Preparata

post post1

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

212 risposte a Preparata

  1. Emilio ha detto:

    Per i commenti. Grazie

  2. Cimpy ha detto:

    Primo… no, accidenti! Secondo, almeno?

  3. Camillo Franchini ha detto:

    Consentitemi di suggerirvi la lettura di questo raccontino garbatamente educativo di Antonio Turiel, ospitato nel sito di Ugo Bardi. Ridendo docet.

    http://ugobardi.blogspot.it/2013/07/un-futuro-incerto-i-la-fuga.html

  4. stefanoquattrini ha detto:

    Molte volte i fisici pongono h=c=G=1, non l’ha mai visto???

    • Camillo Franchini ha detto:

      @stefanoquattrini

      Mi farebbe piacere saperne di più. Io non ho mai incontrato quell’espressione; meno che mai mi sembra opportuno inserirla in un’altra più complessa. Come si fa a rispettare l’omogeneità dimensionale? Se ci aiuta a capire di più farebbe un favore a tutti. Magari suggerisca un link, oppure ci invii la scansione della pagina di un libro.
      Se Lei segnala che si tratta di un’abitudine dei fisici ne prendo atto, però non vorrei chiuderla qui.

      • Giancarlo ha detto:

        @Camillo
        Sì, è un’abitudine dei fisici. Alcuni, ad esempio Widom & Srivastava fanno di peggio, scrivono mezzo articolo non rispettando l’omogeneità dimensionale e mezzo rispettandola per cui alle volte ottengono delle uguaglianze che fanno rizzare i capelli. In uno dei primi loro lavori che ho letto un paio di anni fa mi hanno completamente fuorviato con questa prassi e mi hanno indotto in errore. Poi ho imparato.

  5. neutrino ha detto:

    @Camillo

    vedi http://en.wikipedia.org/wiki/Planck_units

    Rendono il formalismo piu’ leggero, anche se inducono ai non addetti ai lavori molta confusione.

    E per contribuire con i miei 2 centesimi alla discussione:

    Preparata e’ stato un ottimo fisico teorico e di altissimo livello, non era pari a Cabibbo ma rientrava nella classe dei pochi fisico che erano Cabibbo-commensurabili. Il suo concetto di coerenza lo ha portato a sviluppare teorie di campo (QED, QCD) formalmente corrette e non molto dissimili alla QED/QCD usuali. Purtroppo per lui la CQED/CQCD avevano con un potere di analisi e di previsione sperimentali pari al modello standard con un pre-concetto teorico di base poco chiaro.

    Il suo principale problema e’ stato di natura “sociologica” che lo ha portato prima ad isolarsi dai teorici della scuola romana e poi nell’impresa disperata di spiegare con l’idea delle coerenza fatti al confine ed oltre di quello che ‘ scientificamente valido. La teoria della superradianza e le sue scorribande nella fisica teorica dei solidi sono teoricamente deboli, mancano di coerenza strutturale e fanno previsioni non verificate sperimentalmente.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @neutrino

      Grazie per il prezioso contributo.
      E’ normale inserire la forma semplificata in un’altra formula? Non si fa un tremendo pasticcio dimensionale?
      La seconda parte del post riguarda questa convinzione di Preparata:

      for the GACMP the ME is just impossible!

      Cosa ne pensi?
      La prossima volta mi occuperò della sua termodinamica chimica.
      Buon fine settimana

    • mW ha detto:

      mamma mia , Neutrino,
      Ho visto la pagina wiki
      pensi che io sono uno di quelli che scrivono ancora
      rotH=J+dD/dt
      non ce la posso fare.
      🙂

  6. stefanoquattrini ha detto:

    Salve, si può trovare sul link : http://www.kn-info.net/kn-info/root/root13/coherence/penrose.jpg
    la scansione che ho caricato della pagina del libro di ROGER PENROSE (collega di Steven Hawkings) , la strada che porta alla realtà (traduzione in italiano di “the road to reality”), in cui si fa menzione di questa tecnica di dimensionamento secondo le costanti [c],[h],[G] anzichè [L],[M],[T].

  7. Mahler ha detto:

    @Tutti
    Qui c’è un’intervista a Bo Höistad successiva alla replica al TPR: http://it.ibtimes.com/articles/52396/20130708/fusione-fredda-gravi-critiche-test-indipendenti-intervista-bo-hoistad.htm.

    P.S. La NASA ha assegnato una borsa di studio di 150 mila dollari a uno studente per aver progettato un aeroplano a fusione fredda [sic!] (http://nari.arc.nasa.gov/2013 – è l’ultimo progetto della lista, “Low Energy Nuclear Reaction Aircraft”; lo studente si chiama Doug Wells).

    @Camillo
    Ottima idea quella di occuparsi di Preparata.

    La prossima volta mi occuperò della sua termodinamica chimica.

    Faccia molta attenzione stavolta, sia davvero certo dell’errore. Non le sarà facile smontare Preparata sul formalismo: il rigore formale di Preparata è piuttosto noto e non è Lei il primo a occuparsi di lui…

    P.S. Un formalismo corretto non implica di aver ragione!

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Mahler

      il rigore formale di Preparata è piuttosto noto e non è Lei il primo a occuparsi di lui…

      Il rigore formale di Preparata mi sembra piuttosto ignoto. Lei stesso si è meravigliato del modo disinvolto con cui ha scritto la relazione di Heisenberg. Tempo fa un fisico di Padova mi scrisse che la cQED era piena di errori. A me interessa la parte che riguarda la chimica. E’ chiaro che ci occupiamo di queste cose in attesa che venga sperimentato il bombolino di Arata.
      Vedo che nessuno ha commentato la pretesa che il ME possa essere compreso solo nell’ambito della cQED. Molto istruttivo.

      • Mahler ha detto:

        @Camillo

        Tempo fa un fisico di Padova mi scrisse che la cQED era piena di errori. A me interessa la parte che riguarda la chimica. E’ chiaro che ci occupiamo di queste cose in attesa che venga sperimentato il bombolino di Arata.

        Le faccio i miei migliori auguri di successo allora! Così come un formalismo corretto non ha a che fare con la predittività o meno di una teoria, sicuramente un formalismo scorretto ne esclude ogni validità.
        Se riuscirà a falsificare Preparata farà di conseguenza un bene alla collettività.

      • Mahler ha detto:

        Dimenticavo…

        @Camillo

        Vedo che nessuno ha commentato la pretesa che il ME possa essere compreso solo nell’ambito della cQED. Molto istruttivo.

        Il problema è sempre quello che le fecero notare sei anni fa su energeticambiente: fin quando si occuperà della prosa di Preparata e non entrerà nel suo formalismo non avrà nulla da smentire. Esistono persino teorie che affermano che la gravità semplicemente non esiste, né come forza fondamentale, né come geometria dello spaziotempo (quest’ultima era la posizione di Einstein). Siccome sono formalmente corrette noi le accettiamo, fin quando non potremo smentirle, aldilà di quanto potrebbero sembrarLe apparentemente assurde affermazioni simili scritte in prosa.
        Le auguro di nuovo buona fortuna!
        Saluti.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          fin quando si occuperà della prosa di Preparata e non entrerà nel suo formalismo non avrà nulla da smentire.

          Questo sembra a Lei. Se Preparata afferma con convinzione che la GACMP non è in grado di spiegare il ME dimostra semplicemente di non conoscere la GACMP alla stregua di uno studente somaro. Non è questione di formalismi matematici o di procedere a falsificazioni alla Popper.
          A me sembra che Lei voglia ad ogni costo venire in soccorso di Preparata. Stessa cosa vale per EDG che ha scritto delle fanfaluche sul ME; evidentemente da preparatino della prima ora EDG su questo argomento non ne sa più di Preparata. Niente di male purché quella gente non pretenda di ergersi a metro delle conoscenze altrui. Ognuno gestisca come può le proprie lacune culturali. Se Preparata non riuscì a inquadrare il ME nell’ambito della GACMP fece male a trovare giustificazioni. Fece male perché amava presentarsi come didatta.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          Siccome sono formalmente corrette noi le accettiamo,

          Rispondo a Lei quello che un perito del DoE scrisse stizzito nel suo rapporto: se uno scrive delle relazioni matematiche corrette, non è detto che la natura si preoccupi di applicarle. La risposta era rivolta ad Hagelstein che, per altro, ha sbagliato l’enunciato del 2° principio della termodinamica.
          Quel fisico padovano scrisse saggiamente che mettersi a confutare pagina per pagina il trattato di Preparata gli sembrava un pessimo modo per impiegare il proprio tempo. La QED di Preparata è del 1995; ha avuto successo? La insegnano a scuola? A me sembra di no. Elio Fabri a Pisa insegnava quella di Feynman. La confutazione è nei fatti.
          Lei è convinto che qualcuno sia disposto a perdere tempo per confutare le teorie che affermano che la gravità non esiste? Non ne troverà uno.

        • Mahler ha detto:

          @Camillo

          Se Preparata afferma con convinzione che la GACMP non è in grado di spiegare il ME dimostra semplicemente di non conoscere la GACMP alla stregua di uno studente somaro. Non è questione di formalismi matematici o di procedere a falsificazioni alla Popper.

          Dovrebbe aver familiarizzato ormai col fatto che questo è un atteggiamento molto diffuso tra i teorici. I quali le diranno sempre frasi come la gravità è impossibile, l’elettromagnetismo pure, la MQ è incomprensibile nelle sue fondamenta, eccetera eccetera eccetera. Ed è l’atteggiamento più corretto per chi si s’interroga sui problemi alla radice. Se legge la divulgazione (la “prosa”) di qualsiasi teorico incapperà in affermazioni davvero simili. Il guaio di Preparata è che lo fa con un velo di astio, che capisco che possa innervosire. Ma io continuo a dire che non è quello il punto da osservare.

          Se Preparata non riuscì a inquadrare il ME nell’ambito della GACMP fece male a trovare giustificazioni. Fece male perché amava presentarsi come didatta.

          Guardi che si sta muovendo davvero sulla superficie. Preparata era un teorico molto sottile. E sottile è il significato di questa sua presa di posizione che a lei garba così poco. Ciò vale persino nel caso in cui la sua cQED sia infondata: non cambia la sottigliezza della sua affermazione. È come se io le dicessi che l’entropia non è compresa a fondo dalla fisica aggiornata all’anno 2013. Provi a smentirmi se ci riesce.

