-4bb3-9e6e-4b2229dd8fd8.html
      (2a) https://youtu.be/LFiBeFLE_TM
      (2b) https://youtu.be/YwbgM-mp3WA
      (2c) https://youtu.be/nWjgm5axRwo
      (3) https://www.youtube.com/user/ENEANEWS/featured

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Ascoli65

        Umorismo!

        Gli atteggiamenti stentorei dell’ENEA in materia di fusione nucleare sono sempre più ridicoli. Vogliono provocare un movimento di opinione popolare. E’ grillismo trasferito nella tecnologia. Fa un po’ ci chiederanno di cliccare “mi piace”.

        • Ascoli65 ha detto:

          @ Camillo,
          Fra un po’ ci chiederanno di cliccare “mi piace”.
          Lo stanno già facendo.
          La situazione attuale è la seguente:
          Video 2a – Visualizzazioni: 5916 – Pollice su: 5 – Pollice giù: 0
          Video 2b – Visualizzazioni: 2314 – Pollice su: 2 – Pollice giù: 0
          Video 2c – Visualizzazioni: 6287 – Pollice su: 2 – Pollice giù: 1
          Neanche l’un per mille di gradimento.
          Non funzionano neppure nella categoria umorismo.

  44. Camillo Franchini ha detto:

    @ocasapiens

    Ha ragione Mario Massa, mi sembra: Rossi ha usato Focardi per adescare altri accademici FuFisti.

    Per quanto si tenga in discredito certo mondo accademico e in particolare il DF dell’Alma Mater bolognese, è difficile lasciare la ff povera in mano a Rossi, un laureato in filosofia con precedenti pesanti di ingegneria chimica fasulla.
    La storia è nota; Focardi fu un convinto ff della prima ora. Coinvolse molti bolognesi nella sua passione, tanto che nel DF figurano tesi di laurea con titoli sconcertanti, per esempio:
    LARA STUPAZZONI – Misure del flusso di neutroni emessi in processi di fusione fredda, Università di Bologna, Anno Accademico 1994-1995, sessione autunnale.
    ANNALISA BERNARDINI – Studio di processi nucleari in sistemi Ni-H,
    Università di Bologna, Anno Accademico 1996-1997, seconda sessione.

    Forse il nome di Focardi non figura direttamente nelle tesi, ma l’ambiente è quello.
    Un ambiente già tarato in senso ff e spregiudicato prima dell’arrivo di Rossi. Credo che in nessuna altra università italiana abbiano osato assegnare tesi ff.
    Era fatale che un ambientino del genere diventasse terreno di caccia per qualsiasi avventuriero nucleare. Rossi è stato il più lesto. Solleticare la vanità di Focardi ostentando capacità economica e disponibilità ad adeguarsi alle sue stravaganti dottrine ff è stato per Rossi un gioco da ragazzi. Promuovere iniziative ff a Bologna è stato facile come infilare un coltello nel burro fresco. Rossi era al corrente dell’attività ff dei bolognesi, infatti nella sua richiesta di brevetto ha citato sei lavori di bolognesi/senesi. Forse era anche al corrente del lavoro ff svolto da Zoccoli al Gran Sasso. In quei laboratori a basso fondo neutronico si cercavano flussi di neutroni derivanti da reazioni capaci di produrre calore. Flussi elevatissimi, che non avrebbero richiesto particolari attenzioni al background neutronico. Però sono andati al Gran Sasso in una quindicina. Giusto per fare scena.

    Rossi ha usato Focardi per adescare altri accademici FuFisti.

    Gli accademici bolognesi ff erano già stati adescati molti anni prima dell’intervento di Rossi. Il lavoro ff di Zoccoli risale addirittura al 1989.
    Era fatale che Focardi attirasse l’attenzione di chi aveva progetti che si sono dimostrati vincenti, dato che Rossi ha messo allegramente nel sacco un bel po’ di americani. Chapeau a tutti e due. Secondo me in Italia non avrebbero avuto successo. Ma queste cose le sa dire meglio CimPy.

  45. Camillo Franchini ha detto:

    @ocasapiens

    Nessun italiano ha abboccato, nonostante il contratto-esca da 500 mila euro con il Dip. di Fisica di Bologna, mai firmato da Rossi.

