Masiero

 

In attesa che il governo decida se procedere direttamente ai finanziamenti di ricerche sulla ff, ci si può concedere qualche divagazione fuori tema. Da ocasapiens c’è stato un vivace scambio di opinioni sulle conoscenze termodinamiche del Prof. Giorgio Masiero. Non è il caso di riprendere l’argomento, ma vale la pena di conoscere meglio questa persona. In rete si trova un suo lavoro molto ambizioso intitolato “La vita è fisica”.

http://www.enzopennetta.it/2014/04/la-vita-e-fisica-parte-ii/

L’articolo contiene considerazione di vario tipo, tra cui molte che riguardano la chimica, quindi alla mia portata, spero. Per esempio:

Che un moto di cariche elettriche produca un campo elettromagnetico sta nelle equazioni di Maxwell ed è pertanto cosa nota da molto tempo. Si è però portati a pensare, con un ragionamento solo all’apparenza corretto, che i campi elettromagnetici microscopici prodotti dalle oscillazioni di tante singole particelle cariche si orientino casualmente in ogni direzione e così si sommino a zero. La scoperta del laser ha mostrato che non è sempre così e che, in certe condizioni fisiche, le particelle danzano in sincronia come un corpo di ballo.

Eseguendo i calcoli, nel 1988 si è trovato che le condizioni del laser si possono verificare anche per l’acqua. Quella organica, ottemperando nelle normali densità e temperature alle 3 condizioni del teorema, si suddivide in due componenti, una ordinata ed una caotica:

        I.            una parte delle molecole, intrappolate in tanti volumi (detti “domini di coerenza”) della dimensione di 100 Å e contenenti alcuni milioni di molecole ciascuno, si muovono a ritmo oscillando tra i due stati energetici a forma di palla schiacciata e a forma bitorzoluta. L’oscillazione di queste molecole in fase produce un campo elettromagnetico duraturo, d’intensità paragonabile a quello terrestre, avente una frequenza dell’ordine di 1013÷1014 Hz

Si tratta di considerazioni già esposte da Giuliano Preparata nel suo libro “Dai Quark ai Cristalli” che consiglio caldamente di non di leggere per non essere indotti a strappare le pagine dedicate all’acqua.

Innanzitutto è noto che i clusters di molecole di acqua sono formati da meno di cento molecole, non da milioni. Sono instabili e non generano un campo elettromagnetico netto. Tanto meno si verificano le “condizioni del laser”. Affermazioni tanto impegnative dovrebbero appoggiarsi a una letteratura solida e varia che riporti evidenze sperimentali riproducibili.

I cosiddetti “domini di coerenza” non possono essere energeticamente indifferenti, perché la variazione della dimensione dei clusters avviene con variazione di entropia, che si manifesta con effetti termici. Come riferimento bibliografico Masiero riporta solo la cQED di Preparata.

La situazione è analoga alla demagnetizzazione adiabatica studiata dal chimico premio Nobel William Giauque. Nella DA l’applicazione di un campo magnetico a un sistema ferromagnetico comporta una diminuzione di entropia del sistema che, essendo adiabatico, si manifesta con un aumento di temperatura. Il calore sviluppato può essere asportato. Nella smagnetizzazione successiva il sistema adiabatico si raffredda, provocando un raffreddamento netto del sistema.

A temperatura costante la composizione dei clusters di molecole di acqua è costante e la loro distribuzione è caotica, quindi a effetto magnetico nullo. Un miliardo di clusters contenuti in un centimetro cubo di acqua annullano reciprocamente il loro effetti. Un megacluster di un centimetro cubo richiederebbe un dispositivo sperimentale mai inventato. Giauque ottenne un “dominio di coerenza” spendendo energia; i domini di coerenza non sono spontanei; spontanea è la massima incoerenza.

Credo che questo sia un grave errore di Preparata in questo campo. Non si è reso conto che mantenere un “campo magnetico duraturo” richiede un apporto duraturo di energia. In nessun modo l’acqua è in grado di farlo senza interventi esterni, ancora da definire.

Sull’acqua Masiero fa anche un’altra affermazione scorretta o almeno incompleta:

Se qualcuno pensasse all’acqua, che è di gran lunga la molecola più diffusa nelle forme viventi, deve sapere che per strappare un elettrone da una molecola di H2O servono 12 eV (1 eV = 1 elettronvolt = 1,6 × 10^-19 joule), che sono l’energia cinetica d’urto tra molecole alla temperatura di 145.000 °C, o in alternativa il quanto di energia dei raggi X: due metodi evidentemente non usati dalla vita!

Non si tratta di calcolare l’energia necessaria per “strappare” un elettrone dall’acqua, ma di calcolare il bilancio energetico delle reazioni organiche in cui l’acqua prende parte. La fotosintesi clorofilliana del glucosio impiega fotoni di 1,82 eV (680 nm), a temperatura ambiente. Il vivente non pretende di estrarre elettroni dall’acqua senza associare l’acqua a qualche reazione.

Consiglierei al Prof. Masiero di studiare prima un buon testo di chimica poi di bioenergetica, per esempio questo:

Franklin M. Harold

A Study of Bioenergetics

W. H. Freeman, New York (1986)

Un argomento complesso come la vita e il suo sviluppo sulla Terra non può essere affrontato solo disponendo di una laurea in fisica. Credo che solo un biologo di scuola moderna abbia la cultura per farlo. Altrimenti si rischia di credere che l’acqua produce un “campo elettromagnetico duraturo”.

A mia conoscenza, solo Schrödinger ha affrontato con successo la domanda What is Life?, usando esclusivamente concetti di fisica. Con un certo affanno, perché invece della funzione energia libera si è servito esclusivamente della funzione entropia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

77 risposte a Masiero

  1. minnocenti ha detto:

    Io non darei nemmeno un euro pubblici per finanziare direttamente o indirettamente la ricerca sulla ff. Pur essendo favorevole alla ff, per il semplice motivi che finché ci pensa il privato cercando delle prospettive di guadagno pur non avendo basi scientifiche ma solo” intuitive ” , per me va bene! Ma spendere soldi pubblici solo per l’intuizione , beh! Francamente non me la sento .

    • CimPy ha detto:

      Intuizione?? FF?? Via, non scherziamo – è lo stesso tipo di “intuizione” che sta dietro ai motori magnetici che spopolano su youtube.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @minnocenti

      Prima di affidarsi all’intuizione, cerchi di fare un regolare corso di studi sulla materia che L’interessa. Solo dopo potrà affidarsi all’intuizione. L’intuizione da sola può portarLa a inventare un nuovo tipo di cavatappi, poco altro.

      • @ Camillo Franchini . Non vado certo a cercare gloria verso nessuno . Nemmeno voglio inventare cavatappi. Il mio se non si era capito era per un discorso generale. E poi… D’altronde c’è chi va a caccia ,chi a pescare e chi perde tempo. Io sono fra quelli!

      • Elisabetto ha detto:

        Caro Cimpy mi sembra di risentire Dario Fò che cantava …
        Povero Bè.
        E povero anche il cavallo!
        Passerini, Passerini! I posteri lo ricorderanno più per quel celebre post sulla Passerina http://22passi.blogspot.it/2011/08/amare-il-mare-della-donna.html o per la monumentale tranvata con la FuF? Chissà. Ormai la tecnologia non permette di cancellare dalla memoria della rete nemmeno un bit e gli internauti del futuro ne ricameranno al massimo qualche migliaio di gustose barzellette. Se fossimo stati nel medioevo invece, le distorsioni della tradizione orale e delle pergamene semi illeggibili ne avrebbero quasi sicuramente fatto nascere una nuova religione dove si sarebbe adorata la reincarnazione del Passero-Quetzal circondato da un coro angeli come Elia, Bertoldus, Pagnino, Caggius, Nemus, Tritius Caius et Duterius e via discorrendo.