          Rispondo a Lei quello che un perito del DoE scrisse stizzito nel suo rapporto: se uno scrive delle relazioni matematiche corrette, non è detto che la natura si preoccupi di applicarle. La risposta era rivolta ad Hagelstein che, per altro, ha sbagliato l’enunciato del 2° principio della termodinamica.

          Sono d’accordo al 100%. Ma siccome non abbiamo gli strumenti per verificare se la natura le applica o no molte delle nostre teorie (caso frequentissimo di prova sperimentale impossibile) abbiamo il dovere di accettarle tutte fin quando non siamo in grado di smentirle a parità di semplicità. A quel punto capiremo se la natura applica o no le nostre formule. Non prima.
          Se con la matematica riesco a spiegare l’universo infilandoci un pompelmo gigante che governa il mondo meglio di come fa il modello standard allora dirò che esiste il pompelmo gigante fino a prova contraria. È ESATTAMENTE quello che si è fatto con la materia oscura, generalmente data per accettata eppure molto più esotica, incomprensibile e bizzarra dei nostri giochini domenicali sulle LENR: semplicemente spiega l’universo se inserita nelle formulette, allora me la creo. Punto. Fino a prova contraria. Anche se a me, personalmente, puzza.

          Quel fisico padovano scrisse saggiamente che mettersi a confutare pagina per pagina il trattato di Preparata gli sembrava un pessimo modo per impiegare il proprio tempo. La QED di Preparata è del 1995; ha avuto successo? La insegnano a scuola? A me sembra di no. Elio Fabri a Pisa insegnava quella di Feynman. La confutazione è nei fatti.

          Forse avrà ragione il padovano. O forse no. Chi può saperlo?

          Lei è convinto che qualcuno sia disposto a perdere tempo per confutare le teorie che affermano che la gravità non esiste? Non ne troverà uno.

          Ma guardi un po’, si tratta proprio di teorie “mainstream” che percorrono la strada avviata negli anni Sessanta dalla Gravità indotta di Sakharov.
          Tutt’altro che ignorate. Questo è uno di quei campi in cui si svolgono le battaglie più cruente degli ultimi anni a suon di matematica e con teorie l’una l’opposto dell’altra (Teoria delle stringhe, Supergravità, AdS/CFT, Gravità quantistica a loop).
          Saluti.

        • Cimpy ha detto:

          abbiamo il dovere di accettarle tutte fin quando non siamo in grado di smentirle a parità di semplicità.

          Avrei giurato fosse il contrario: che di dovesse rifiutarle tutte finché una si dimostrasse più semplice a parità di potere esplicativo. Che idea balzana m’ero fatto. Si vede che incece hanno ragione i creazionisti: con Dio tutto si spiega e non c’è più nulla da indagare. Funziona anche meglio del suo Pompelmo: si provi a smentirli, se ci riesce. E tutto perché “abbiamo il dovere di accettarle tutre”, in attesa che si dimostri che gli angeli non esistono.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          Il guaio di Preparata è che lo fa con un velo di astio, che capisco che possa innervosire.

          Non sarà che Lei ha soggezione di Preparata? Mi sembra che ci troviamo di fronte a un vero e proprio culto della personalità. Se la GACMP spiega il ME, è dimostrato che Preparata non conosceva la GAS, grave per un didatta e dannoso per i suoi studenti.

          È come se io le dicessi che l’entropia non è compresa a fondo dalla fisica aggiornata all’anno 2013. Provi a smentirmi se ci riesce

          Lei mi ricorda un film di Indiana Jones, quando Indiana ammazza con un rivoltellata un tizio che gli si para di fronte maneggiando abilmente una lunga frusta.
          Semplicemente non è un argomento suscettibile di smentita, esattamente come se affermassi che esistono 22 universi paralleli. Non si devono accettare le regole del gioco degli altri come gesto di cortesia. Anni fa un altro in un altro blog pretendeva smentite o falsificazioni della cQED. Non ce n’era bisogno, bastava controllare se aveva successo presso l’insegnamento universitario. Opportunisticamente bisogna saper utilizzare il lavoro fatto da altri.
          Per favore non confonda la cQED di Preparata con la Teoria delle stringhe, un argomento dibattuto che fa parte della fisica di avanguardia.

          Preparata era un teorico molto sottile

          Davvero? mi convinco sempre di più che fosse impreparato e si divertisse a generare soggezione nei suoi studenti più impressionabili. Per esempio non trovo traccia della sua espressione 5.57, che lui definisce “nota”. Facciamo così, se me la trova ne ragioniamo insieme e capiamo perché non c’è traccia del calore specifico. Prendiamoci le libertà che un blog concede e dichiariamoci disposti a demolire i miti, a sparare sul quartier generale.
          Per quel che ci capisco io, più che un’espressione nota mi sembra una sua invenzione. Vedo che frequenta Wikipedia, può darsi che lì trovi qualche traccia di quell’espressione “nota”. Forse vale la pena di dare un’occhiata al Guggenheim, che purtroppo non ho.
          Se non si trova da nessuna parte, significa che Preparata ci ha preso per coglioni. Accettiamo la sua sfida, si tratta dell’espressione statistica della funzione di Helmholtz. Siccome si tratta di un argomento noto e limitato, esercitiamoci qui.
          Saluti

      • Cimpy ha detto:

        Franchini, sinceramente lei spera che si testi davvero quel bombolino? Quello che Celani avrebbe in solaio?

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          lei spera che si testi davvero quel bombolino

          Certamente.
          Ha incontrato l’interesse di Mario, di gabrichan e di Giancarlo. Non credo che Celani sia in grado di sottrarsi. Se lo facesse tutti capirebbero che si tratta di un falso scientifico clamoroso.

        • gabrichan ha detto:

          Ho continuato a fare delle prove e ho riscontrato qualche problemino, il palladio si “gonfia” di circa il 10% e quindi mi rompe la saldatura che lo fissa al tubetto di rame, compromettendone la tenuta, in più non togliendo l’aria all’interno del tubo temo che H+ si leghi all’ossigeno dell’aria formando del H2O,
          Franchini secondo Lei è possibile? è quello che dovrebbe succedere nelle celle a combustibile e quindi non riesco a capire se c’è qualche perdita o no, comunque quando funziona la pressione sale gonfiando il palloncino, molto lentamente considerato la poca superficie in gioco.
          Considerazione, credo che la soluzione migliore sia davvero avere un tubetto di Pd si risolverebbero un po di problemi, anche se continuo a essere dell’opinione che anche usando Ni o Pl si avrebbero gli stessi risultati,considerando le caratteristiche simili di assorbimento dell’idrogeno.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @gabrichan

          Il suo lavoro è apprezzabile, ma dimostra come sia più semplice chiedere a Celani di ripetere l’esperimento di fronte a Giancarlo, Massa, Ascoli e Lei. Lui ha rilanciato alla grande l’argomento da Daniele, lui ne gestisca lo sviluppo, se ha senso di responsabilità. Ma vedo che c’è molta timidezza nei suoi confronti, forse lo temono per il caratteraccio. Ma che male può fare? Al massimo alza la voce.
          L’invenzione di Arata è considerata da Celani una svolta importante nella ff di F&P; la cella produce reazioni DD nelle pareti di palladio. L’occasione è favorevole per farsi apprezzare da tutto il mondo. Al paragone la costantana è una sciocchezza.
          Tornato dal Missouri e trascorsi alcuni giorni al mare, bisogna che Celani sia messo sotto pressione. Se non si presta va trattato da fanfarone.

        • Andrea ha detto:

          @Franchini
          ma dimostra come sia più semplice chiedere a Celani di ripetere l’esperimento di fronte a Giancarlo, Massa, Ascoli e Lei.

          Purtroppo penso non sarà più possibile, Neutrino o Ruocco non l’hanno informata?
          Ha ottenuto quello che voleva perché rigirare il coltello sulla ferita?

        • Cimpy ha detto:

          ?
          Possiamo saperlo anche noialtri?
          O è megli tenere tutto segreto?
          Che c’entrano Neutrino o Ruocco?

        • neutrino ha detto:

          @Andrea

          ?

        • Emilio ha detto:

          Già
          ??

        • mW ha detto:

          “Purtroppo penso non sarà più possibile”
          E’ mancato qualcuno?!
          Ho pensato ad Arata, anche per l’età, ma per fortuna, ad oggi non ho trovato notizie al riguardo.
          Celani idem (100 di questi giorni, comunque).

        • Cimpy ha detto:

          Che sia venuto meno il solaio? O magari s’è rotto proprio il bombolino?

        • Andrea ha detto:

          Chiamate Francesco Celani o scrivetegli, vi dirà lui che cosa è successo, non me la sento di scrivere quello che so pubblicamente, la questione è estremamente delicata e dal mio modesto punto di vista estremamente grave.
          Visto il periodo storico di quanto sta accadendo il tempismo è perfetto, non è una situazione nella quale voglio fare il misterioso, come ho cercato di spiegare non voglio responsabilità anche se penso che comunque a breve questa storia verrà fuori, altrimenti sapete a chi rivolgervi.
          Resta il fatto che la prova sul bombolino anche con la disponibilità di Celani (che penso non avrebbe mai fatto, ma è solo il mio pensiero), non sarà più possibile, è abbastanza chiaro no?

        • Cimpy ha detto:

          detta così io capisco che Celani non sta bene. Per una volta, mi auguro di aver capito male

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Andrea

          Resta il fatto che la prova sul bombolino anche con la disponibilità di Celani (che penso non avrebbe mai fatto, ma è solo il mio pensiero), non sarà più possibile,

          L’ipotesi più verosimile è che il bombolino sia stato rubato e trasformato in gioiello. Acqua o fuoco?
          Se Celani ha il bombolino e non lo riempie di idrogeno a 50 atmosfere perde la faccia anche presso i suoi tifosi, che sono ancora numerosi, anche se non sembra. Se non lo tira fuori vuol dire che è scomparso dallo scaffale. Sbaglio?

        • gabrichan ha detto:

          O che forse suo malgrado Celani non abbia più accesso alla bombolina?
          Andrea, ha avuto problemi con il datore di lavoro?
          A questo punto la cosa sarebbe davvero grave, una vigliaccata e idiozia.
          Sopratutto se otterrà dei risultati significativi con la costantana.

      • Renato ha detto:

        Camillo,
        commentare sul ME?

        Mahler scrive:
        “… @Tutti
        Qui c’è un’intervista a Bo Höistad successiva alla replica al TPR
        …” (Segue link).