    Il contratto non era rivolto a ricercatori “italiani” ma a ricercatori “bolognesi”, che avevano abboccato allegramente (o forse avevano sollecitato l’abboccamento, chi lo sa).
    Dalla cronaca:
    “Il nostro interesse è fortissimo — dichiara Paolo Capiluppi, direttore del dipartimento —, c’è molta curiosità, ma per noi è vero solo ciò che possiamo misurare”. Per rendere attivo il contratto ci vuole il versamento della prima rata del contributo, 500 mila euro in due anni, che Rossi si è impegnato a dare per sostenere tutti i costi. «Dovremmo partire a breve, tra qualche settimana — confida Enrico Campari, docente di fisica sperimentale e responsabile scientifico della ricerca con Giuseppe Levi —, in estate si potrebbero avere i primi report scientifici dei risultati ottenuti che divulgheremo alle riviste scientifiche».
    Campari e Levi sono stati allievi di Focardi.

    Accademico di rango e co-autore dei test precedenti al 2011, Sergio Focardi viene escluso da quelli successivi.

    Focardi era molto più che co-autore dei test, insieme a Piantelli aveva inventato la ff povera che era tanto piaciuta a Rossi. Levi e Campari, giovani allievi di Focardi, avevano preso il suo posto di sperimentale. Non c’è da stupirsi, due anni più tardi sarebbe mancato.

  46. Camillo Franchini ha detto:

    @Ascoli65
    ocasapiens scrive:
    Rossi ha usato Focardi per adescare altri accademici FuFisti. Nessun italiano ha abboccato, nonostante il contratto-esca da 500 mila euro con il Dip. di Fisica di Bologna, mai firmato da Rossi.
    Vediamo di fare riferimento ai documenti.
    Il 5 novembre 2011 su UniBO Magazine si legge:
    L’Università di Bologna – in riferimento al servizio pubblicato su FoxNews.com e a diversi articoli usciti nelle ultime settimane – precisa di non essere coinvolta negli esperimenti sull’E-Cat condotti dalla società Leonardo Corp. di proprietà di Andrea Rossi.
    Falso. E facile verificare che Focardi come docente emerito e come teorico della ff povera, Levi come ricercatore allievo di Focardi e Bianchini come fisico sanitario hanno collaborato attivamente alle attività ff di Rossi.
    1) nessun esperimento relativo all’E-Cat si è svolto presso l’Università di Bologna né il 28 ottobre 2011, né in date precedenti, né è stato condotto da ricercatori dell’Università;
    Del genere: la notte del 20 maggio 2017 la banca di Bondeno è stata svaligiata, dove’ eri quella notte? Nessun problema, la notte del 20 aprile 2017 ero con la mia fidanzata.
    Nella richiesta di brevetto Rossi scrive:
    Pressure gauge: Elaborazione – Dipartimento di Fisica – Università degli Studi di Bologna
    Neutron measuring device: Elaborazione – Dipartimento di Fisica – Università degli Studi di Bologna
    Chemical-physical analyses: – Dipartimento di Fisica – Università degli Studi di Bologna
    2) l’Università di Bologna (Dipartimento di Fisica) è pronta a svolgere esperimenti sull’apparato E-Cat non appena il contratto siglato con la EFA SrL (la società italiana di Andrea Rossi) sarà reso attivo: a questo scopo erano presenti agli esperimenti, in qualità di osservatori, i ricercatori dell’Università di Bologna.
    Sarà stato un caso, ma i ricercatori dell’Università di Bologna non erano ricercatori ordinari, erano ricercatori dediti alla ff a partire dal 1989. I ricercati quadratici medi non erano presenti. I Bolognesi riconoscibili erano tanti: Levi, Ferrari, Galantini, Capiluppi e Zoccoli. Di loro solo Capiluppi era un fisico quadratico medio. Di lui non sono noti lavori ff.
    Quel contratto non avrebbe dovuto essere fatto anche in condizioni di miseria estrema. Il DF di una Università non è lo GSVIT per il quale qualsiasi indagine è buona, se le parti sono in accordo. Una Università non può mettersi a disposizione del primo arrivato, anche se è per avere un po’ di soldi in più a disposizione per fare ricerca.
    Come spesso le capita, oca cerca di strozzare in una frase concetti che devono essere elaborati con pazienza e competenza.
    Mi chiedo se oca si comporterebbe con la stessa indulgenza se Focardi fosse stato francese. Un prof italiano invischiato in scienza patologica imbarazza noi italiani più di uno straniero, è normale. E’ difficile che uno di noi si interessi alla credibilità di Zawodny o di Parkhomov.