        • CimPy ha detto:

          La cantava Fo? Ah, beh….sì, beh….

          È divertente leggere il passero che paragonala sua chiesa alla casa di un ateo. Sono certo che un paio di stimatissimi miscredenti che fondono pietre a freddo apprezzerebbero moltissimo….D’altronde nel 2030 sarà chiaro a tutti che loro, i passeri, non credevano: loro volevano solo sapere se era possibile il COP 200 o se era infinito. I credenti eravamo noialtri, perché credevamo che loro credessero. E questo sarà un fatto incontestabile, come è vero che son tutti sinceri fino al midollo (e specialmente Rossi, ma anche tanti altri tanto quanto).

          😀

  2. Camillo Franchini ha detto:

    @Mario Massa

    sono tra quelli che, pur ritenendo il fenomeno estremamente improbabile, dicono sempre “mai dire mai”

    Anche questa è una posizione fondamentalista, anche se sembra il contrario.
    Significa che saresti disposto a controllare un motore perpetuo o alimentato con combustibile ad acqua o con un sistema di calamite ben disposte; oppure a verificare che la DD provoca la fissione del palladio come credeva il povero Del Giudice o che si possono costruire bombe nucleari grandi come un proiettile.
    E’ una posizione molto rischiosa, perché gruppi ostili potrebbero indurti a verifiche costose e time consuming.
    La tua posizione è accettabile perché sei un privato che può trascorrere il tempo libero come crede; sarebbe totalmente da respingere se fossi un pubblico dipendente. Il pubblico dipendente deve comportarsi come quelli del DoE nel 2004, limitarsi a una peer review di alcune pubblicazioni selezionate dai ff. Siano gli inventori a dimostrare a loro spese che i loro mamozi funzionano.
    Temo che la tua disponibilità possa indurre qualcuno del Comitato a ricorrere a qualche esperimento cruciale, questa volta a spese dello Stato.
    Posso chiederti se dopo il 24 marzo 1989 ti sei precipitato a costruire una cella F&P?

    • mario massa ha detto:

      @Camillo
      “Significa che saresti disposto a controllare un motore perpetuo o alimentato con combustibile ad acqua”

      Se un inventore è disposto a farmi verificare sì. Se la mia fiducia in una apparecchiatura FF è quasi nulla, in un motore perpetuo o cose simili è ancora più bassa, ma non importa. Pur amando la teoria, non scrivo mai probabilità = 0 su sola base teorica.

      “E’ una posizione molto rischiosa, perché gruppi ostili potrebbero indurti a verifiche costose e time consuming.”

      Le verifiche che ho effettuato hanno sempre avuto un costo molto piccolo. Le uniche 2 che hanno avuto un costo non trascurabile sono state finanziate da chi mi aveva presentato l’inventore o da aziende interessate. La perdita di tempo è un problema che a volte diventa serio (per esempio in questo momento il fatto che Rothwell non ammetta l’evidenza ci ha costretto a eseguire test su test che qualunque ingegnere direbbe superflui). Però ci divertiamo e l’unico problema diventa il brontolare delle mogli…

      “sarebbe totalmente da respingere se fossi un pubblico dipendente.”

      Assolutamente d’accordo: il nostro è un hobby, l’ho detto più volte (però se il pubblico dipendente lo fa nel tempo libero, senza utilizzare carta intestata, che male c’è?).

      “Posso chiederti se dopo il 24 marzo 1989 ti sei precipitato a costruire una cella F&P?”
      Sì, ma in modo molto dilettantesco.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Mario Massa

        Pur amando la teoria, non scrivo mai probabilità = 0 su sola base teorica.

        Posizione apparentemente liberale, in realtà radicale. La posizione diffusa è quella presa dal DoE, un peer review serio, anonimo, ripetuto diciotto volte. La rincorsa alla verifica può essere solo uno hobby personale, non deve diventare una pratica gestita dallo Stato. Lo ripeto perché c’è sempre il pericolo che le Ministre si affidino a un supplemento di indagine sulla ff. I politici non scontentano mai quelli della propria parte.
        Gli inventori devono sapere descrivere le loro invenzioni ed esibire macchine che funzionano in modo da convincere esperti e non esperti. Einstein riuscì a pubblicare immediatamente le sue scoperte perché sapeva scrivere.
        I ragazzi del MFMP fanno un po’ ridere a vederli affannarsi sui fili di Celani, devi ammetterlo. Quando poi ammettono di non avere trovato niente molti pensano e scrivono “bella scoperta, si sapeva, potevate risparmiarvi la fatica”. E’ difficile capire tanta considerazione per Celani. Sono così disponibili con tutti?

        • E.Laureti ha detto:

          @Franchini

          ma c’è nella storia della FF dagli anni ’80 ad oggi un solo dato sperimentale o un articolo di FF che trova d’accordo scettici e non?

        • Mahler ha detto:

          @E. Laureti

          Se ce ne fosse uno e uno soltanto non ci sarebbero in giro così tanti scettici (basterebbe che funzionasse una e una sola volta).
          Ma è anche vero che tutto può essere sempre contestato, persino l’evidenza. Pensi che negli Stati Uniti ci sono alcuni ebrei fondamentalisti che distribuiscono opuscoli coi quali tentano di convincere i passanti che i fossili dei dinosauri sono stati seppelliti lì dai “gentili” per poi essere rinvenuti al solo scopo di oscurare la verità sulla Creazione biblica ortodossa.
          A ognuno la libera scelta su come rovinare il proprio cervello…
          Saluti

  3. Camillo Franchini ha detto:

    @Silvio Caggia

    E’ come se io parlassi male di una trasmissione televisiva ma ne seguissi attentamente tutte le puntate

    Non funziona. Io sono convinto che i creazionisti e gli antidarwiniani sono in errore, ma non imposterei mai un blog anticreazionsta, perché la loro posizione è innocua, non fa né bene né male. E’ pura curiosità intellettuale, pari a quella di chi colleziona tutto di John Coltrane.
    Invece la ff ha la pretesa di risolvere i problemi energetici dell’umanità e chiede di disporre di finanziamenti pubblici. Io mi oppongo alla ff solo come contribuente. Altrimenti non ci avrei dedicato un minuto di tempo. Infatti io non scrivo quasi mai contro Rossi, che considero una simpatica canaglia, un castigacreduloni. Mi auguro con tutto il cuore che riesca a tenere i suoi tifosi in tiro ancora per qualche altro anno. Sicuramente qualcuno sgancerà di tanto in tanto qualche mille euro. Divertente, no?
    Con le interrogazioni parlamentari che fioccano, la ff è diventata un affare di Stato. Ogni cittadino competente dovrebbe occuparsene e informare i politici.

    • CimPy ha detto:

      Altrimenti non ci avrei dedicato un minuto di tempo. Infatti io non scrivo quasi mai contro Rossi, che considero una simpatica canaglia, un castigacreduloni. Mi auguro con tutto il cuore che riesca a tenere i suoi tifosi in tiro ancora per qualche altro anno. Sicuramente qualcuno sgancerà di tanto in tanto qualche mille euro. Divertente, no?