        Dal link:
        “… Bo Höistad: Noi eravamo presenti quando Rossi ha svuotato il reattore del carburante, sebbene non lo abbiamo visto mentre lo faceva …”

        E’ un problema, chissà come si spiega che non hanno visto pur essendo presenti.
        Se ne dovrà discutere, magari alla luce della revisione del lavoro di Fleishman&Pons da parte di Rossi;

        Hermano Tobia presenta ETIAM OY, poi qualcuno potrebbe sentirsi autorizzato a proporre alla discussione l’ intervista a Filo Sganga su “L’ Eco di Paperopoli”, per me no problema, imparo e mi diverto, ma il ME dovrà aspettare il suo turno, come il bombolino.

        R

        • Cimpy ha detto:

          E’ un problema, chissà come si spiega che non hanno visto pur essendo presenti.

          Bisognerebbe chiedersi da che parte stavano le salamelle. Però non vorrei andare OT, come magari citando il fatto che anche vedere a volte è davvero un problema: migliaia di persone han visto Uri Geller piegare cucchiai con la sola forza del pensiero e del pollice. Ma, ovviamente, non c’entra nulla. E’ che noialtre zanzare facciamo così, depistiamo di professione. Non come HT, che posta solo di scienza superfina.

  8. Hermano Tobia ha detto:

    Penso che nelle prossime settimane non ci sarà da annoiarsi, cominciando dall’ICCF18, dove Technova/Toyota presenteranno un’ulteriore replica dell’esperimento di Celani (pare abbiano misurato fino a 20W in eccesso per una settimana con calorimetria a flusso di precisione):
    http://www.claudiopace.it/giappone-fusione-fredda/?goback=%2Egde_4132340_member_257368745

    Sono anche curioso di sentire cosa dirà Truchard, il CEO di National Instruments; pare inoltre che anche Mizuno abbia importanti novità …

    Poi c’è la richiesta di brevetto super-dettagliata della new-entry finlandese Etiam OY: “Thermal-energy producing system and method”: http://www.google.com/patents/WO2013076378A2?cl=en

    E per finire, la “misteriosa” demo in programma per il 22/7 che pare verrà trasmessa in diretta streaming da Radio 24: http://www.moebiusonline.eu/trasmissioni/130713trasmissione.shtml

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Mahler

      Preparata scrive nel suo trattato QED Coherence in Matter:

      we know from thermodynamics that the liquid-gas phase transition occurs when the Gibbs functions H = F + PV (F = E – TS is the free energy) of the system in the two different phases becomes equal, i.e when
      Fl + pVl = Fg + pVg

      Secondo le notazioni inconsuete di Preparata, E rappresenta l’energia interna, F rappresenta l’energia libera di Helmholtz e H rappresenta l’energia libera di Gibbs.
      La condizione Hl = Hg rappresenta una condizione di equilibrio, non la transizione liquido gas.
      La 5.57 mi sembra assurda, perché vengono introdotte grandezze che nulla hanno a che fare con la definizione del funzione di Helmoltz, come per esempio la carica dell’elettrone; inoltre viene calcolato il logaritmo di una grandezza dimensionata. Si tratta di una espressione di termodinamica statistica che non riesco a rintracciare nel Chemical Systems del Campbell. Da nessuna parte trovo una simile definizione della funzione di Helmoltz. Se si occupa di equilibrio liquido vapore, perché non usa direttamente la funzione di Gibbs che porta ai potenziali chimici?
      C’è qualcuno che riesce a vederci chiaro? Mi spiegate quell’integrazione? Io ho la sgradevole sensazione di essere caduto in una trappola.

    • Cimpy ha detto:

      Curioso. Dal tuo link al blog (è un blog?) di altissimo spessore scientifico leggo:
      “E’ importante ricordare che la costantana (lega nickel-rame) sotto forma di fili è stata già utilizzata con successo negli esperimenti di Francesco Celani dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare).”
      Però è strano: non trovo certezze circa i successi di Celani, solo tanti dubbi, a partire dalla tenuta stagna dei suoi tubi.

      Quanto ai “Patent”, di recente vanno molto di moda, ce n’è per diversi gusti. Aspetterei di vedere anche un prodotto che derivi da questi funzionante, prima di dire che si tratta di qualcosa di interessante.

      Per la misteriosa demo del 22/7, invece, ci sarà da attendere almeno un paio d’anni o giù di lì, prima di scoprire da te se c’era qualcosa da misurare oppure no.

      Così, per dire, che noialtre zanzare sappiamo solo dar fastidio senza costrutto.

    • gabrichan ha detto:

      @Giancarlo Melis ti ha risposto nella puntata di moebius del 13/07/2013 c’è anche la parte che ti interessava su stamina. Credo presto metteranno il podcast.
      Per lo streaming del 22 del reattore di defkalion perché non ti proponi come esperto cosi potrai verificare di persona e trovare la furbata se c’è 🙂
      Tornando al discorso dell’indigestione come puoi constatare è un continuo mettere carne sul fuoco.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @gabrichan

        perché non ti proponi come esperto

        HT esperto? A me risulta che sia ingegnere informatico. Se sbaglio fatecelo sapere.

        • Cimpy ha detto:

          Credo che GC intendesse che si proponesse Giancarlo come esperto, non HT. Dico bene, GC?

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          GC intendesse che si proponesse Giancarlo come esperto

          Sarebbe una gran bella cosa, ma vedrete che Celani troverà mille ragioni per sopire, sedare, minimizzare, tergiversare, rimandare. Ormai conosco la mascherina.

        • gabrichan ha detto:

          Scusate, non mi sono fatto capire, intendevo proporre a Melis Giancarlo come esperto per supervisionare la demo del 22 della Defkalion, che credo abbia sede operativa a Milano.

        • mW ha detto:

          allora,
          questi dicono di produrre calore, quindi ci vuole Mario Massa, ed inoltre, se Mario Massa non ci vede più che chiaro e non può lavorare nelle condizioni che richiede, se ne va, ed inoltre, si porta anche Giancarlo e Cocchi e qualche allievo di Negri di Montenegro.

        • Andrea ha detto:

          Alla demo del 22 ci sarà un rappresentante del CICAP, un fisico da quello che ho capito, giornalisti della BBC e lo streaming sarà in contemporanea ad un altro streaming dall’ICCF18, non ci sarà posto sufficiente per altre persone, tecnici, curiosi, etc.
          Da circa 20 giorni vengono ripetute prove e dimostrazioni a Milano solo per clienti e da circa un paio di mesi in Canada sempre solo per clienti.

        • mW ha detto:

          @Andrea
          “Da circa 20 giorni vengono ripetute prove e dimostrazioni a Milano solo per clienti”
          Ma i clienti sono soddisfatti?

        • Cimpy ha detto:

          Andrea:

          clienti

          dunque, vende? Defkalion? Quella che, nella migliore delle ipotesi, plagiava, ma che, comunque, senza un E-Cat acquistabile, da cui fare “reverse” per strappare il segreto di Rossi – che quest’ultimo giura non essergli mai stato sottratto – non aveva in mano nulla? E che, adesso ci vieni a raccontare che loro vendono? Sarebbero maghi più bravi di Rossi stesso, pur partiti con qualche chilometro di svantaggio?

        • Andrea ha detto:

          @mW
          Ma i clienti sono soddisfatti?
          Si e parecchio esterrefatti a seguito delle prove con i loro tecnici.
          Defkalion vende licenze di applicazione non prodotti.
          Dalle turbine di aereo all’automotive, dalla generazione di energia termica ed elettrica al riscaldamento domestico.
          Il piano di sviluppo applicativo è interessante, non più di 2-3 progetti/anno con big di ogni settore.

          @Cimpy
          Totalmente inutili le tue domande, retoriche, provocatorie e infantili, ma soprattutto rivolte alla persona sbagliata.
          Ti prego di non rivolgermi altre domande, perderesti il tuo tempo e il tempo di altri che le leggono, non riceverai mai risposta da me oltre a questa.

        • Cimpy ha detto:

          tu sei libero di non rispondermi. Io sono libero di chiedere conto di tutte le incongruenze che trovo.

        • Andrea ha detto:

          Certo, ma io distinguo i fatti dal gossip.

      • Giancarlo ha detto:

        @Gabrichan
        Per lo streaming del 22 del reattore di defkalion perché non ti proponi come esperto cosi potrai verificare di persona e trovare la furbata se c’è

        Il 25 parto per le vacanze e prima debbo aggiustare un bel po’ di cose, compresa la mia schiena che non è sopravvissuta a 4 sacchi di cemento da 25 kg sabato mattina.
        Non dubito che Defkalion inviti uno scettico vero, forse MM sarebbe più adatto assai di me. Io ormai me la cavo molto meglio coi pezzi di carta.
        Però Mistero ci dice che i potenziali utilizzatori della tecnologia (mi pare di aver capito addirittura utilizzabile sui razzi della NASA) sono contentissimi e quindi staremo a vedere. A tutti consiglio la madre di tutte le prove calorimetriche a 10 kW: contatore ENEL mono o trifase che uno si porta da casa e box doccia reperito in loco. Con 10 kW la doccia si fa alla grande non serve neppure un calorimetro: occorrerà prevedere miscelazione con acqua fredda.

        Rimane solo Jed Rothwell a dire che si misurano meglio 20 W di 1000 W (lui dice che il rapporto S/N è migliore).
        Fossi in alcuni di voi mi vergognerei di fare l’informatico, c’è chi si da da fare per screditare l’intera categoria 🙂

        • gabrichan ha detto:

          @Giancarlo, mi spiace per la schiene, vedrai che si rimetterà prima delle agogniate ferie, anche io sto facendo il conto alla rovescia 🙂
          Per l’informatico io come categoria non mi offendo, sono sempre stato convinto che ognuno è responsabile di quello che dice e che fa, a prescindere dalla categoria, come se tutti i politici si dovrebbero risentire per le minch*ate che dice Calderoli, alla fine non lo fa quasi nessuno.
          Per la demo vedremo lo streaming e poi daremo un giudizio, sperando lavorino meglio di Rossi, visto che sono in mano a Violante.

        • shineangelic ha detto:

          Giancarlo sei il solito gossipparo. Hai sentito anche tu Andrea, “Il piano di sviluppo applicativo è interessante, non più di 2-3 progetti/anno con big di ogni settore.”