    • Ascoli65 ha detto:

      @ Camillo,
      Mi chiedo se oca si comporterebbe con la stessa indulgenza se Focardi fosse stato francese. Un prof italiano invischiato in scienza patologica imbarazza noi italiani più di uno straniero, è normale.
      Evidentemente c’è chi ritiene che il DF-UniBo goda dell’extraterritorialità o persino dell’extraterrestrialità.
      Forse a Bologna il 21 aprile del 2011 si era riunito un Consiglio di alieni … dalla fisica:
      http://22passi.blogspot.it/2011/06/accadde-il-21-aprile.html

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Ascoli
        ocasapiens:

        Nessun italiano ha abboccato, nonostante il contratto-esca da 500 mila euro con il Dip. di Fisica di Bologna, mai firmato da Rossi.

        Il testo suggerisce che il contratto è stato comunque firmato da Capiluppi.
        Passerini:

        il Direttore del Dipartimento, Paolo Capiluppi, firmò il contratto e lo inviò alla moglie di Rossi, Maddalena Pascucci, socio di maggioranza della EFA srl.
        Dopo circa un mese il contratto è stato controfirmato e rimandato al Dipartimento di Fisica.

        I due testi si contraddicono, a meno che oca faccia una furbata alla francese distinguendo tra Rossi e Pascucci. Non mi meraviglierebbe.
        Uno dei due cronisti ha tentato di propinarci una balla di cronaca.
        Nessun commento al post da parte degli ocaboys; come non l’avessero letto. Nemmeno Mario Massa citato con nome e cognome ha commentato.
        Cosa intende oca per contratto-esca? Secondo Passerini l’esca sarebbe stata lanciata da Capiluppi. Oca intende la stessa cosa o il contrario?
        Ha ragione Mario Massa, mi sembra: Rossi ha usato Focardi per adescare altri accademici FuFisti.
        Focardi che adesca Levi e Campari? Ridicolo, erano già ff di loro e non vedevano l’ora di farsi un po’ di pubblicità sui giornali, che in carriera serve sempre.

        • Ascoli65 ha detto:

          @ Camillo,
          Cosa intende oca per contratto-esca? Secondo Passerini l’esca sarebbe stata lanciata da Capiluppi. Oca intende la stessa cosa o il contrario?

          Non so cosa intenda OS con “esca”. La sua mi sembra un’azione preventiva di protezione del DF, lanciata alla vigilia del processo in Florida, che rischia di riattizzare l’interesse mediatico per le vicende del 2011.

          L’interpretazione che il pescatore fosse il DF sembrerebbe compatibile anche con quanto riferitoci da Mario Massa (1,2). Ma in tal caso, salvo l’aver poi sfruttato la circostanza, Rossi sarebbe stato il pesce.

          Tuttavia non credo che sapremo mai la verità completa, non vedo chi possa volere che essa “esca”. 🙂

          (1) https://fusionefredda.wordpress.com/2015/03/15/iccf-19/#comment-49463
          (2) https://fusionefredda.wordpress.com/2015/11/19/brevetti/#comment-53575

        • mario massa ha detto:

          @Camillo
          “Nemmeno Mario Massa citato con nome e cognome ha commentato.”

          Camillo, non seguo molto, e non so nemmeno di che post parli. Se era da Oca non ci vado mai se non mi segnalano qualcosa. Ti sarei grato se riuscissi a darmi il link.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Ascoli

        Evidentemente c’è chi ritiene che il DF-UniBo goda dell’extraterritorialità o persino dell’extraterrestrialità.