      No, per me non è affatto “divertente”: un imbroglio è immorale anche se non sono i soldi miei che se ne vanno, come una rapina è una rapina anche se il rapinato non sono io. La differenza tra le due cose è “solo” che nel primo caso non ho titoli per denunciare direttamente gli avvenimenti ai tutori della legge, posso solo far sentire le mie opinioni attraverso blog e forum, che è quello che faccio. Rossi non è una “simpatica canaglia”, ma un furbetto che ne ha già fatte tante e non ha pagato che una minima parte di quel che ha fatto (e che ancora sta facendo)

      • mario massa ha detto:

        @Cimpy
        “No, per me non è affatto “divertente”: un imbroglio è immorale anche se non sono i soldi miei che se ne vanno”

        Concordo pienamente.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @mario massa

          un imbroglio è immorale anche se non sono i soldi miei che se ne vanno

          E’ un imbroglio a fin di bene, perché i tifosi sono stati messi in grado di informarsi. Mettiamo che Passerini abbia investito 10000 € su Rossi, ti farebbe compassione?
          Oportet ut scandala eveniant. Così con poca spesa i tifosi si fanno furbi per le prossime occasioni. I magliari del dopoguerra imbrogliavano per una volta sola. Al secondo tentativo rischiavano legnate sul groppone.
          Non posso credere che tu e Cimpy non troviate divertente il tiramolla tra Rossi e i suoi tifosi. Quando voglio rilassarmi leggo Pagnini e gli altri. A Pagnini si stanno riempiendo piano piano le scatole, chissà quanto regge. Secondo me non più di altri tre anni.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Cimpy

        un imbroglio è immorale anche se non sono i soldi miei che se ne vanno, come una rapina è una rapina anche se il rapinato non sono io.

        Rossi è semplicemente uno che offre certa merce; io sono stato tra i primi – forse il primo – a mettere in evidenza che si tratta di merce senza valore. Scrissi immediatamente la relazione che mi richiese la Mautino. Chi ha affidato denaro a Rossi non può dire di non essere stato debitamente e dettagliatamente informato. A cominciare da Luca Gamberale.
        Quindi ora mi godo un epilogo che era stato già scritto il 14 gennaio 2011. Si trattava solo di saperlo leggere. Io sono del parere che i creduloni debbano essere ridicolizzati per la loro dabbenaggine. Che male c’è? Si tratta di creduloni acculturati, non di massaie rurali.
        C’è solo da chiedersi: è stato Focardi ad assoldare Rossi o le cose sono andate come ha descritto EKH da ocasapiens?
        E qui sta la vera abilita’ di Rossi: ha individuato un ambiente universitario nel quale erano presenti un gruppo di fusionisti freddi, Focardi in testa, reduci da varie e frustranti esperienze accademiche.
        Poi gli ha proposto una scatola chiusa dicendogli: “avevate ragione: partendo dalle vostre ricerche sono riuscito — con una piccola modifica che sono costretto a tenere segreta anche a voi per motivi imprenditoriali — a costruire quest’apparecchio che produce enormi quantita’ di energia”.
        Col miraggio del riscatto accademico, il senso critico di Focardi e degli altri era ai minimi termini. E poi e’ successo quello che sappiamo.

        Magistrale.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Cimpy

        un imbroglio è immorale anche se non sono i soldi miei che se ne vanno, come una rapina è una rapina anche se il rapinato non sono io.

        Intanto Rossi non commette rapine; è piuttosto un Dulcamara seducente che approfitta dell’ignoranza del pubblico che l’avvicina. Essere ignoranti non è una caratteristica genetica come avere i capelli rossi e ricci. Lasciamo ai preti il concetto di immoralità: siamo sicuri che Rossi si sia messo fuori legge? Solo se viene denunciato da qualcuno e perde la causa, Rossi avrà passato il confine. Per adesso si mantiene in un ottimo equilibrio. Aldo Proia è solo un po’ perplesso, ma non ha mai sporto denuncia.
        La sua vicenda serve a spiegare al pubblico che l’associazione accademia/affarismo può avere esiti nefasti. La coppia Focardi/Rossi è troppo bella, non ci sono precedenti.
        Godiamoci lo spettacoli dei rinvii semestrali e della paziente attesa dei tifosi allegramente seduti in riva al fiume.

  4. Livio Varalta ha detto:

    seguo

  5. Giancarlo ha detto:

    @Camillo
    L’oscillazione di queste molecole in fase produce un campo elettromagnetico duraturo, d’intensità paragonabile a quello terrestre, avente una frequenza dell’ordine di 10^13÷10^14 Hz

    Gagliardo, è un campo che possiamo addirittura vedere con un sensore termico IR…
    Domani riempio una bacinella e vi faccio sapere, tanto non si muove; sta lì pronto a farsi vedere.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Giancarlo

      Domani riempio una bacinella e vi faccio sapere

      Meno male che Masiero non appartiene alla categoria dei sapientoni che vanno alla ricerca di sovvenzioni di Stato. Speriamo che non abbia qualche incarico di insegnamento. Di Masiero sa tutto ocasapiens.

    • Giancarlo De Marchis ha detto:

      @Camillo
      Ho provato a riempire una bacinella d’acqua distillata e vedere se emetteva un campo em compreso tra 50 e 100 THz. Niente da fare, mi rimane da esplorare il campo 10-50 THz, cosa che farò al più presto utilizzando la tecnica di Violante della down-conversion.
      Se non vedo nulla neppure in quel campo provo col vino invece dell’acqua.
      Pensa se scopro i domini di coerenza del moscato di Terracina: Nobel il giorno dopo.

  6. Camillo Franchini ha detto:

    @Ivodivo
    @Masiero

    Cosa ne pensano l’ottimo Masiero (cit.) e i suoi sostenitori?

    Cosa ne pensano? non so gli altri, mai io penso che Masiero in termodinamica è ineccepibile.
    Termodinamicamente, la vita è creazione locale d’ordine resa possibile dalla crescita di disordine nell’ambiente che ospita e permette la vita.
    Magistrale.
    Masiero è invece incerto nella spiegazione.
    se si calcola la variazione complessiva di entropia, si trova che l’ordine che aumenta nella pianta durante la sua crescita è superato dal disordine che cresce nella Terra, dove si sgretolano pre-esistenti strutture minerali,
    Molto poco per giustificare l’entropia negativa della pianta. In realtà la pianta riceve energia di alta qualità e restituisce all’ambiente calore a temperatura ambiente, soprattutto evaporando acqua.
    Espresso in modo più elegante:
    The Sun is, for planet Earth, a convenient low-entropy energy source and the planet benefits from this incoming flux of low-entropy energy. This allows acorns to grow into oak trees, a process which in itself corresponds to a decrease in entropy but which can occur because a greater increase of entropy occurs elsewhere. When we digest food, and our body builds new cells and tissue, we are extracting some low-entropy energy from the plant and animal matter which we have eaten, all of which derives from the Sun. Similarly, the process of evolution over million of years, in which the complexity of life on Earth has increased with time, is driven by this
    flux of solar low-entropy energy.

    Blundell & Blundell
    Thermal Physics
    Oxford University Press (2006)

    Considerare Masiero incompetente in termodinamica mi sembra alquanto azzardato.
    Provi a leggere questo suo articolo:
    http://www.enzopennetta.it/2012/10/per-una-nuova-biologia-coerente-con-il-secondo-principio-della-termodinamica/
    Ivodivo, sicuro di avere una preparazione sufficiente per confutare la termodinamica di Masiero?