          Questi si che sono fatti

        • giovanni ha detto:

          Scusate ma la morale è sempre quella (insisto dall’inizio perché la vicenda venga inquadrata dal punto di vista psicosociale). Perché Andrea Rampado dovrebbe temere figuracce? Sono anni che viene smentito dai fatti. Più agile di Cavalcanti (o più stolido di Alfieri, fate voi) passa oltre. Ai suoi fedeli i fatti non interessano. Altro fatto è se davvero sia capace di distinguere fatti da gossip. Ahi Ahi Ahi. Rampado questo caso lei passa da un caso di fede a circonvenzione di incapaci. Non si arrabbi e dall’alto dei suoi caviali e champagne mi snobbi. L’inverno sta arrivando e noi cicale verremo a piangere presso le vostre belle caldaie. Forse.

      • mW ha detto:

        @Andrea,
        svagonata di domande
        se tu dici Defkalion, devi pensare che tutti qui dentro e altrove pensano a un dispositivo e-cat-like, cioè un affare nel quale tu cacci 1kWh elettrico e tiri fuori n kWh termici con un sistema mai visto prima ed n inconcepibile. Tutti pensano ad un e-cat.
        I clienti hanno visto un sistema del genere*, oppure un nuovo sistema di controllo turbine bellissimo ma che in realtà non c’entra con l’e-cat? O un nuovo tipo di ABS?
        Cosa vuole dire licenza di applicazione?
        I clienti hanno pagato per assistere alla dimostrazione?
        Hanno visto un e-cat-like funzionante con COP pari a 30?
        Erano esterrefatti in senso positivo o negativo?
        Lo so che sembra strano quello che ti chiedo, e l’ultima domanda sembra una vera presa per i fondelli!!!!!!!
        Ma qui pensiamo tutti all’e-cat, e chi lascia trapelare notizie del genere si espone fatalmente a queste domande.
        Puoi anche non rispondere.
        Invece circa Celani, che spero stia bene, non c’è nulla che non sia stato detto e che non si sapesse. Dicendo che a parlare ti assumi delle responsabilità, sembra che sia successo chissà cosa. Hai fatto qualcosa? No. E allora che responsabilità vuoi avere?
        Attenzione che Ruocco con Celani non c’entra, e che qualsiasi problematica in essere con INFN era perfettamente definita dal 2009 suppergiù. Io so che doveva fare delle misure che poi non ha fatto, ma è facile che ricordi male. Mi sembra di aver detto all’epoca che in queste misure, doveva aiutarlo NI, invece che fornirgli cinque termocoppie e un acquisitore giocattolo a 5 canali. Se c’è qualcosa di nuovo, chiediamo direttamente a Neutrino, boh.

        • Andrea ha detto:

          @mW
          Esterrefatti in senso positivo.
          I clienti non hanno pagato per assistere alle dimostrazioni.
          Cop pari a 5-6, dalla parte del formaggio, tipo E-cat ma con plasma attivatore senza catalizzatori ad idruri.
          Ma qui pensiamo tutti all’e-cat, e chi lascia trapelare notizie del genere si espone fatalmente a queste domande.
          Alle domande intelligenti rispondo se conosco le risposte, al gossip e al presaculismo velato da infantilismo no.

          Celani, un “vecchietto” che ancora fa il muratore (tempi di crisi) :-p, mi ha appena riportato quasi le tue stesse parole, solo che ora la cosa è diventata esecutiva; penso, ed è solo la mia opinione che non vale nulla, nel momento più sbagliato.
          Mi sembra di aver detto all’epoca che in queste misure, doveva aiutarlo NI, invece che fornirgli cinque termocoppie e un acquisitore giocattolo a 5 canali.
          Nelle relazioni da presentare ho detto al convegno che sarebbe meglio farsi aiutare da Giancarlo (se disponibile) o forse doveva svegliarsi prima.
          Quindi niente prova per Franchini, tutto qua inutile insistere.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Andrea

          Quindi niente prova per Franchini, tutto qua inutile insistere.

          Perché non si sapeva? La bombolina di Arata/Celani è una bufala che nessuno vedrà mai.
          Sono stato abbastanza esplicito?
          Se la replica di cui si vanta fosse riuscita, cioè se la bombolina di palladio che comprime idrogeno esistesse, Celani non si sarebbe fatta scappare la buona occasione per emergere dalla palude ff. Ora deve per forza affidarsi alla costantana. Se gli va male non gli resta niente.
          Credo che tutti, anche i ff, si aspettino di vedere la bombolina. Ha fatto male a nominarla, ora deve pedalare.

        • Cimpy ha detto:

          Perché, Defkalion avrebbe qualcosa di diverso da un E-Cat? Io avevo capito che solo Rossi (e ovviamente chi prende i suoi claims per veri) dicesse che tra il sistema greco e il suo ci sarebbe una differenza. Certo, se uno crede che Rossi abbia davvero un catalizzatore per le Lern, le cose potrebbero ben essere diverse. E’ solo una questione di cosa uno creda.
          Io credo che l’E-Cat non funzioni -sia chiaro, è una mia credenza, mica che ho le prove di niente. Noto solo che prove vere di funzionamento, se uno non ha fede nelle parole e nei racconti di chi dice che funziona proprio così, non ce ne sono. Come non ci sono E-Cat in giro per il mondo (salvo secret customers, che è come dire che, comunque, per i comuni mortali non ce ne sono lo stesso). Perché dovrebbe fare strano che per me Defkalion e Leonardo Cop abbiano le stesse cose? Mi pare che sia Rossi che insista a dire che son diverse. Però non mi sembra che i greci abbian detto che non hanno eccessi di calore. Poi Rossi può dire che loro se lo inventano? E allora perché io dovrei credere che per il suo sistema le cose invece funzionano? Perchè altrimenti chi crede si offende? Mah.

        • mW ha detto:

          @Andrea:
          solito discorso:
          “Cop pari a 5-6, dalla parte del formaggio, tipo E-cat ma con plasma attivatore senza catalizzatori ad idruri.”
          Ma anche questo, lo hai visto tu? Lo ha visto un tecnico di tua fiducia? Ti è stato riportato da una fonte che non puoi rivelare? In questo caso ti fai responsabile unico della diffusione della notizia che le macchine Defkalion fanno COP pari a 5-6 (non sono pompe di calore, voglio sperare!).
          E’ chiaro che io non ci credo neanche morto, e da sempre, e che le uniche domande che posso fare sono di questo tenore.
          Se questa macchina in realtà non esiste o non funziona, allora si che ti prendi davvero una responsabilità. In realtà no, ma ci fai una figuraccia. Ma ti conviene?

          Celani: ma cosa c’entra Giancarlo con Celani piuttosto che con altri 145.000 ricercatori in giro per il mondo? Eravamo rimasti al fatto che Celani aveva ottenuto delle trasmutazioni (una cosa pazzesca) e doveva provarlo inoppugnabilmente. Già nel 2009.
          A me la costantana non interessa. Si riparte da quelle trasmutazioni. I soldi son legati a quello, e se non arrivano, non è perchè Giancarlo è cattivo.
          Ma ti ricordi le strombazzate sulla partecipazione di National Instruments che per qualcuno addirittura crederebbe nelle LENR? Bene, se la NI ci crede, aiuti Celani a procurarsi il macchinario per provare inoppugnabilmente le trasmutazioni e i fenomeni che doveva provare dal 2009 per avere i fondi cash sull’unghia. Devo dedurne che National Instruments non ci crede? Perchè ci devo credere io? Perchè ci deve credere Giancarlo? In un laboratorio di una fabbrica di frigoriferi c’è una attrezzatura 100 volte più grossa di quella messa in campo da NI per Celani. Una cosa pietosa.

        • Cimpy ha detto:

          E’ chiaro che io non ci credo neanche morto

          Siamo in due. Forse anche in tre o quattro o addirittura il doppio, a prescindere dai proclami, dai convegni e dai video in rete.
          Volete convincerci? Diffondete la caldaia e relative bollette dell’enel. In fondo, son tre anni che questa “ottava meraviglia” è quasi pronta, e sono ben più di 6 mesi che è stata venduta a “secret customer”.
          Però leggevo da qualche parte che qualcuno ha cominciato a dire che forse servono altri 20 anni di ricerche. Strano, per un oggetto già in commercio…Voleva intendere quel tale che hanno vendito qualcosa di instabile a qualcuno? Intendeva che i proclami, tra cui il cop 5-6-200-infinito, son solo -appunto- proclami? Che Rossi, quando parla, è da interpretare stile versetti biblici? Sarà anche, ma a me come messia non convince proprio, nemmeno se mi mostra un video in cui cammina sulle acque. Sia chiaro: è solo una mia fede personale. D’altronde nel nostro paese c’è ancora libertà di culto. Tenetevi i Defkalion, i Rossi, i Celani ei Carpinteri, io in questa storia sto con i Massa, i De Marchis, gli Ascoli(65) e i Franchini

        • Andrea ha detto:

          @mW
          Noto un certo livore nella tuo intervento, mi sforzo di non capire il perché. 🙂
          Non sono responsabile della diffusione di notizie in merito alla Defkalion Europe, non ne possiedo titolo ne l’ho chiesto, al contrario il suo presidente di cui posso vantare una buona conoscenza personale è molto chiaro a tal proposito ed è molto attento su come gestire la divulgazione d’informazioni.
          Le notizie che ho riportato sono già note nell’ambiente da più settimane e molte di esse sono presenti in rete da alcuni giorni se non mesi in alcuni casi, quindi nessuna responsabilità da parte mia, non voglio convincere nessuno; informazioni strettamente confidenziali come ad esempio il nome di alcuni big in trattativa per le licenze non sono autorizzato a divulgarle per ovvi motivi e non mi passa neppure per l’anticamera di quell’unica mono cellula cerebrale che mi ritrovo, grassa come un’arancia solo perché piena di prosecco, in primis proprio per evitare anche solo l’idea che la Defkalion ne abbia bisogno e che possa speculare su questo.
          Come imprenditore e techunter vivo d’informazioni riservate, non importa che tu mi credi e neppure te lo chiedo, non ti basta? Non è un problema mio, sono libero di riportare e scrivere quello che voglio e tu altrettanto, nei limiti ovvi del buon senso (buon padre di famiglia) e delle proprie responsabilità e ripeto, professionalmente non mi occupo di gossip ma di fatti concreti.
          Mancano solo 6 giorni all’ora X, un po’ di pazienza.
          Penso che Radio24 e la BBC, sono fonti giornalistiche autorevoli quanto il Sole24Ore citato nella petizione dei mille o per il fatto che non scrivono e riportano quello in cui tu credi cioè non credi, non sono più fonti autorevoli?
          Come con Spallone che è autorevole quando critica le pubblicazioni sul piezo, ma diventa un millantatore quando firma paper con Celani sulla costantana.
          Ti prego di rispondermi, non ti sembra incoerente tutto questo?
          Si o no, non ci sono vie di mezzo o attenuanti o decontestualizzazioni.