        E’ una singolare forma di complesso di inferiorità rispetto all’Alma Mater Studiorum: ocasapiens piuttosto che scrivere che Focardi e i suoi allievi hanno mostrato in pubblico un clamoroso vuoto di conoscenze nucleari si farebbe tagliare il naso. Preferisce mettere alla berlina un furbetto che ha approfittato della situazione per fare soldi. Quando un organismo mostra debolezze, un opportunista abile ne approfitta. Quando un albero si indebolisce ci crescono sopra i funghi. Alle fine il più spietato giustiziere della bufala seno/bolognese sarà stato Rossi. La tira talmente in lungo che i nomi di Focardi e Levi sono da anni sullo sfondo della scena. E con loro UniBO.
        Se L’Università di Bologna fosse privata i nostri eroi avrebbero avuto altre carriere dopo un simile scivolone. Si è visto che fine hanno fatto F&P.
        Dove stava C***i quando nel suo Dipartimento si discuteva questa tesi?
        (T14) CLAUDIO CERRETO – Processi nucleari nei sistemi TI/H a temperatura ambiente, Università di Bologna, Anno Accademico 2004-2005, seconda sessione.
        Ragazzi, da F&P sono trascorsi quindi anni e ancora da quelle parti rovinano la vita agli studenti.
        A me spiace che anche CimPy qualche volta sembri preferire far volare lo straccio Rossi piuttosto che disturbare la quiete olimpica dei bolognesi.
        Si ha diritto di chiedere una presa di posizione coraggiosa e definitiva da parte di UniBO sull’operato ff di Focardi, Levi, Campari, Bonetti, Ferrari, per segnalare solo i più esposti? Oppure all’Università devono tutti vivere di rendita a spese del contribuente, anche gli incapaci?

  47. Camillo Franchini ha detto:

    @mario massa

    Camillo, non seguo molto, e non so nemmeno di che post parli.

    Ecco il link:
    http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2017/05/19/dal-pianeta-rossi-con-quiz/

  48. Camillo Franchini ha detto:

    @Ascoli

    Ma in tal caso, salvo l’aver poi sfruttato la circostanza, Rossi sarebbe stato il pesce.

    Certamente Rossi romase affascinato dalla straordinaria concentrazione di luminari della scienza senese/bolognese che si erano buttati con entusiasmo sulla ff povera. Avrà pensato: il nickel c’è, l’idrogeno pure, perché non costruire con dovizia di mezzi il mamozio progettato da Piantelli/Focardi. Se funziona evviva, se non funziona i luminari attireranno abbastanza gonzi da rendere l’iniziativa comunque remunerativa. Se in Italia non ci sono gonzi a sufficienza, si va in America.
    Mario Massa si è sempre schierato in difesa dei bolognesi come ocasapiens, sorretto da una mentalità che anni fa avrebbero definito di edonismo reganiano: lasciate che i furbi si esprimano.
    sono convinto che l’università agì senza porsi più di tanto il problema dell’effettivo funzionamento del marchingegno.

    se un imprenditore ti chiede una indagine ed è disposto a pagare bene, perchè non farla?

    Speriamo che non sia andata così. Se degli accademici sanno che il mamozio di Focardi/Rossi non può funzionare, non solo non approfittano dell’altrui ignoranza per fare soldi, ma denunciano nella sede opportuna il caso di scienza patologica, se si rendono conto che può diffondersi e illudere molti cittadini, cosa per altro regolarmente avvenuta.
    Lo GSVIT può permettersi di dare retta a inventori di ogni risma, gli accademici no, perché sono dipendenti statali. A me fu richiesto di giurare correttezza di comportamento, tra altre voci.

    • Ascoli65 ha detto:

      @ Camillo,
      … ma denunciano nella sede opportuna il caso di scienza patologica, …
      Se è per questo, erano ben disposti a farlo. Erano solo un po’ confusi sul chi, cosa, perchè e a chi:
      http://www.queryonline.it/2011/01/31/il-ritorno-della-fusione-fredda-2/comment-page-7/#comment-2172

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Ascoli
        Il Dipartimento di Fisica dell’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, non ha nulla da commentare su quanto viene scritto o richiesto al proprio riguardo. Non considera di nessun valore le affermazioni di chiunque scriva o pretenda di valutare il comportamento del Dipartimento senza nessuna base scientifica riscontrata da riviste scientifiche riconosciute e “referate” da comitati scientifici di alto livello internazionale.
        Il Dipartimento non intende rispondere a nessuna di queste contestazioni e non darà nessun altra risposta oltre a questa. Fatto salvo l’inesorabile e puntuale ricorso alla denuncia alle autorità giudiziarie di ogni azione che dovessero concretamente e provatamente danneggiarlo.