  7. Arsenio ha detto:

    O.T.
    Per rilassarci, segnalo che il nostro eroe Passerini non ne vuol proprio sapere di rassegnarsi a questa dannatissima barriera di Coulomb che ostinata ostacola tanti sogni di free and clean energy. Ma si sa, la forza del tifo, come l’amore, non conosce ostacoli. Magari un prossimo lavoro proporrà di abbatterla a zuccate?
    Informa pure gli affezionati lettori che al CERN, computamente alle LENR, ci stanno lavorando assiduamente. Ecco perche al Centro Europeo stanno selezionando fra i dipendenti le teste più lucide, solide e rotonde per gli esperimenti.
    http://22passi.blogspot.fr/2015/01/violazioni-della-barriera-di-coulomb.html

    • Je suis Charlie ha detto:

      Che incredibile idiota il passero!
      L’ultima volta che ci ha detto che “sta venendo tutto fuori sul serio” dal CERN è stato quando ci informava dello scandalo delle chiamate a posteriori e del fallimento della scienza ufficiale(*).
      E ancora chiede ai passerotti di fidarsi di lui!
      Gherardo torna! Il passero sta chiedendo legnate.

      (*) http://22passi.blogspot.it/2012/06/dialoghi-aristotelici.html

      • Giancarlo ha detto:

        Segnalo a tutti coloro che già non lo sapessero che Charlie Hebdo è distribuito in edicola assieme al Fatto Quotidiano, ammesso di trovarlo ancora.

        • Je suis Charlie ha detto:

          Giancarlo, perché non convince il padrone di casa a tornare a occuparsi di Passerini.
          Chisse ne frega di Masiero. Torniamo a ciò che veramente conta vale a dire prendere per il culo i passerotti la loro fede e le loro bugie, a cominciare dal falsissimo Passerini e da quel mezzo delinquente del Techunter.
          Camillo stesso è simpaticissimo quando sfotte. Cami Hebdo ha dato il suo meglio con la satira laica! Basta prediche.

        • Je suis Charlie ha detto:

          Esempio di qualche minuto fa. Dice quel galantuomo di Daniele Passerini:

          “per vivere in pace con me stesso devo seguire le vie più sincere possibili”.

          Ah si eh? Basta seguire il link che ho postato sopra per vedere che gran balla hai raccontato quando ti hanno fatto lo scherzo del CERN. Lascia perdere il CERN passero. Ti porta male. Per non parlare dei ricatti che hai sempre cercato di fare e non ti sono mai riusciti. Vergognati. Sei un italiano del genere “nuovi mostri”. E non ti sto insultando. Tutti possono leggere che dico il vero.

        • Renato ha detto:

          Charlie,
          stai seduto composto.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Giancarlo
          Subito acquistato; era l’ultima copia. Lo conserverò come una reliquia laica.
          Cercherò di trovare qualche raccolta delle strisce di Wolinski, al quale ho voluto un gran bene. Gli altri non li conoscevo.

      • Armando ha detto:

        @”Je suis Charlie”

        Onestamente non capisco il suo comportamento, leggermente isterico a mio modesto parere.
        Se la prende con un blogger privato e non dice una parola contro il PdC e il MISE che hanno dato il loro patrocinio al convegno ICCF19 ?
        Non solo non hanno risposto alle interrogazioni di Realacci, Scilipoti e M5S, ignorando le perplessità esposte nel rapporto INFN, ma hanno di fatto dato ai sostenitori-tifosi della fusione fredda una ulteriore inaspettata speranza!

        Italian Prime Minister’s Office gives ICCF-19 Cold Fusion Conference ‘High Patronage

        ICCF19

        • Je suis Charlie ha detto:

          Armando, ma cosa vuoi che gliene freghi al PdC e al Mise del mio pensiero? Volevo solo dire che questo blog era divertente quando se la prendeva con Passerini. Era un piacere leggerlo. Forse era anche utile.
          A te non fa piacere quando un prepotente ignorante viene rimesso al suo posto? Ti ricordi quando voleva fare il giornalista per aiutare i fuffisti? Quella volta lo aveva fermato il nostro Giancarlo. Lo ha fatto cacciare a pedate dal giornale come si meritava e non so se sarebbe stato lo stesso senza questo blog.
          Passerini non solo si fa bello coi passerotti di qualunque cretinata gli mettano sotto il naso ma insulta e minaccia. Ha dato spazio a razzisti se non ti ricordi. E ha permesso di minacciare i bambini del Cimpy a quel bullo di Rampado. La sua vanità, nel suo piccolo, qualche danno lo può fare. Quelli come lui tutti insieme sono pericolosi quanto Carpintieri e Masiero.
          Il mondo è pieno di Pagnini pecorini che non chiedono altro che un pastore da seguire. E Passerini ha bisogno di sentirsi pastore anzi Guru. E qualche furbone tipo Celani e Rampado ha bisogno di appoggi politici. Metti questi bisogni tutti insieme ed ecco fatto la base per le interrogazioni. Tre anni fa i techunter erano di AN e oggi sono grillini e pidiessini. Sono opportunisti e vanno da chi può trovare i soldi. Passerini li aiuta volentieri perché gli fanno fare il guru. Pensieri non se ne fa.
          Vedi bene che se invece di prendertela con PdC e Mise (che tanto qui non leggono) te la prendi con Passerini forse qualche probabilità in più di spezzare la catena ce l’hai.
          PS, isterica sarà tua sorella.

        • CimPy ha detto:

          Tutto vero, Armando. da parte di certi sostenitori per quanto assurdo può essere ignoranza crassa che comunque non è giustificata – di informatori scientifici ne possono avere quanti voglionio. E’ vero che dall’alba dei tempi a loro interessa la figura più che la sostanza, ma qui ci fanno veramente una figura barbina…
          Quanto al CapoPassero, che sia appena appena un po’ di parte lo ha detto lui stesso: è un grande amico di Levi, di cui ha la massima fiducia. E’ anche per questo che tiene la sua coscienza ben ripiegata in un cassetto mentre (ad esempio) ci racconta del CERN o anche solo del documento Thermo2004 che glielo dobbiamo dare io o Tia, che lui non lo trova, ma se glielo diamo noi non è quello giusto perché non è hostato in siti amici….Chissà perché…!
          😀
          Il Capo, quando non dovesse più riuscire a giustificare la Rossinata dirà solo: “Peccato, è tutta colpa degli scettici”, e si metterà a seguire una nuova burla assolutamente autentica. Ma solo dopo aver chiuso il blog per qualche mese. Ora come ora, non vale nemmeno la pena di prenderlo in giro più di tanto, mi sa. Magari tra un po’.
          😉

        • Je suis Cimpy ha detto:

          @jsc
          devo precisare che Passerini non ha dato spazio ai razzisti, bensì ai negazionisti dell’Olocausto, espellendo chi protestava. Non è però riuscito a far tacere Indymedia. Inoltre ha spalleggiato a Rampado nel cercare di far credere che uno di noi postasse in orario di lavoro. Pensava fossimo una sola persona 🙂 Suvvia, Passerini, non ci si mette da soli e disarmati, di fronte a gente che se non adulata o non lasciata ai propri traffici, tenta financo di crearti delle rogne sul lavoro. Non sei mica Mario Massa!