          In merito a Giancarlo, visto che l’hai citato tu ed io per primo, vorrei chiarire una cosa; ho citato il convegno di Galzignano di cui a breve sarà messo a disposizione on-line il promo ed ogni singolo intervento, Giancarlo si è proposto di aiutare i ricercatori (era rivolto più a Violante che ad altri, come ha scritto anche in questo blog) a presentare un progetto in Europa per ottenere i fondi necessari affinché venga realizzata una dimostrazione inequivocabile dell’esistenza di questi nuovi fenomeni, io poi ho esteso questa sua proposta anche ad altri ricercatori tra cui il presente Celani, ho fatto da moderatore, t’immagini io che faccio da moderatore?
          Non avevo ancora prosecco in corpo, cosa alla quale abbiamo rimediato verso sera.
          Il bello di conoscersi di persona è proprio questo, ti fai sempre un’idea non corretta delle persone se le conosci solo tramite i forum o i blog.
          Giancarlo che in rete risulta essere antipatico, puntiglioso, rompi marroni, orgoglioso e tal volta anche molto pesante nei suoi scherzi e battute, dal vivo è proprio così… Ma è tutta un’altra persona, risulta piacevole, educato, ponderato ed equilibrato, si mette in discussione, si confronta e non ha paura di nulla e soprattutto dell’ignoto, anzi per lui tutto ciò che è nuovo (quando o se, esiste veramente) è fonte di arricchimento e accrescimento personale e soprattutto, ha una grandissima donna al suo fianco il che, come dice la mia donna a tal proposito, gli infonde un’aura particolarmente affascinante, son donne (ecco ora mi becco del sessista)..
          Tutti, ma proprio tutti (emm, eccetto Celani, ma alla fine anche lui in forma riservata e a denti stretti 🙂 ) hanno apprezzato il suoi interventi, anche i belivers più sfegatati e ti posso assicurare che erano in molti.

        • Cimpy ha detto:

          “professionalmente non mi occupo di gossip ma di fatti concreti.”

          Davvero? Ma, per fare un esempio di fatto concreto, come sta il cop dell’E-cat? E’ a 3 a 6 a 200 o infinito? Per dire, eh? O la Nasa: ci racconti qualcosa di concreto sulla Nasa? Ma poi concreto per te che vuol dire? Che l’ha detto Rossi? Che l’ha detto Celani? Che l’ha certificato Levi?

          “Penso che Radio24 e la BBC, sono fonti giornalistiche autorevoli “

          Quindi per te è confermato: il metodo Vannoni non è scientifico ed anzi è parecchio discutibile. lo hai detto a Bertoldo?
          A prescindere dalle sviolinate che fai a qualunque scettico, nessuno di noi ti aiuterà nella tua campagna di raccolta fondi: semplicemente uno scettico non crede in quel che proponi. L’unica cosa che uno scettico capisce è che stai raccogliendo fondi. Su quello dubbi non ce ne sono.

        • Andrea ha detto:

          p.s. a breve uscirà sul sito di Radio24, la diretta sarà alle ore 12 del giorno 22/07 per il pubblico italiano, il giorno 23/07 alle ore 16 la diretta per il pubblico americano.

        • mW ha detto:

          @Andrea:
          circa Spallone: non è che debba essere d’accordo con una persona, in questo caso Spallone, qualsiasi cosa dica.
          Uno può essere d’accordo una volta e in disaccordo un’altra volta.
          Mi sembra una cosa normale.
          Livore per fortuna non ne ho proprio, inutile che ti chiedi perchè, fai pure qualcos’altro a scelta.
          Da come è stata messa giù la cosa, sembrava che fosse stata presa una decisione gravissima a causa di pressioni esterne. E’ giusto sottolineare che non è stato, in realtà, detto neppure questo, devo darne atto. Un po’ come nei giornali quando si dice “sembra”. Allora qualcuno comincia a scrivere che se è vero quello che “sembra” che sia successo, è una scorrettezza terribile!
          Invece, la prima cosa da fare è definire i fatti.
          Dopo, se mai, si danno i giudizi.
          @Franchini & Gabrichan & Massa: ma quanto può costare la bombolina?
          Seddercaso, ni si fa na colletta.

        • gabrichan ha detto:

          @mW tanto per farsi un’idea:
          https://www.goodfellowusa.com/catalog/GFUS4I.php?ewd_token=j4dioLO8CDzK5AsWD4qwY4oU54iqfq&n=5EhirRashzZ4JG1XRL98C0JoD6nOsz&ewd_urlNo=GFUS411&Catite=PD007260&CatSearNum=2
          2307$ un tubetto di 6mm di diametro, 0.5mm di spessore per 120mm di lunghezza, che ad occhio è delle dimensioni di quello usato da Celani ha un suo ragguardevole prezzo, anche se rimango dell’idea che anche un tubetto in nichel abbia più o meno le stesse prestazioni in una elettrolisi, in fin dei conti è il suo cugino povero.
          http://www.rebresearch.com/H2sol2.htm
          Però il Pt ha prestazioni ancora peggiori,strano.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @gabrichan

          Allo stato dei fatti non servono più succedanei; temo che nessuno farà caso al Suo esperimento.
          Se Celani vuole salvare la faccia deve prendersi una settimana di tempo e riportare in servizio la bombolina dove dice di avere compresso una cinquantina di atmosfere di idrogeno.
          Se ci riesce ci mobiliteremo tutti per dargli una mano.
          Lei fa dei sacrifici lodevoli, ma dopo i recenti sviluppi bisogna che Celani stesso si faccia vivo. Deve rendersi conto che non può aggredire qualcuno, lasciare che l’aggredito risponda e stare zitto come un topo protetto dal suo stato di dipendente INFN. Alla lunga i nodi vengono al pettine. Forse questo blog è più seguito di quello che crediamo. Il 15 luglio il blog è stato aperto da 1052 visitatori, non poco per un blog monotematico piuttosto complesso.
          Lei, Massa, Giancarlo, Ascoli, Morici, abbiamo diritto di avere un riscontro da Celani su 22 passi. Stiamo lavorando per rispondere a una sua sfida indirizzata a freddo personalmente a me.
          Aspettiamo che torni dall’America e che si decida a lavorare sulla bombolina. Ha idea del recupero di prestigio che otterrebbe se facesse vedere la sua bombolina sotto pressione?

        • mW ha detto:

          @Gabrichan,
          2307dollari? E’ pochissimo.
          Io 100 euro ce li metto volentieri.
          Franchini, può aprire un c/c postale?
          Se va tutto a monte, li si dà in beneficenza.

        • Renato ha detto:

          Mi impegno per 100 euro.

          R

        • Cimpy ha detto:

          Mi impegno per 200 ma con una clausola ferrea: se non se ne fa più niente e si devolve in beneficienza pretendo garanzia che non un centesimo andrà per cause passeracee di qualsiasi tipo.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @mW

          Io 100 euro ce li metto volentieri.

          Dove li metterebbe volentieri?
          Basta una mezza giornata di assenza per perdere il controllo della situazione. Che cosa vuole comprare con 2307 dollari?
          Una gigantesca bombola di palladio? Basta la bombolina che staziona nell’armadio di Celani. Celani la dia a Massa prima che gli venga requisita da Equitalia.

        • gabrichan ha detto:

          @Franchini, io gli esperimenti li faccio per me, mi piace e mi diverto, non ho bisogno dell’approvazione degli altri, per quanto riguarda Celani mi fido della sua parola e delle foto:
          http://22passi.blogspot.it/2011/08/replica-esperimento-arata-1955-infn-lnf.html
          In una il manometro segna circa 6 Atm una pressione più che sufficiente per me per dimostrare la veridicità delle affermazioni di Arata.

          @mW Per me quella cifra è alta, considerato che è un del po più del mio stipendio, pero se si vuole fare una raccolta ed affidare tutto a Mario Massa per me va bene, considera che ci vogliono almeno 230 persone che sottoscrivono.

        • Cimpy ha detto:

          2307 dollari -> 230 persone con una media di 100 e più euro a persona? GabriChan, cos’è, matematica fusionista? Oppure ho capito male io e non erano 2307 dollari?…
          😉

        • Camillo Franchini ha detto:

          @gabrichan

          io gli esperimenti li faccio per me, mi piace e mi diverto, non ho bisogno dell’approvazione degli altri, per quanto riguarda Celani mi fido della sua parola e delle foto

          Se Le piace e ci si diverte continui, ma ormai a noi interessa vedere la bombolina, prima che dopo gli ultimi eventi passi in cavalleria. Io non ci spenderei altri soldi, aspetti. Come Lei, altri si fidano della parola di Celani. Uno di questi è Mistero; forse anche Sandro75k. Un po’ i soliti tifosi. Se mi posso permettere, non compri altro palladio.
          E’ tempo che Celani ci faccia vedere la bombolina in pressione. Dovrebbe capire che è nel suo interesse. Dubito però che se ne renda conto. Se potesse confonderci lo avrebbe già fatto di fronte a testimoni autorevoli.

          Essi saranno confusi perché commettono delle abominazioni: non si vergognano affatto, non sanno che cosa sia arrossire; perciò cadranno fra quelli che cadono; quand’io li visiterò saranno rovesciati, dice l’Eterno.

          E’ uno show down che dovrebbe interessare anche Lei, visto che ha tanta passione per il mondo nucleare.

        • Andrea ha detto:

          @Cimpy
          A prescindere dalle sviolinate che fai a qualunque scettico,

          Rode molto me ne rendo conto, come mi rendo conto che non ne becchi una, vedi su Celani che pensavi che stava male di salute, eri e sei l’unico a capire tutto il contrario.
          Troppo tempo dietro la lavagna ti fa male.

          nessuno di noi ti aiuterà nella tua campagna di raccolta fondi

          Idem come sopra, non capisci e fai insinuazioni, poi utilizzi il “noi”, ti senti solo?

          semplicemente uno scettico non crede in quel che proponi.

          Appunto, non capisci, non propongo nulla, riporto informazioni.
          Lo sai che con minimo sforzo si può essere scettici senza passare per idioti?
          Prendi esempio da Giancarlo, Mario Massa, mW, etc.