        Dio li fa poi li accompagna. E’ la dimostrazione che in quel Dipartimento tutti, non solo Focardi e i focardiani, consideravano degna di attenzione la Ni + H —> Cu. La vaghezza (la indeterminazione si potrebbe dire) delle conoscenze nucleari era estesa a tutti. Talmente somari e presuntuosi che avrebbero preteso che la confutazione di quella bubbola avvenisse in articoli peer reviewed. Gente del tutto fuori testa. Il problema è sapere se quella gente insegna ancora e se a Bologna continuano a produrre tesi di laurea ff.
        Nota che l’esternazione fu accolta da Daniele con un maiuscolo ERA ORA, in totale sintonia con i bolognesi.
        CimPy si comporta come un ocaboy, continua a indignarsi per la spregiudicatezza di Rossi.
        Per favore CimPy, sappiamo tutti che Rossi è un filone, non è necessario che Lei ce lo ricordi in un articolo peer reviewed. Ma dica, è peggio alleggerire dei soldi superflui i creduloni americani o fare tesi di laurea ff a Bologna? A Rossi va riconosciuto il merito di mantenere desta l’attenzione su un episodio impressionante e prolungato di scienza patologica che altrimenti sarebbe già stato dimenticato. Paradossalmente è il solo a essere utile nella nostra attività di debunking. Ogni tanto consideri gli aspetti positivi della sua azione. E’ più utile un mamozio di Rossi di una dimostrazione di Massa. Senza Rossi sarebbe finita come con Piantelli, scomparso dalla scena ff senza lasciare traccia.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Ascoli
        Purtroppo il CICAP non si dimostrò all’altezza della sfida:
        Interveniamo solo per fare una precisazione: il CICAP non fa “opposizione materiale” e non è assolutamente in contrasto con il Dipartimento di Fisica di Bologna. Anzi.
        Anzi cosa, dottoressa Mautino?
        Gli idola baconiani sono sempre in attività.
        La discussione venne chiusa con queste parole:
        Ok, signori, si chiude la discussione perché avete tutti oltrepassato il limite e la cosa sta diventando decisamente ridicola.
        Tipico esempio di puzza sotto il naso mautiniana. La discussione era stata civilissima e molto costruttiva. Comunque l’amministratore del sito non dovrebbe mai esprimere giudizi di merito offensivi.
        Cosa è diventato il CICAP sotto la guida Mautino? Esiste sempre?

    • CimPy ha detto:

      “Certamente Rossi rimase affascinato dalla straordinaria concentrazione di luminari della scienza senese/bolognese che si erano buttati con entusiasmo sulla ff povera”

      Mentre, in galera, studiava il business della FF.

      Senza dubbio, lo avrà colpito il fatto che tanti luminari ne potessero parlare e rimanere lo stesso luminari – che ciò preannunciasse che potesse farla franca, deve ben essergli passato per la mente.

      Ma “affascinato”? Il filosofo Enterpreneur? Quello dai business fumosi, in odore di frode fiscale e di fatture false? Via, non lo sottovaluti – più facile il contrario: che qualche luminare sia rimasto ammaliato dalla naturalezza con cui Rossi millantava qualsiasi cosa, anche conoscenze che non aveva – chiaramente il sogno di ogni professore senescente.

      • Franco Morici ha detto:

        @ Cimpy
        Millantare è ormai una “professione” comune. Per fortuna ogni tanto qualche bufala si palesa per quel che è, ma questo purtroppo vale fino alla prossima fiammata di ciarlataneria a cui i soliti faziosi/tifosi daranno immediatamente il loro contributo di sostegno e plauso.
        Prendiamo ad esempio il caso del miracolistico “Orbo” della tristemente nota STEORN la quale, dopo aver spacciato per anni (urbi et orbi) il suo miracolo energetico disponibile in commercio, adesso pare essere in liquidazione (1).
        Magari qualche affezionato può portarsi a casa uno dei loro “gioielli” (2) prendendo parte all’asta.
        Adesso c’è solo da attendere la messa in onda sul web delle storielle e delle versioni complottistiche (a base di poteri forti) a supporto di quella bufala, ovviamente da parte dei soliti noti illuminati tuttologi.

        (1) http://www.cooney.ie/cooney_item_page.php?id=126
        (2) http://www.cooney.ie/lot_item_page.php?id=14076

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Franco

          Millantare è ormai una “professione” comune.