        • CimPy ha detto:

          di fronte a gente che se non adulata o non lasciata ai propri traffici

          L’insistente richiesta di non riportare interventi dai luoghi sgraditi (“richiesta” che vale per quasi tutti i fedeli, ma per alcuni [i sacrestani?] no) fa molto chiesa settaria, dove di base si invitano i credenti a chiudere occhi e orecchie e a non ascoltare la voce del demonio tentatore. Soprattutto quando quella voce dovesse raccontare cose che macchiano l’immagine (immaginata) immacolata di qualche prelato di quella stessa setta.

          Non a caso possono solo i vicari, che non solo indicano cosa si possa leggere e cosa no, ma ne forniscono pure la giusta interpretazione….

          Illuminati dalla fede e pertanto certi di essere nel giusto, i veri fedeli accettano qualsiasi cosa i prelati dicano o facciano: è cosa buona e giusta comunque, perché non solo “il lavoro rende liberi” ma “Dio è con loro” e il Tempo, lui sì galantuomo, lo dimostrerà.
          Dovessero pure volerci 22 volte il triplo di un quarto di secolo

        • Armando ha detto:

          @Je suis Charlie
          Il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri è concesso a titolo gratuito per iniziative di alto rilievo culturale, sociale, scientifico, artistico, sportivo, organizzate nel territorio nazionale o all’estero. Sono escluse le richieste che abbiano scopi o finalità commerciali.
          Il coordinamento delle adesioni governative è curato in via esclusiva dall’Ufficio del Cerimoniale di Stato e per le Onorificenze della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

          Il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Minstri

          In questo contesto mi sembra che si sia perso totalmente il senso della misura!
          Se il primo ministro e il MISE sostengono che la ricerca sulla FuF è opera di alto livello culturale e scientifico come si può pretendere che l’uomo della strada possa entrare nel merito della questione? Mi sembra un punto ben chiarito da Ascoli65. Al governo non hanno i mezzi per chiedere una consulenza professionale sull’argomento? Obbediscono a strategie superiori? Quale uso è stato fatto della relazione INFN ?
          Quali sono le sue risposte?

  8. Camillo Franchini ha detto:

    @Charlie

    Chisse ne frega di Masiero.

    Seguo con simpatia il blog di ocasapiens, quindi mi è sembrato opportuno dedicare un post a Masiero, per vedere se ci sono aree di accordo. Da post illuminista credo sia possibile intendersi su tutto, anche sulla termodinamica.
    Per il resto ci troviamo in piena bonaccia. A me non dispiace che le Ministre tacciano, segno che la ff non le emoziona più di tanto. La Guidi si è compromessa, ma non credo ci capisca molto.
    Può darsi che rispondano solo dopo che Celani è andato in pensione e che al CERN hanno sfondato la barriera di Coulomb, odiosa come il Muro di Berlino.
    Se è possibile, cerchi di non offendere le persone con cui non è d’accordo.

  9. Camillo Franchini ha detto:

    @E.Laureti

    c’è nella storia della FF dagli anni ’80 ad oggi un solo dato sperimentale o un articolo di FF che trova d’accordo scettici e non?

    Ne conosco due:

    K.Czerski, A.Huke, P.Heide, G.Schiwietz
    Solid-state effects in d+d fusion reactions.
    Nuclear Instruments and Methods in Physics Research Section B: Beam Interactions with Materials and Atoms
    Volume 193, Issues 1–4, June 2002, Pages 183–187

    A.Huke, K.Czerski, T.Dorsch, A.Biller, P.Heide, G.Ruprecht
    Evidence for a host-material dependence of the n/p branching ratio of low-energy d+d reactions within metallic environments.
    European Physical Journal A Supplement Vol.27, p.187

    Purtroppo non possiamo leggerli perché non si possono scaricare gratis.

    • E.Laureti ha detto:

      @Franchini

      >Ne conosco due: …….

      ti ringrazio …. vedrò se riesco a procurarmeli a costo zero 🙂

      il grande bluff della FF è quando a mio parere danno per scontato il concetto che la FF nei labili principi che si ritiene la governino, sia in grado di fare qualcosa di simile alle reazioni nucleari da uranio.
      E’ lì che la fuffa fredda prolifica a dismisura … nelle totali incertezze “quantitative” , nella ripetibilità e controllabilità del fenomeno.
      Invece di sparare cop a raffica dovrebbero studiare n + n volte un solo fenomeno che magari da un insignificante cop entro gli errori di misura e procedere a step di un micron alla volta senza illusioni di guadagni e nobel prize facili …. ma la natura umana di chi si tuffa in questa avventura è quella dello spirito che animava la corsa all’oro ….
      con il piccolo dettaglio che l’oro può non esserci o che invece dell’oro è pirite 🙂

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Laureti

        Il secondo articolo è reperibile, l’ho anche commentato.
        Tieni presente che Huke e Czerski lavorano in acceleratore, niente di freddo. Esperimenti ff condivisi non esistono, per quello che ho potuto scoprire in 25 anni. Per inciso rilevo che nemmeno Reifenschweiler figura nella letteratura GA.
        Vale la pena di rilanciare la tua richiesta: esistono lavori freddi classificati dalla comunità scientifica?
        Se si trovasse qualche articolo in sovrapposizione sarebbe una bella bomba. Varrebbe la pena lavorarci come dici tu, anche se si facessero solo progressi micrometrici.
        Chi sa parli, per dirla con solennità.

        • E.Laureti ha detto:

          Egr. Franchini
          ho riportato nel blog di Passerini e in quello di cobraf il nostro recente dialogo
          Lo incollo qui per dovere di cronaca.
          Saluti

          Dialogo tra uno scettico DOC (Franchini) e uno novello (io) circa la FF (Fusione Fredda)
          Titoli possibili : “Chi sa parli” oppure “Non è trippa per gatti”

          E.Laureti chiede a Franchini:
          14 gennaio 2015 alle 12:20 am
          @Franchini
          ma c’è nella storia della FF dagli anni ’80 ad oggi un solo dato sperimentale o un articolo di FF che trova d’accordo scettici e non?
          …………………………………………………………….
          Camillo Franchini risponde:
          14 gennaio 2015 alle 11:41 pm
          @E.Laureti
          c’è nella storia della FF dagli anni ’80 ad oggi un solo dato sperimentale o un articolo di FF che trova d’accordo scettici e non?
          Ne conosco due:
          K.Czerski, A.Huke, P.Heide, G.Schiwietz
          Solid-state effects in d+d fusion reactions.
          Nuclear Instruments and Methods in Physics Research Section B: Beam Interactions with Materials and Atoms
          Volume 193, Issues 1–4, June 2002, Pages 183–187
          A.Huke, K.Czerski, T.Dorsch, A.Biller, P.Heide, G.Ruprecht
          Evidence for a host-material dependence of the n/p branching ratio of low-energy d+d reactions within metallic environments.
          European Physical Journal A Supplement Vol.27, p.187
          Purtroppo non possiamo leggerli perché non si possono scaricare gratis.
          ………………………………………….
          Laureti risponde
          @Franchini
          ti ringrazio …. vedrò se riesco a procurarmeli a costo zero 🙂
          il grande bluff della FF è quando a mio parere danno per scontato il concetto che la FF nei labili principi che si ritiene la governino, sia in grado di fare qualcosa di simile alle reazioni nucleari da uranio.
          E’ lì che la fuffa fredda prolifica a dismisura … nelle totali incertezze “quantitative” , nella ripetibilità e controllabilità del fenomeno.
          Invece di sparare cop a raffica dovrebbero studiare n + n volte un solo fenomeno che magari da un insignificante cop entro gli errori di misura e procedere a step di un micron alla volta senza illusioni di guadagni e nobel prize facili …. ma la natura umana di chi si tuffa in questa avventura è quella dello spirito che animava la corsa all’oro ….
          con il piccolo dettaglio che l’oro può non esserci o che invece dell’oro è pirite 🙂

          …………………………….