          L’unica cosa che uno scettico capisce è che stai raccogliendo fondi. Su quello dubbi non ce ne sono.

          Ma toglimi una curiosità, hai ricominciato a fumare?
          Hai finito i popcorn?

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Andrea

          Rode molto me ne rendo conto, come mi rendo conto che non ne becchi una, vedi su Celani che pensavi che stava male di salute, eri e sei l’unico a capire tutto il contrario.

          L’aveva messa così sul tragico che il minimo che ci poteva aspettare era un problema di salute, Dio ne scampi. Invece si trattava di una cosa che tutti ci aspettavamo, mese più mese meno.
          A me sembra che i soli a meravigliarsi per una simile banalità siano Sandro75k, Lei, forse gabrichan. A Daniele sembra che non gliene possa fregare meno; non ci ha fatto caso, a meno che sia al mare. Riprendetevi ragazzi, pensate piuttosto alla bombolina che rischia di essere requisita e di diventare un ciondolo portafortuna.
          Cos’è piuttosto questa storia della raccolta di soldi? Volete affittare un laboratorio a Frascati per Celani? Non mi piace vedere fare progetti sulla mia testa.
          Una volta per tutte: Lei tifa per Celani, per Rossi, per Carpinteri, per o per tutti e tre?

        • Andrea ha detto:

          @mW
          Ci ritorno per puntualizzare che non hai risposto e poi non ci torno più, ti ho scritto:
          Ti prego di rispondermi, non ti sembra incoerente tutto questo?
          Si o no, non ci sono vie di mezzo o attenuanti o decontestualizzazioni.

          Tu rispondi:
          circa Spallone: non è che debba essere d’accordo con una persona, in questo caso Spallone, qualsiasi cosa dica.
          Uno può essere d’accordo una volta e in disaccordo un’altra volta.
          Mi sembra una cosa normale.

          Si o no nel merito, non chiedevo altro ma preferisci non rispondere nel merito, hai paura di comprometterti, in fin dei conti sei sotto anonimato, che ti frega?
          E poi, scusa se cerco maggiori precisazioni, ma rispondere nel merito significa a domanda diretta scrivere si o no, rispondere con un essere in accordo o disaccordo significa dire che “credi” in un caso e “non credi” in un altro sempre a riguardo della stessa persona, in questo caso Spallone.
          Rifletti.

        • Cimpy ha detto:

          Certo che leggere di Andrea che pretende una risposta precisa fa davvero specie. E’ una novità assoluta. Proviamo il contrario? Andrea, l’E-Cat ha cop 200? Sì o no? I fili di Celani producono eccessi di calore? Sì o no?

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Andrea

          circa Spallone: non è che debba essere d’accordo con una persona, in questo caso Spallone, qualsiasi cosa dica.

          Non fatemi morire: cosa ha fatto o detto Spallone, il rude scudiero di Celani? Si è incatenato davanti al laboratorio chiuso? Quanti blog frequentate?

          Rode molto me ne rendo conto

          E’ vero, rode molto non avere tutto sotto controllo. Spallone sta raccogliendo offerte per Celani?

        • gabrichan ha detto:

          Si Cimpy ho sbagliato sono 23 persone, ma spettiamo un attimo come consiglia Franchini.

          A me Celani sta molto simpatico come apprezzo la logica di Franchini e l’irruenza di Andrea, tutte persone con molti pregi e pochi difetti.
          Detto questo mi dispiace che Celani abbi avuto problemi con il suo datore di lavoro, dopo 25 anni di onorata carriera e lavoro, ma se ha ragione Giancarlo forse si doveva impegnasse un po di più a proporre il suo lavoro e i suoi progetti.
          Da Celani essendo un dipendente pubblico mi aspetto da lui che lavori al meglio delle sue possibilità, in realtà il settore è poco importante, ma quello che conta è che il lavoro venga fatto al meglio (come mi aspetto lo faccia uno spazzino o un tranviere), anche un esito negativo è comunque un risultato, significa che quella via è sbagliata,ce ne sono mille altre da esplorare.

          PS, qualcuno riesce a procurarmi questo articolo, mi ha incuriosito la fig.1

          http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S092583880101516X

        • Camillo Franchini ha detto:

          @gabrichan

          anche un esito negativo è comunque un risultato, significa che quella via è sbagliata,ce ne sono mille altre da esplorare.

          Non deluda me, che apprezzo molto la sua passione scientifica. Un esito negativo resta un esito negativo, a meno che non si voglia dimostrare l’esistenza dell’etere cosmico. Celani mirava a esiti positivi. Gli esiti negativi erano previsti da tutta la GAS, non c’era bisogno della sua collaborazione. Cosa si può imparare da una bombolina che non funziona? Si sa già che non può funzionare.
          Non dimentichi che a Celani sono stati regalati tanti soldi da mantenere in attività per molti anni un intero dipartimento universitario. Si informi. E’ il lato più scandaloso di questa vicenda tipicamente italiana. Hanno concesso fiducia e supporto finanziario a una persona che non sa nemmeno scrivere un rapporto di lavoro. Se ne sono accorti ora; chi ci restituisce tutto quello che Junio Valerio ha speso?

        • mW ha detto:

          @Andrea,
          Nessun problema a risponderti. Ho ripescato la tua domanda.
          “Come con Spallone che è autorevole quando critica le pubblicazioni sul piezo, ma diventa un millantatore quando firma paper con Celani sulla costantana.”
          Si, è incoerente esprimersi in questi termini.
          Ma il problema è: qualcuno si è espresso in questi termini?
          Io no, perchè non ho gli strumenti per farlo, ed inoltre non credo che userei il termine “millantatore”, per ovvi motivi.
          Vedi che per me non è difficile rispondere.
          Ma a questo punto, resta da rispondere alla domanda che ho posto:
          Chi si è espresso in questi termini e in quale occasione?
          Indica chi lo ha fatto e rapportati direttamente con lui.
          Franchini è stato lei?
          Se è stato lei, è stato incoerente.
          Più di così non saprei neanche cosa dire.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @mW

          Come con Spallone che è autorevole quando critica le pubblicazioni sul piezo, ma diventa un millantatore quando firma paper con Celani sulla costantana

          Lei ha perfettamente ragione. Spallone non è mica condannato dalla giustizia divina a scrivere cavolate. Se è convinto che i reattorini di Celani (non so come definirli) sono una cosa seria che meritano di spenderci ore di lavoro, non è un millantatore, ma un collega che sbaglia, quindi non è autorevole. Questo però non gli vieta di essere un buon insegnante di fisica GA presso un istituto tecnico.
          Spero che l’INFN non voglia spendere i soldi per la trasferta di Celani nel Missouri. Sarebbe un’offesa ai contribuenti. Se non si smette mai con le esibizioni interne ed estere di Junio Valerio è inutile fare dichiarazioni di principio.

        • mW ha detto:

          @Andrea:
          in effetti anche io pensavo che Celani stesse male di salute. Io non ho nessun motivo per augurarmi che Celani si ammali, e se dipendesse da me, vorrei che stesse comunque in salute. Cimpy (che forse ha procurato un sacco di pubblicità gratuita a un tizio ignaro che ancora lo ringrazia) la pensa sicuramente come me.
          Questo per le cose importanti.
          Mi hai indicato come esempio da seguire, ne prendo atto, ti ringrazio, ma spero che tu abbia ben chiaro che io la penso esattamente come Cimpy.
          Se resto ancora un esempio, che dire, complimenti sinceri.

        • Andrea ha detto:

          @mW
          Mi bastava il tuo pensiero espresso con un si o un no, grazie.

          @Franchini
          Non fatemi morire: cosa ha fatto o detto Spallone, il rude scudiero di Celani? Si è incatenato davanti al laboratorio chiuso?

          No per ora no, immagino però che potrebbe essere il primo ad incatenarsi davanti al laboratorio di Celani con le ruspe che avanzano.
          Me lo immagino legato come un salame con un filo di costantana trattato con formula segreta pieno di nanodiamantoidi taglienti come nanorasoi, vicino un bombolotto di idrogeno collegato con un tubo alla bocca e un accendino in mano.

          @Cesare Imperiali (Cimpy)
          E’ inutile alle domande idiote non rispondo, come non rispondo ad affermazioni non mie.
          Mi ricordi la molecolina dell’acqua Lete che anziché dire “c’è qualcuno?” dici “ci sono anch’io, ci sono anch’io, ci sono anch’io, ci son……”
          Dai che la medaglietta di Mattley/SNAM rete gas te la sei guadagnata, torna a giocare dietro la lavagna, ci sono due scatole di popcorn, chissà che con le mani impegnate a mangiare…
          Ah no, ora ricominci ad invertarti stronzate personali (magari con un altro nik simulando qualche errore grammaticale per non farti scoprire), dai che aspetto, poi non lamentarti se ti presento il conto.
          Datti una calmata, ascolta il mio consiglio.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Andrea

          Me lo immagino legato come un salame con un filo di costantana trattato con formula segreta pieno di nanodiamantoidi taglienti come nanorasoi, vicino un bombolotto di idrogeno collegato con un tubo alla bocca e un accendino in mano.

          Perfetto, non tifa per Celani. Basta scriverlo, relax.

          ora ricominci ad invertarti stronzate personali (magari con un altro nik simulando qualche errore grammaticale per non farti scoprire), dai che aspetto, poi non lamentarti se ti presento il conto.
          Datti una calmata, ascolta il mio consiglio.

          Rode molto me ne rendo conto

          Lo so è un dispiacere perdere i soldi dell’INFN, ma se ne faccia una ragione. Forse restano quelli dell’ENEL. Si sfoghi pure, fa bene, lo dicono anche i dottori.
          Ma se era per Cardone/Carpinteri, perché si preoccupa per Celani? Sono mondi distinti, come ha messo in evidenza Antonio Spallone. Le conviene smarcarsi da Celani… ma conosco poco le dinamiche ff.

        • Cimpy ha detto:

          dai che aspetto, poi non lamentarti se ti presento il conto
          A me ricorda un po’ quella storia del tale che correva come un matto mentre tutti gli gridavano: “Giovanni, che fai? fermati!” e lui niente, giù a correre. E avanti così per ore finché uno finalmente lo affianca e dice: “Giovanni, fermati davvero: guarda che ti danno l’ergastolo!” E lui di rimando: “a me che mi frega, mica mi chiamo Giovanni, io…”.