          Prendiamo ad esempio il caso del miracolistico “Orbo” della tristemente nota STEORN

          Non bisogna confondere Steorn con Leonardo, cosa che piacerebbe molto ai valorosi Ocasapiens, Mario Massa, CimPy, che da anni si adoperano per salvare il soldato Ryan/DF.
          Rossi ha sviluppato un’idea nata e sviluppata con determinazione nell’ambito di un Dipartimento di UniBO. S. McCarthy (o come si chiama) CEO di Steorn non ha sviluppato un’idea nata presso un’Università. Non ha docenti a supporto.
          Questa differenza è talmente importante che pochi hanno preso sul serio Orbo, mentre ancora oggi molti si interessano al mamozio di Rossi, oggetto blasonatissimo. Per questo i bolognesi dovrebbero decidesi a emettere un comunicato in cui si dichiara che la fisica nucleare di Focardi espressa nel mamozio è spazzatura. Se non lo fanno, tutti sospetteranno che in quel dipartimento si assegnano ancora tesi ff.
          Se millantare è una professione bisogna studiare singolarmente i casi.
          Io non mi meraviglierei se Mario Massa, quatto quatto, impressionato dal prestigio della coppia Focardi/Piantelli, fosse stato tentato di costruire un mamozio stile Focardi. E forse anche altri l’hanno fatto. Naturalmente non ci fanno sapere nulla nel timore di essere considerati creduloni sprovveduti.
          Saluti

        • CimPy ha detto:

          Non è che se mr Steorn non è stato abile come mr ECat a trovare supporter (“venduti per denaro, persino in qualche caso autodichiarato”, si può dire?), significa che mr Steorn è meno imbroglione di mr ECat, o che mr ECat meriti l’ergastolo e mr, Steorn sei mesi con la condizionale – sempre di fuffari si tratta, sempre di truffe e frodi si parla,

          Quanto al pubblico plaudente, sarebbe da capire quanti e quali siano i casi umani rispetto a quanti e quali siano gli interessati (pure indirettamente e per un piatto di lenticchie comunque rubato a Pantalone)

        • mario massa ha detto:

          @Camilo
          “Io non mi meraviglierei se Mario Massa, quatto quatto, impressionato dal prestigio della coppia Focardi/Piantelli, fosse stato tentato di costruire un mamozio stile Focardi.”

          Camillo sai bene che stimavo Focardi come persona. Nel suo campo non avevo le conoscenze sufficienti per giudicarlo, Ho raccontato parecchio tempo fa che un proprietario di azienda che conoscevo bene mi chiese se secondo me il sistema di Rossi poteva funzionare. io gli raccontai la mia misura effettuata 15 anni prima sul sistema di Focardi concludendo che se non funzionava quello mi aspettavo che non funzionasse neanche quello di Rossi e che ritenevo che Rossi stesse imbrogliando Focardi. Mi chiese comunque se ero in grado di tentare una replica. Gli dissi che avevo quasi tutto ciò che serviva per seguire le indicazioni del brevetto: mi mancava la polvere di nichel e poco altro. Evidentemente mancava il famoso catalizzatore, ma Rossi sosteneva che esso serviva solo ad aumentare la potenza emessa, per cui una accurata calorimetria avrebbe comunque dovuto mostrare qualcosa. Mi procurò il materiale e le poche cose mancanti (spese meno di 1000 euro) e gli realizzai per amicizia e curiosità l’oggetto che rimase sotto test da me per mesi mostrando un eccesso di calore nullo e la cosa finì lì (di questo test misi al corrente anche Levi che allora era molto disponibile e si disse pronto a venire ad effettuare misure nel caso avessimo rilevato eccessi di calore). Direi che è stata l’ultima volta che mi sono lasciato convincere ad effettuare la replica di qualcosa.

  49. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    Non è che se mr Steorn non è stato abile come mr ECat a trovare supporter (“venduti per denaro, persino in qualche caso autodichiarato”, si può dire?), significa che mr Steorn è meno imbroglione di mr ECat, o che mr ECat meriti l’ergastolo e mr, Steorn sei mesi con la condizionale – sempre di fuffari si tratta, sempre di truffe e frodi si parla,