          Camillo Franchini ha detto:
          15 gennaio 2015 alle 7:49 am
          @Laureti
          Il secondo articolo è reperibile, l’ho anche commentato.
          Tieni presente che Huke e Czerski lavorano in acceleratore, niente di freddo. Esperimenti ff condivisi non esistono, per quello che ho potuto scoprire in 25 anni. Per inciso rilevo che nemmeno Reifenschweiler figura nella letteratura GA.
          Vale la pena di rilanciare la tua richiesta: esistono lavori freddi classificati dalla comunità scientifica?
          Se si trovasse qualche articolo in sovrapposizione sarebbe una bella bomba. Varrebbe la pena lavorarci come dici tu, anche se si facessero solo progressi micrometrici.
          Chi sa parli, per dirla con solennità.

        • E.Laureti ha detto:

          Avendo postato su cobraf il mio post del 15 gennaio 2015 alle 12:24 pm su neutrino
          sedicente Nevanlinna “…..” commentava in modo seguente:

          “Suggerisca al povero Napoleone di Tirrenia [che sembra non abbia accesso alla letteratura] la lettura gratuita della tesi di laurea di Armin Huke, così ce lo leviamo dagli zebedei per qualche giorno. Dice di sapere il tedesco, nel caso il testo gli può servire da rinfrescata.

          “Die Deuteronen-Fusionsreaktionen in Metallen: Modifizierungvon Wirkungsquerschnitt, Verzweigungsverhältnis und Winkelverteilung der Reaktionen 2H(d,p)3H und 2H(d,n)3He durch die elektronische Struktur der Metallhydride”

          http://opus4.kobv.de/opus4-tuberlin/files/380/huke_armin.pdf

          Anche la pag. 14 di “On the existence of high-Z electron screening in metals” di M. Lipoglavsek non è male.

          http://russbachwks2014.sciencesconf.org/conference/russbachwks2014/matej_predavanje1.pdf

          Ricerche finite qui “DOI 10.1140/epja/i2014-14153-3” e qui “DOI 10.1063/1.4875321”, roba a pagamento, molto recente e peer-reviewed. Lo dico per evitare contestazioni sul metodo e le pubblicazioni – niente parapsicologia. “

  10. Camillo Franchini ha detto:

    @Giancarlo
    Letta da Passerini:

    l’effetto tunnel sappiamo che esiste, si può gestire con gli opportuni strumenti, è esotermico, bisogna “solo” amplificarlo al massimo..

    Un bell’esempio di umorismo involontario. Ormai da quelle parti sanno gestire l’effetto tunnel e abbattere il muro di Coulomb. Mancano solo le minibombe atomiche di Emilio Del Giudice.
    Se l’effetto tunnel è modulabile, si potrebbe tentare di annullare le emissioni alfa del radon, che fanno male ai polmoni più del fumo.

    • Giancarlo ha detto:

      @Camillo

      Camillo, cerchiamo di prendere il buono che ci viene da questi suggerimenti e di applicarlo a migliorare la nostra condizione di vita.
      In fondo il suggerimento di Mauro Elia è sensato: si tratta solo di aumentare la probabilità dell’effetto tunnel di una quarantina di ordini di grandezza. Se mettessimo a punto un amplificatore di probabilità, a cui intanto possiamo cominciare a dare il nome di ProbAmpl, oltre alla FuFfa potremmo avere un mucchio di ricadute non sgradite.
      Si tratta solo di convincere chi di dovere ad investire pochi spiccioli. Penso che 5 milioni di euro per il prototipo mi potrebbero bastare.

      Per le ricadute esterne basti pensare che ad esempio è nota la probabilità 1 su 622.614.630 di fare 6 al SuperEnalotto in una giocata unica. Ora ci basterebbe un ProbAmpl da una decina di ordini di grandezza (il prototipo che costruirei dovrebbe andar bene) per essere sicuri di fare almeno un 6 ad ogni estrazione. Poi, usandolo ripetutamente potremmo fare addirittura più giocate. O forse basterebbe giocare più volte la stessa combinazione. Come funziona in questi casi si spartisce? Debbo approfondire la cosa [con 300 k€ ce la dovrei fare].

      Il test col moscato di terracina ha dato esito negativo, nessuna osservazione visibile di campi elettromagnetici. Alla fine mi è toccato bere l’intera bacinella. Ora provo a cambiare cantina, non si sa mai. Ho già mandato un bottiglione da 5 litri ai ragazzi del MFMP, non si sa mai ci riescano loro. Ieri sera ho parlato al telefono con R. Hunt, ma diversamente dal solito, non ci ho capito molto di quello che diceva. Aveva la bocca stranamente impastata.

      Intanto su vortex ho asfaltato Jed Rothwell; è uno strafottente, si è comportato da strafottente con Mario Massa e se lo meritava. Uno che applica la Newton’s law of cooling ad un corpo con una sorgente interna di calore e dice agli altri che non sanno nulla di calorimetria. Sono 25 anni che misurano qualcosa di altro: debbo dire bene, in effetti.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Giancarlo

        Secondo me l’idea di usare moscato di Terracina come ambiente per vari esperimenti si diffonderà rapidamente. Molti teorici si trasformeranno in sperimentali, come desidera Mario Massa.
        Ho ammirato la pazienza con cui vi comportate con Jed Rothwell. Se vuoi conoscere meglio l’uomo leggi la sua traduzione dal giapponese del libro di Mizuno dedicato alla ff “The Reality of Cold Fusion”, 1998. Decisamente una bella coppia. A me lo prestò Daddi; regolarmente restituito com’è mia abitudine. Mizuno è un fisico tecnico e si vede.

        • Giancarlo De Marchis ha detto:

          @Camillo
          Ho ammirato la pazienza…

          Sì, in effetti mi sono molto contenuto, gli ho solo detto che è un predicatore fanatico con la bibbia sotto l’ascella che lancia una fatwa non appenda qualcuno osi dissentire.
          Ma è inutile parlarci, proprio non ci arriva. Sono mutazioni genetiche che fanno crescere il prosciutto su occhi e orecchie.
          Ho appena letto il commento di Dave Roberson: con i nostri dati e il nostro metodo di simulazione ha stabilito che il calorimetro di Mizuno misurava 100 W [Jed diceva qualche watt, meno di 5 non mi va dio andare a controllare] per cui anche se la pompa dissipava 4 W nell’acqua è inessenziale. Purtroppo, sui blog, non si vede se mentre scrivono queste cose ridono pure. Dovrei dare più retta agli insegnamenti di nonna Filomena.

          Intanto nessuno si è accorto che il misuratore di gamma del russo, con un valore medio di 2 conteggi per intervallo dovrebbe avere il 18% degli intervalli con zero conteggi e invece non ne ha neppure uno. Forse la Nuova Fisica modifica pure matematica e statistica, non solo la fisica. Lasciamoli soli a farsi del male, sperando che il russo non legga questo blog e mi faccia esplodere in mille pezzi con la sola forza della mente, anche se sono quasi convinto di non essere un pesce.

        • Franco Morici ha detto:

          Persino Rothwell lo corregge:
          “I have no idea where your numbers come from.”