          Insomma, due cose ormai dovresti averle capite persino tu, non penso proprio che sia pretendere troppo:

          1)
          Non me ne può fregare di meno dei nomi propri che usi per chiamarmi: tutti i miei parenti, gli amici e i colleghi (di cui tu non fai e non farai mai parte) mi conoscono come “Cimpy”, che nel mio caso è proprio un soprannome che porto da anni. Tutti gli amici, i parenti e i colleghi sanno quali sono le mie passioni, i miei interessi e, nello specifico, le mie credenze in tema di FF.

          A te invece, che di quelle cerchie non fai parte, non devo proprio niente, né smentite né conferme.

          Quindi non so bene cosa tu speri di ottenere, abbinandomi ad uno o ad un altro, sappi solo che non mi fa né caldo né freddo, è un problema solo tuo, che evidentemente sei abituato a persone che si impressionano se gli affibbi un nome. Ti va proprio male, Andrea: io non mi impressiono e i miei amici neanche.

          2)
          Presenta pure a chi ti pare. Da me, stai certo, non avrai un centesimo .

        • Andrea ha detto:

          @Franchini
          Una volta per tutte: Lei tifa per Celani, per Rossi, per Carpinteri, per o per tutti e tre?
          Per una squadra di calcio posso tifare non di certo per uno o più ricercatori.
          Non è da tetragoni tifare, proprio lei che domande fa?

        • Cimpy ha detto:

          Franchini, inutile chiedere ad Andrea: non è abituato a rispondere a tono, solo a cercare di aver ragione a prescindere, ma soprattutto quando di ragioni condivisibili non ne ha. Lui non tifa, lui sa.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Andrea

          Non è da tetragoni tifare, proprio lei che domande fa?

          Chi non ha conoscenze nucleari derivate da studi appropriati può solo tifare.

        • mW ha detto:

          @Franchini,
          stiamo cercando di capire quanto può costare a Celani ripetere l’esperimento.
          Potrebbe avere perso la bombolina, ed inoltre INFN ha cessato di erogargli i fondi.
          Consideravo la possibilità di fare una colletta per consentirgli di acquistare i materiali e di ripetere l’esperimento.
          Rilancio a 200euro per non fare brutta figura con Cimpy.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @mW

          Potrebbe avere perso la bombolina

          Vogliamo scherzare? La bombolina è la sua assicurazione sulla sua vita di ricercatore INFN. Se è tanto pollo da averla persa di vista è bene che sia promosso al ruolo di magazziniere, il tizio che distribuisce i reattivi ai ricercatori.

        • Andrea ha detto:

          @Cimpy
          Perché insisti..
          Dimmi una cosa, ma quando Alessio Guglielmi prende in giro Daniele per la testa pelata, tu come reagisci?
          A) Non li hai ancora persi tutti per cui non ti senti coinvolto (anche se fai un po schifino in quelle condizioni).http://www.linkedin.com/pub/cesare-imperiali/5/64a/791
          B) Ti indigni e ti senti offeso ma non hai il coraggio di rispondere a tono.
          C) Non te ne frega nulla perché grazie a questo problema hai fatto la scoperta del secolo “il pavimento e il lavandino bloccano la caduta dei capelli” e sei in attesa di pubblicazione.

          Così, tanto per capire per chi fai il tifo e perché..

        • Darwinista ha detto:

          Andrea comincia sempre più a sembrarmi tale Rosario Marcianò lo sciachimista che fa le liste di prescrizione, famoso per le sue identification…sballate

        • mW ha detto:

          @Cimpy,
          “tutti i miei colleghi, parenti e conoscenti, mi conoscono come Cimpy”
          …..quindi di “Eustachio” non se ne fa niente?
          @Andrea,
          Adesso che hai postato un profilo linkedin di qualcuno, cosa hai fatto?
          Cosa è cambiato?
          Aumenterà il COP?
          Non ho una idea dello scopo per il quale si incolla un profilo linked in in un blog. Non è di per se illegale, ma lo scopo, lo scopo quale sarebbe?
          Se vi sono gli estremi per una azione legale, si compie questa azione legale e basta.
          Se invece si appiccica su un blog un profilo linkedin di una persona come se questo servisse a qualcosa…cosa?
          Se reputi, vai per avvocati. Ma così, cosa persegui?
          Hai additato un capro espiatorio alla frustrazione dei believers?
          Ti va bene? Ma davvero ti va bene? Cosa speri, davvero?
          Perchè lui sarà lui, ma tu sarai “quello lì che”, inevitabilmente questa storia sancisce chi ha fatto cosa, per sempre.
          Il cosa, e il perchè, e cosa spera uno che fa cosa e chi è, e cosa è.
          Io non riesco a immaginarmi nulla di bello che possa passare attraverso una cosa del genere.
          Inutile dire che è aperto il dibattito.

        • mW ha detto:

          @Andrea,
          in sostanza, questa storia rischia di dire molto più di te, che non di Gustavo, o come si chiama.

        • Andrea ha detto:

          @mW
          in sostanza, questa storia rischia di dire molto più di te, che non di Gustavo, o come si chiama.
          Si chiama Cesare Imperiali, quello che ha la faccina di suo figlio come avatar in EA, lo stesso bambino che si vede nella foto di Linkedin che ho postato. Che dici, il Cimpy di EA è un troll che ha trovato e utilizzato le foto del figlio di Cesare? Il Cimpy che scrive qui non è lo stesso di EA? Se così fosse il Cesare Imperiali di Linkedin dovrebbe fare qualcosa ti pare, no? In fin dei conti gli ho fatto un piacere se le cose stanno così, anche se ne dubito molto.
          http://www.energeticambiente.it/members/cimpy.html

          Che cosa ti preoccupa mW, che presto o tardi metterò on line anche il tuo nome e cognome, non hai mai fatto nulla di male, non hai nulla di cui vergognarti, ma ti pare?
          Poi il link l’ho messo per evidenziare la foto con la bella cecola che si ritrova sulla testa; Alessio Guglielmi può prendere in giro il Passerini per la testa pelata e io non posso prendere in giro Cimpy che sta perdendo tutti i capelli? Potrebbe provare con le staminali vegetali..
          Dicono che gli uomini che perdono i capelli davanti sono dei gran pensatori, mentre quelli perdono i capelli sopra sono dei grandi amatori, lo sapevi? E quelli che perdono i capelli davanti e sopra? Secondo me pensano di essere dei grandi amatori.

          @Darwinista
          Andrea comincia sempre più a sembrarmi tale Rosario Marcianò lo sciachimista che fa le liste di prescrizione, famoso per le sue identification…sballate

          Beh mica tanto sballate, almeno la mia identificazione è giusta se Cimpy non è un troll che si è impossessato delle foto del figlio di Cesare Imperiali e le utilizza come avatar in EA. Ma come, mi citi le liste di Marcianò e non sai che ho l’onore di essere in quelle liste assieme a Piero Angela, Claudio della Volpe e moltissime altre illustri persone, non te ne sei accorto? E’ proprio un MISTERO come sia finito in quella lista di unbeliver, debunker, disinformatori, etc..
          Però mi hai fatto venire un’idea, preparo un bel book con le foto e i nomi (veri) dei vari unbeliver che non si limitano a dire non ci credo alla FF, LENR, etc, ma che addirittura fanno il tifo contro, come se la scienza fosse una partita di calcio che a seconda del risultato definisce che cosa dovremo in futuro studiare a scuola. Poi appena si sarà conclusa questa triste vicenda, lo pubblico e vi scriverò questi signori avevano ragione, o questi signori avevano torto.

        • Cimpy ha detto:

          Non c’è peggior sordo di chi non vuol capire.
          Andrea
          1) non me ne frega niente di chi pensi che io sia
          2)non ho niente di cui vergognarmi
          3)fossi in te, mi guarderei allo specchio, soprattutto andando a rileggere quello che scrivevi e che scrivi anche su EA, ma non solo.

          magari questa volta che sto usando meno parole riesci a seguire meglio il discorso.

        • Andrea ha detto:

          @Cimpy
          Per punti anch’io:
          1) O sei un troll o sei Cesare Imperiali.
          2) Mah con una testa spelacchiata in quel modo, io cercherei un rimedio.
          3) Sei sicuro che sono io in EA, per me è un troll!

        • Cimpy ha detto:

          1) è un problema solo tuo.
          2)anche quello è un problema solo tuo
          3)resta un problema solo tuo

          Ti ho dato abbastanza corda, non tornerò su questi argomenti per spiegartelo ancora.

        • Andrea ha detto:

          http://it.ibtimes.com/articles/53015/20130718/usione-fredda-rossi-e-cat-di-defkalion-pronto-al-debutto-alex-xanthoulis.htm

          Mancano i missili della Nasa alimentati a FF citati da Giancarlo, ma per il resto le applicazioni ci sono tutte..

        • Cimpy ha detto:

          Dunque Andrea, rispondi ad una semplice domanda sul tema da te postato: tu credi che l’ “E-Cat di Defkalion” funzioni come dicono? Basta un sì o un no.

  9. Mahler ha detto:

    Per mettere ulteriore carne al fuoco… Questo video di una recente intervista ad Andrea Rossi mostra la posizione del Nostro su Fleischmann and Pons: non avrebbero trovato mai nulla secondo lui (minuto 4).
    Ulteriore conferma delle posizioni più diverse tra coloro che credono che poiché la fisica non impedirsce le LENR allora sia giusto cercarle nei modi più disparati. Celani gli darebbe un cazzotto in faccia se lo sentisse.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Mahler

      poiché la fisica non impedisce le LENR

      Corretto, nessun principio fisico impedisce le LENR, ma esse presentano delle sezioni d’urto infime, al punto che non ce n’è una sola registrata. In chimica nucleare esistono solo le proibizioni imposte dai principi di conservazione; rispettati quelli, è tutta una questione di probabilità.
      A questo punto, dopo 25 anni di ricerca, il fatto che le LENR non facciano parte della GAS non ha più un mero valore statistico, ma porta una certezza: le LENR non possono avvenire. Nel primo mese dopo l’uscita di F&P si poteva ragionevolmente sperare che i due avessero fatto una scoperta. Trascorso quel mese si è tutto fermato.
      Non capisco la seconda parte del Suo ragionamento: perché le sembra normale continuare a cercare le LENR? Solo perché non violano qualche principio di conservazione? Su un simile presupposto si potrebbero promuovere centinaia di altre ricerche.