    Le avventure personali di Rossi e di McCarthy interessano poco, perché si confondono con quelle di miriadi di inventori di pomate miracolose e di elisir di lunga vita. E’ materia per avvocati e poliziotti, non per noi. Deve però rendersi conto che il caso Rossi è diverso da ogni altro, perché Rossi ha sviluppato un progetto di due docenti universitari, con la collaborazione attiva di Focardi che si recava regolarmente a Bondeno, e la partecipazione attiva di un altro docente, Levi. Piantelli non ha mai assunto responsabilità così pesanti; non risulta che abbia assegnato tesi ff.
    Questo blog, a differenza da Cobraf che si occupa esclusivamente di Rossi, si occupa delle bufale nucleari elaborate nell’ambito del Dipartimento di Fisica di Bologna, evidenziate anche da tesi universitarie ff, che potrebbero essere proposte tuttora. Rossi è stato in realtà uno strumento provvidenziale per mantenere viva l’attenzione su un caso di scienza patologica che ha coinvolto una Università nota. A suo modo ha avuto un ruolo positivo.
    L’altro aspetto che merita di essere messo in evidenza è lo sforzo di minimizzare la deriva scientifica del DF messo in atto da ocasapiens e Mario Massa. Fatica inutile perché il gioco è palese. Legga gli scambi che i due hanno avuto con Ascoli.
    Infine questo blog potrebbe essere uno strumento per sollecitare una presa di posizione definitiva da parte del DF, che chiuda una volta per tutte una vicenda incresciosa. Ma non credo che lì dentro abbiano il temperamento per farlo. Per loro il caso sarà chiuso quando anche Rossi sarà scomparso dall’attenzione dei media. Speriamo almeno che non drenino troppi fondi destinati alla ricerca e che i ff più noti non abbiano troppi studenti.

  50. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    Quanto al pubblico plaudente, sarebbe da capire quanti e quali siano i casi umani rispetto a quanti e quali siano gli interessati (pure indirettamente e per un piatto di lenticchie comunque rubato a Pantalone)

    Non esistono casi umani nella faccenda Rossi. I plaudenti sono gente che sa usare la rete ed è in grado di documentarsi. Chi non sa usare le banche dati nucleari e i trattati si astenga. Se non si astiene e ci rimette qualche euro impara una lezione utile per altri casi. Quando ero piccolo le campagne erano battute dai cosiddetti magliari napoletani. La prima volta ci si cascava, la seconda no.
    I casi umani sono altra cosa, non me li faccia spiegare.
    In ogni caso, mentre Loris Ferrari auspicava prontamente investimenti sulla ff povera, Rossi non ha mai chiesto un soldo pubblico per perfezionare i suoi mamozi. Dovremo preoccuparci per Woodford o IH? E’ probabile che si siano rivalsi su polli di piccolo e piccolissimo calibro. Vulgus decipi vult. Ergo decipiatur. Non possiamo farci carico dell’insipienza dei polli.

  51. Camillo Franchini ha detto:

    @Tutti

    La vicenda di Rossi è strettamente collegata agli atteggiamenti via via assunti dal Dipartimento di fisica che ha lasciato carta bianca ai vari ff che in qualche modo hanno interagito con Rossi. Mi è parso pertanto opportuno chiudere una lacuna.
    Saluti a tutti.

  52. Camillo Franchini ha detto:

    @mario massa

    Direi che è stata l’ultima volta che mi sono lasciato convincere ad effettuare la replica di qualcosa.

    Infatti le repliche sono la trappola preferita dai ff. Ottenere una replica è un successo, dal momento che comunque chi replica spende tempo, professionalità e denaro in un certo campo che, ipso facto, acquista dignità. Se la replica non riesce, nessuno si lamenta, perché si tratta di mani diverse, di strumentazione e materiali diversi da quelli usati nell’originale.

    Camillo sai bene che stimavo Focardi come persona.

    Osservazione irrilevante, se permetti. Lo stimavi come docente o come amico? Lo stimavi anche dopo aver saputo che affibbiava tesi ff ai suoi studenti? In un video dice di averlo fatto; a UniBO è stato fatto molte volte.

  53. Camillo Franchini ha detto:

    @mario massa

    Camillo sai bene che stimavo Focardi come persona. Nel suo campo non avevo le conoscenze sufficienti per giudicarlo

    Non sei stato il solo a lasciarsi suggestionare dal prestigio che circondava la figura di Focardi. Focardi fu segnalato a Rossi come il più esperto ff italiano. Nessun fisico bolognese ha avuto il coraggio di denunciare pubblicamente le attività ff di Focardi e del suo gruppo di allievi ormai diventati colleghi. A Bologna Focardi avrebbe potuto affermare di essere in grado di trasformare in birra l’urina di cavallo senza timore di essere smentito. Evidentemente la cultura nucleare a Bologna era troppo fragile per resistere alle suggestioni di un barone “stimato come persona”.
    Voglio dire che se il mamozio non fosse stato costruito da Focardi e Piantelli ma dal tuo vicino di casa, non ti saresti scomodato a replicarlo. Per questo importante ascendente il mamozio di Rossi è ancora oggetto di attenzione. Il prestigio di Focardi arriva fino a Rossi come una garanzia di scientificità della sua offerta.