          Un chiacchierone, nemmeno attendibile come o.d.g.

    • Marione ha detto:

      Camillo a proposito di umorismo (siamo sicuri sia proprio involontario) di questa che ne dice?

      http://22passi.blogspot.com/2015/01/violazioni-della-barriera-di-coulomb.html?showComment=1421771152060#c1878435051994332852

      Cioè l’umanità dovrebbe specializzarsi nel riuscire a fare una truffa seriale nei confronti degli atomi di H per farli diventare He, attirando una carica + dentro l’orbita di altre cariche + tramite l’inganno “magnettico”di altre cariche – appartenenti al reticolo metallico in cui l’ H è immerso, superando così la frontiera di Coloumb, e quindi per un motivo ehm, nucleare, sprigionando quelle cose kev. Piu’ di questo non sono arrivato a capire, pero’ i conti mi tornano, anche se davvero non capisco perchè se l’idrogeno si prende un altro protone debba scatenare tanta energia, se lo prenda e stop, no? 🙂

      Da farci una tesi di laurea. (notare il “magettico” con 2 T)
      E gli tornano pure i conti!
      Forse pensa che alla “Frontiera di Coulomb” ci sia la Guardia di Confine Bernasconi nato a Stabio nel Mendrisiotto e le “kev” le si possano nascondere sotto la ruota di scorta.
      Saluti

  11. E.Laureti ha detto:

    Non immaginavo così Passerini


    Ti invito a cancellare tu stesso il tuo commento, in caso contrario i tuoi prossimi commenti torneranno ad essere sottoposti a moderazione. Non condivido, ma rispetto le opinioni che ti sei fatto. Come ho detto 1000 volte, semplicemente non voglio vedere portati qui dentro commenti di altri blog A PRIORI OSTILI A ME COME PERSONA e ALLA MAGGIORANZA DEI LETTORI DI 22 PASSI. Non voglio triangolazioni. Io non intervengo più in altri blog, tanto meno in quelli che non vado nemmeno a leggere, per cui mi sembra del tutto paradossale che debba ritrovarmeli qui dentro. Ognuno è libero di andare, leggere e commentare dove gli pare, ma non di appiccicare a casa di un ateo volantini per fare proselitismo a qualche religione. Metafora perfetta.
    Grazie ”

    cmq… l’ho cancellato io dopo che Passerini mi ha detto come si fa

    • Camillo Franchini ha detto:

      @E.Laureti

      E’ da tempo che Daniele non vuole più farsi o’ sangue amaro. Vive sulle nuvole bianche del paradiso della pubblicità Lavazza dove tutti si scambiano complimenti. Se Pagnini si concede 7 anni prima di dubitare del genio di Rossi, Daniele aspetterà fiducioso 7 volte 7 anni.
      O forse si accontenta di 22 anni. Se Rossi decide di andare in pensione a godersi in santa pace i soldi sudati?

  12. Sandro75k ha detto:

    Io aggiungerei anche le dimissioni di Giorgio Napolitano….

  13. Armando ha detto:

    @Giancarlo,
    dimentica anche lei il patrocinio del MISE e del PdC all’ICCF19:)
    3+3+1 = 7

  14. AleD ha detto:

    Un altro paio di cataclismi così sui mercati e io stappo una bella bottigliona di champagne!

  15. Camillo Franchini ha detto:

    @E. Laureti

    Suggerisca al povero Napoleone di Tirrenia

    Il povero Napoleone di Tirrenia fa presente che Huke lavora sempre con ioni accelerati.
    Dieses Ionengemisch wird extrahirt, vorfokussiert und im elektrostatischen Beschleuniger auf die vorgegebene Energie gebracht
    La domanda era:
    ma c’è nella storia della FF dagli anni ’80 ad oggi un solo dato sperimentale o un articolo di FF che trova d’accordo scettici e non?
    FF è acronimo per Fusione Fredda; per definizione la ff non fa uso di acceleratori.

    • E.Laureti ha detto:

      @Franchini

      >Il povero Napoleone di Tirrenia fa presente che Huke lavora sempre con ioni >accelerati…..

      consegnato il messaggio all’anonimo nevanlinna (che non ho ancora capito se considera o meno Rossi un fuffaro)

      ps: non so quanto tempo resisterò nella parte di mercurio 🙂

      • Camillo Franchini ha detto:

        @E.Laureti

        consegnato il messaggio all’anonimo nevanlinna

        Grazie Emidio, speriamo che l’anonimo nevanlinna ci proponga altro materiale da esaminare. Non solo lui. Deve essere ff, perché la letteratura sulle reazioni nucleari ottenute in acceleratore è sterminata e so procurarmela da solo molto velocemente.
        Ho notato che Passerini si è come incistato nel suo blog. La prima volta che ho scambiato opinioni con Daniele è stato sul sito del CICAP. Allora era aperto e disponibile, anche se totalmente sedotto dal mamozio stagnolato che aveva visto di persona a Bologna. Capisco che stare seduti in riva al fiume per anni richieda di essere circondati da persone che la pensano come te. Gli sarà molto perdonato perché ha molto amato.
        Se lo desidera dò spazio alla foto che lo ritrae incantato e orgoglioso con il mamozio 2.0 in collo; se lo merita. Ce l’ho da parte.
        Dopo l’energica spazzolata di Gentzen di due anni fa non si è più ripreso.

        • E.Laureti ha detto:

          @Franchini

          risposta “…” di nevanlinna (che non capisco …come in altri casi)

          “E’ lo stesso schema acrobatico visto con la bombolina – i caratteri, specie se senili, sono costretti alla ripetizione.” (con allegati figure di pulcinella in acrobazia)

          Conclusione…. viste pure ridicole risposte di altri in cobraf …. presumo come abbastanza improbabile un eventuale insieme comune tra FF e scettici circa articolo o
          dati sperimentali …. anche perché i FuF l’avrebbero usato come prova visto come cercano pure di manipolare comicamente la borsa energetica in funzione degli scaffali da riempire con gli ecat 🙂

  16. Camillo Franchini ha detto:

    @E.Laureti

    presumo come abbastanza improbabile un eventuale insieme comune tra FF e scettici circa articolo o dati sperimentali

    Infatti.
    Se esistessero farebbe piacere a tutti perché si aprirebbe un interessante campo di ricerca.
    Sono anni che si fanno i nomi di Czerski, Huke, Raiola per identificare un “insieme comune”. In questi giorni Czerski è stato recuperato dal volonteroso Passerini. A parte che sono sempre i soliti tre, nessuno è mai riuscito a trasferire alla ff informazioni ottenute con un acceleratore. Non si ha notizia di mamozi costruiti da loro. Senza mamozi la ff non esiste. E’ difficile vincere una guerra con le chiacchiere dei raduni ICCF. Che fine ha fatto Nanor?
    Lo dimostra anche il disperato tentativo dell’anonimo sconosciuto nevanlinna; se quello è tutto il materiale che si trova, possiamo stare tranquilli, non esiste sovrapposizione; la ff è separata dalla scienza standard.
    Un’altra indagine potrebbe essere: oltre gli stanchi vegliardi come me, esistono ricercatori giovani in ff? Va a finire che la ff scompare per ragioni anagrafiche. Ormai i caduti illustri sono tanti. Le foto di gruppo mettono paura. Sembrano raduni di reduci di guerre dimenticate. Siamo sicuri che gallina vecchia fa buon brodo?

  17. Camillo Franchini ha detto:

    @E.Laureti

    E’ lo stesso schema acrobatico visto con la bombolina

    Lo sconosciuto nevanlinna mi ha fatto venire voglia di scorrere il nutrito scambio di opinioni che l’esperimento di Mario Massa ha provocato a partire dal post “Scuse” scritto da Ascoli65.
    Estraggo due posizioni interessanti.
    Mario Massa:

    Che la compressione in cella chiusa permetta di raggiungere pressioni grandi a piacere semplicemente aumentando la ddp mentre quello di Arata, basandosi su una asimmetria ha un limite che non si sa qual’è (presumibilmente non stratosferico), concordo pienamente.

    Neutrino:

    Mi auspico che il risultato di mario, franco ed altri porti ad un lavoro da sottomettere ad una rivista di settore e che il carteggio con i referee dirimi quanto originale sia il risultato e indichi anche il quadro teorico in cui esso, se noto, e’ inquadrabile.

    Mario Massa mette in evidenza la differenza che intercorre tra effetto di asimmetria di un catodo cavo di palladio in cella aperta e l’effetto noto come “compressione elettrochimica”. E’ una distinzione molto importante.
    Sono poi d’accordo con Neutrino che il lavoro debba essere analizzato criticamente da arbitri preparati.

    • E.Laureti ha detto:

      @Franchini

      ho riportato questo tuo commento su cobraf
      http://www.cobraf.com/forum/topic.php?topic_id=5747&reply_id=123577490#123577490
      con questa premessa

      @Ummagumma

      Premessa…. per l’ultima volta farò da mercurio tra due blog … perché secondo me
      al dila’ di un improbabile insieme scientifico comune tra be’ e unbe’ sulla FuF esiste
      una incomunicabilità di fondo (e basta uno per realizzarla)
      che impedisce qualunque scambio … cmq ci riprovo come detto per l’ultima volta

      saluti

      • Camillo Franchini ha detto:

        @E.Laureti

        Premessa…. per l’ultima volta farò da mercurio tra due blog

        Mi sembra giusto.
        Non capisco perché lo sconosciuto nevanlinna non cerca come tutti le sue informazioni nelle banche dati nucleari. A me sembra che sia solo un accanito navigatore come Passerini. Comunque non sembra avere capito che qua ci occupiamo esclusivamente di ff, non di reazioni nucleari ottenute in acceleratore, con il quale si possono studiare non solo gli effetti schermanti degli elettroni ma anche eventi di altra natura.
        Se vuole contribuire, lo sconosciuto nevanlinna deve proporci reazioni ff archiviate in qualche banca dati. Dati sulle reazioni calde siamo capaci tutti di ottenerli.
        Non servono tramiti, se sa qualcosa gli basta postare qui e sarà bene accolto.

  18. Camillo Franchini ha detto:

    @nevanlinna
    Incuriosito da Laureati, mi sono imbattuto in questo Suo commento:

    ho l’impressione che il vegliardo abbia padellato anche in altri casi.

    A Firenze dicono: cencio dice mal di straccio.
    La ff è tutta gestita da vegliardi: McKubre, Hagelstein, Widom, Miley, Arata, Takahashi, Piantelli, Rossi, Daddi, Biberian, Stremmenos.
    I caduti in opera sono già molti: Preparata, Del Giudice, Focardi, Bockris. Riley è morto per un’esplosione; Mizuno ha perso un occhio. A giudicare dall’aspetto, Celani mi sembra prossimo alla pensione.
    Si meraviglia che anche i critici siano nel frattempo diventati vegliardi? 26 anni sono molti per tutti, operatori e critici.
    Non so quanti anni abbia Lei, ma credo che debba abituarsi all’idea che la ff è destinata a morire per progressiva estinzione dei praticanti.
    Insieme ammireremo la foto di gruppo dei partecipanti all’ICCF19.
    I soli giovani saranno i patrocinatori Renzi e Guidi. Giovani, ma polli. Polli perché giovani? Comincio a dubitare della capacità critica dei giovani, specie se sono stati boy scout da piccoli.

    • E.Laureti ha detto:

      @Franchini
      il nevanlinna sembra un cerchiobottista di una certa raffinatezza …. per cui comunque finirà la FuF potrà dire che in fondo si poteva intuire dai suoi svolazzi…..
      questa sua “….” in cobraf è in pratica ineguagliabile per quanto dico sopra

      “Consideri la collezione dei satelliti di Giove e Saturno: si tratta di straordinarie soluzioni geologiche, rispettose delle leggi universali ma indeducibili in quanto tali tramite la mera ragione. Lei crede davvero che, in piccolo, la materia non possa avere una storia specifica che, al di fuori degli schemi già noti, le permetta comportamenti inaspettati? E’ questa la prudenza che le chiedo.”

      Intanto mi sembra strano che le orbite dei satelliti di Giove e Saturno siano soluzioni per dire “geologiche” ovvero che mascheri la pretesa logica che qualunque collezione satellitare forse un giorno si potrà prevedere “ab initio” se un dio a noi aglieno (con la g) ci darà tutti i iniziali della formazione del sistema solare regalandoci la macchina del tempo 🙂 …. poi la frase fatale e ambigua che la materia in piccolo (però non dice quanto in piccolo) possa fregarsene di tutte le leggi fisiche ovvero avere comportamenti ed evoluzioni pure neghentropiche su scala comunque vasta mi fa inquadrare il neva come un tifoso accanito più conscio che inconscio della FuF …. in conclusione se tutto il set di appuntamenti che i nostri FuF eroi ci stanno insistentemente regalando aggratis per la salvezza energetica della terra e dell’umanità andrà a put***ne il Neva non desisterà nelle sua aspettative del futuro radioso della FuF con altri attori alla Rossi 🙂

      • Camillo Franchini ha detto:

        @E. Laureti
        @Marione

        Ormai i tifosi che siedono sulla riva del fiume ad aspettare che passi un mamozio di Rossi abbastanza grande da servire come bollitore soffrono di allucinazioni. Più il tempo passa, più le reazioni nucleari sono facili da ottenere.

  19. Camillo Franchini ha detto:

    @Sandro75k

    Ben accolto è una parola grossa…

    Certamente ben accolto se ci fa conoscere qualche articolo serio ff, riportato su exfor. Se lo trova su lenr-canr o proposto da Jed Rothwell, non si faccia vivo.
    Come direbbe il sereno Mario Massa, mai dire mai. Io non controllo ogni mese tutta la letteratura che si aggiunge in quantità. La sola condizione è che nevanlinna non rompa con lavori fatti in acceleratore o in reattore nucleare. Con lavori simili si può fare spam per anni, bloccando un blog.
    “Mai dire mai” non significa però che si debbano investire uomini e mezzi in una ricerca priva di fondamenti teorici. Significa che se in qualche parte del mondo è stato fatto un lavoro ff o para ff che merita attenzione, attenzione gli sarà dedicata.
    Nel mio mestiere la curiosità muore solo con la morte fisica.

  20. Mahler ha detto:

    Completamente OT…
    @Giancarlo
    A quanto pare Cramer ci ha messo definitivamente una pietra sopra: no ghost interference communication

  21. Camillo Franchini ha detto:

    @Tutti
    Nei giorni scorsi il Prof. Carpinteri è tornato in cronaca attraverso il flop della sua azione giudiziaria contro Sylvie e i suoi coraggiosi colleghi.
    Vale la pena dedicargli un post di incoraggiamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...