    • mario massa ha detto:

      @Camillo
      “Il prestigio di Focardi arriva fino a Rossi come una garanzia di scientificità della sua offerta.”

      Hai perfettamente ragione. E l’ho fatto presente tante volte a Focardi perchè si rendesse conto della sua responsabilità nel caso Rossi. In particolare una volta gli dissi che aveva l’autorità per imporre a Rossi di ripetere una dimostrazione davanti a fisici e ingegneri terzi e non a personaggi del giro o a giornalisti. Gli dissi anche che, come tu dimostri, alla fine le colpe sarebbero ricadute su di lui.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Mario

        Gli dissi anche che, come tu dimostri, alla fine le colpe sarebbero ricadute su di lui.

        La colpa di avere messo in circolazione un bel mucchio di scienza patologica è tutta e solo di Focardi. Rossi non ha titoli culturali o prestigio personale per essere coinvolto, è il tipico profittatore di una situazione malata. Sei testimone che non me la sono mai presa seriamente con lui, ho sempre guardato più in alto. Per me Rossi resta un personaggio pittoresco che ha saputo cavalcare la cresta dell’onda come un surfista esperto. Ci aiuta a capire a quali eccessi si può arrivare quando un singolo esponente del potere culturale sbaglia e nessuno si preoccupa di denunciare con fermezza l’errore. Se a Bologna un personaggio autorevole esterno al DF avesse deplorato che il DF stava investendo tempo e denaro in ff, l’episodio Rossi non sarebbe avvenuto. Ma dove lo trovi uno abbastanza preparato in quell’ambiente? Il primo lavoro di Zoccoli è del 1989; già allora erano allo sbando.

        • CimPy ha detto:

          “Rossi resta un personaggio pittoresco che ha saputo cavalcare la cresta dell’onda come un surfista esperto”

          Rossi resta un pregiudicato che è riuscito a schivare la legge perché la stessa è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale.

          Rossi resta un delinquente, che ha procurato danni ambientali, ha commesso frodi fiscali, ha corrotto e truffato, bontà sua, principalmente wanna be truffatori, ma non solo.

          Rossi resta un parassita della società che vive di espedienti ed amicizie opportunistiche.

          Davvero per lei è un merito sapersi destreggiare nel sommerso e nell’illecito?

          Rossi è simpatico come un bidone di sostanze tossiche nel giardino del vicino di casa – se proprio il vicino sta sulle scatole, può darsi che il bidone a qualcuno (d’altro) dia un po’ meno fastidio, ma bidone tossico è e bidone tossico resta.

  54. Camillo Franchini ha detto:

    @CimPy

    Rossi resta un delinquente, che ha procurato danni ambientali, ha commesso frodi fiscali, ha corrotto e truffato, bontà sua, principalmente wanna be truffatori, ma non solo.

    Rossi ha due storie, quella davvero riprovevole di sceicco italiano del petrolio e quella brillante di chi è stato capace di introdursi con successo in una fino allora rispettabile Università italiana. Da quel momento si è mosso con l’abilità di un commediante dell’arte, una sorta di felice incrocio tra Dulcamara e Cagliostro. Ha scelto il miglior campo d’azione possibile, gli Stati Uniti, dove la libertà di impresa è totale. Ha fatto sapere a tutti che il Re è Nudo, prendendo in giro un intero Dipartimento di Fisica, che ora non sa letteralmente più cosa fare. Se lo sbugiarda, fa sapere a tutti di avere praticato ff fino dal 1989. Se lascia correre, si comporta eticamente male, perché lascia viva l’illusione ff nel suo aspetto più grottesco, quello povero. Legga come li ha elegantemente incastrati nella richiesta di brevetto italiana. Visto quanti nomi ha coinvolto?
    C’è solo da augurarsi che Altonaga dia ragione a lui e costringa IH a sborsare i quattrini che ancora gli deve. I fessi devono essere ridotti in mutande.
    Ha mai visto i film Amici Miei e Simpatica Canaglia?
    Cosa ci rimettiamo a lasciarlo lavorare in pace? Cerchiamo piuttosto di prevedere quale sarà la prossima mossa. Su Cobraf stanno godendo come ricci in primavera. Li lasci divertire, sgranocchi noccioline e si beva una birra. Essere severi con Rossi nucleare è da masochisti. Si diverta, CimPy!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...