      • sandro75k ha detto:

        @Camillo

        Posso fare un esempio stupido tanto per non smentirmi?
        Ha presente il gioco della carambola al biliardo?
        La prima “mossa” si chiama “spaccata”. Di solito si imprime molta forza su questo colpo poiché più energia cinetica avranno le biglie e più aumenteranno le probabilità che una o più di queste, per il solo fatto di passare più volte vicino alle buche, venga messa dentro!
        I detrattori della ff sono convinti che la probabilità di imbucare le biglie sia una caratteristica delle biglie stesse e funzione della forza del giocatore. I sostenitori della ff, al contrario, pensano si possa prendere semplicemente la “mira” sin dal colpo di apertura e risparmiare tanta “fatica”.
        I sostenitori di F&P? Pensano possa dipendere dal tipo di tappeto…

        • sandro75k ha detto:

          @Camillo
          Come Lei, altri si fidano della parola di Celani. Uno di questi è Mistero; forse anche Sandro75k. Un po’ i soliti tifosi. 

          Attenzione, io non mi fido proprio di nessuno, (sono più scettico di quello che immagina nel senso intimo e profondo del termine) e non so esattamente cosa sia successo a Celani per emettere giudizi. A volte sono sconcertato perché mi pare semplicemente di assistere ad una guerra di religione più che ad un confronto scientifico.
          Tifo per la ff e allora? Lo ammetto candidamente, però ho anche capito che allo stato attuale delle conoscenze è davvero improbabile, almeno per quanto concerne il “confinamento chimico”, che esista qualcosa. Comincio a comprenderne pure i perché, grazie anche Lei a Giancarlo e a qualcun altro ma “Icaro” continuerà a provare, dovremmo solo decidere a spese di chi e non farlo smettere prima che sia caduto a terra!

        • Cimpy ha detto:

          però ho anche capito che allo stato attuale delle conoscenze è davvero improbabile, almeno per quanto concerne il “confinamento chimico”, che esista qualcosa

          Un piccolo passo per un uomo. Un grande balzo per un passero.
          Aspetto con trepidazione che tu ti esprima anche su oggetti più ingombranti, come l’E-Cat

        • Camillo Franchini ha detto:

          @sandro75k

          mi pare semplicemente di assistere ad una guerra di religione più che ad un confronto scientifico.

          Nessuna guerra di religione. Da questa parte si fa riferimento alla GACMP, alla GAS, alle banche dati nucleari, ai testi accademici. Tetragonia pura.
          Per capirci, io definisco “tifosi” tutti quelli che non dispongono di conoscenze nucleari acquisite a scuola.
          Qui ci comportiamo che se fossimo una commissione di esami che deve giudicare le prestazione degli studenti. Mi è capitato di farlo per 12 anni e non ho mai esitato a considerare errori gli elaborati degli studenti che non corrispondevano alla conoscenza accademica tetragona (CAT). Il pregio della CAT è che funziona.

        • sandro75k ha detto:

          @Cimpy
          A parte che io non ho mai letto 2 righe da parte tua né di chimica nucleare né di scientifico in generale su questo blog, la battuta te la potevi risparmiare… Credo che almeno mi vada riconosciuta una certa educazione, mi piacerebbe riceverne altrettanta!
          Sull’E-cat mi sono sempre espresso in modo non definitivo non sapendo assolutamente di cosa si tratti. Rossi ha detto tutto ed il suo contrario. Non posso giudicare un oggetto che non conosco!
          Per quanto riguarda Focardi, ho già detto qualche mese fa che è stato smentito dallo stesso Rossi e valgono i dubbi sul confinamento chimico di cui sopra…

        • Cimpy ha detto:

          A parte che io non ho mai letto 2 righe da parte tua né di chimica nucleare né di scientifico in generale su questo blog, la battuta te la potevi risparmiare… Credo che almeno mi vada riconosciuta una certa educazione, mi piacerebbe riceverne altrettanta

          Non so, Sandro75K: ti riconosco una certa educazione e anche di più senza problemi.

          Poi mi chiedo: hai davvero bisogno di discettare di chimica nucleare per capire che qualcosa non quadra? La chimica nucleare è sicuramente una “prova del nove” quando qualcuno vuol sostenere che si stanno effettuando reazioni nucleari. Però ci sono segnali molto chiari sparpagliati in giro per tutte le demo di Rossi, con lui essere chimici o fisici nucleari è decisamente uno spreco.

          Quanto alla “scientifico in generale” forse io e te potremmo non trovare un facile accordo su cosa debba rientrare sotto quell’etichetta, ma mi sta bene anche così:
          se, come sostiene Franchini, i tifosi sono “tutti quelli che non dispongono di conoscenze nucleari acquisite a scuola”, io sono evidentemente un tifoso.

          Solo una cosa mi lascia un po’ dispiaciuto: perché non t’è piaciuta la battuta? A me, sinceramente, da tifoso sembrava buona: ci stai mettendo più di 3 anni ad arrivare dove la maggior parte di noi è arrivata in 2 o 3 settimane, pure senza conoscenze di chimica nucleare. Non solo, ma devi persino cercare di rimettere in piedi l’esperimento con la bombolina per riuscire a convincerti che forse (forse neh?) Franchini o Giancarlo o Massa potrebbero avere ragione.

          Mi sorge il dubbio che tu ci sia rimasto male per via del riferimento al volatile. Magari poi scopriamo che il vero ingenuo sono io: ho sempre pensato che qui si desse del “passero” ai credenti, perché (tendenzialmente) sono attivi soprattutto nel blog di Passerini. Per me era solo una questione onomatopeica, e null’altro intendevo. Se per caso ci vedevi altri significati, mi dispiace, non intendevo dire nulla di più che una specie di perifrasi di questo:

          “Dimmi, S. Tommaso dei believers, quando proverai anche tu a trasmutare il nickel in rame? Se non funzionerà che farai, acquisterai un po’ di fede in Franchini e Massa? O dovrai costruirti anche un Hot Cat in casa?”

          Perché, come da qualche parte penso proprio di aver scritto anch’io, forse addirittura per primo, il mio essere scettico è evidentemente una fede, un qualcosa di ascientifico, soprattutto se per te “scienza” include i soli regni della fisica e della chimica nucleari ( e magari sull’includere pure la fisica nucleare tieni dei dubbi…), escludendo a priori, per dire, le analisi di dettaglio che Ascoli65 ha fatto di quanto pubblicato in rete.

          A un tifoso come me basta davvero vedere come il vapore usciva dall’E-Cat ai tempi per capire che quel coso non stava facendo meglio della mia vaporella. Però sai, giustamente: ad occhio uno come me potrebbe anche sbagliare, fa niente che in rete qualcuno il calcolo della velocità che il vapore avrebbe dovuto avere l’ha fatto davvero. Magari erano matematici, mica fisici nucleari.

          La mano che Rossi ha messo sulla sfiatella in un video faceva davvero a pugni con la sua (e di altri) dichiarazione di un titolo secco. Non mi serve davvero sapere di chimica nucleare per capire da me che qualche ustione se la sarebbe dovuta procurare. Ma anche solo un arrossamento, per dire.

          Così come non occorre una laurea specifica per capire che, se una persona certifica una sonda per un’altra e -a detta di chi quelle sonde comunque conosce ed usa- per giunta la spaccia anche per uno strumento che fa misurazioni diverse da quelle che può effettivamente fare, forse (forse neh?) qualcosa non torna, e non sono nemmeno i gamma.

          Se poi i gamma nell’e-cat li misura solo Celani da lontano e nessun altro poi, neanche da vicino, o se il rame prodotto dalle trasmutazioni dell’e-cat stranamente ha la composizione del rame comune (sì, l’han visto dei chimici, questo, gioisci!) e poi altri campioni di rame non se ne son più visti, ti serve davvero una preparazione nucleare per capire che forse (ma proprio forse neh?) qualcosa non quadra? E non sono i numeri atomici…

          Io in questa storia sto con Ascoli65 da due o tre settimane dopo che ne ho sentito parlare per la prima volta. Sai, sono stato uno degli scettici più lenti, tutti gli altri lo sono diventati in meno di 7 giorni. Eppure non so perché, ma resto dell’idea che una battuta, a cavallo tra la scoperta della luna e l’ornitologia della fede me la posso proprio permettere, magari sostituendo alla parola “passero” quella del “tordo”. Tu dici di no?

          ps:
          Davvero, non pensavo di offenderti. Per dire: ti prenderò anche un po’ in giro, ma tu sei già avanti anni luce rispetto al believer medio. Era più un lazzo verso i believers in generale…sai come quando le tifoserie avversarie si gridano contro motti simpatici, hai presente? Anche solo per sentito dire, intendo

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          …io sono evidentemente un tifoso.

          Ho dimenticato una categoria, i dilettanti. Carpinteri è il più tipico rappresentanti dei nucleari dilettanti, quelli che sparano a caso sperando che tra mille colpi uno vada a segno. Ovviamente intendo dilettanti di reazioni nucleari. Sindone, terremoti, granito di Luserna, tutto fa brodo da minestrone.

        • Andrea ha detto:

          @Camillo
          Carpinteri è il più tipico rappresentanti dei nucleari dilettanti, quelli che sparano a caso sperando che tra mille colpi uno vada a segno.

          Concordo, Carpinteri tra l’altro continua a citare le pubblicazioni di quel truffatore di Taleyarkhan come lei ha più volte evidenziato e Krivit si deve essere bevuto parecchio prosecco se scrive questo:
          Our report turns part of the history of nuclear cavitation on its head. What has been reported — until now — as a failure by Dan Shapira and Michael Saltmarsh to confirm the nuclear cavitation work of Rusi Taleyarkhan and his group at Oak Ridge National Laboratories was actually a confirmation.

          http://news.newenergytimes.net/2013/07/17/tomorrow-2001-oak-ridge-bubble-fusion-confirmation-uncovered/
          http://news.newenergytimes.net/2013/07/18/2001-oak-ridge-nuclear-cavitation-confirmation-uncovered-part1/

        • Camillo Franchini ha detto:

          @sandro75k

          I sostenitori della ff, al contrario, pensano si possa prendere semplicemente la “mira” sin dal colpo di apertura e risparmiare tanta “fatica”.

          La questione è molto più semplice di come appare.
          I fenomeni nucleari che ci interessano tanto devono ubbidire esclusivamente a leggi di conservazione. Nel rispetto di tali leggi, ogni evento può accadere; anzi ciò che non è proibito accade. Compito dello sperimentatore è misurare la probabilità che l’evento accada. Una reazione nucleare può essere scritta in modo corretto, ma non è detto che rappresenti un evento reale.
          Tutte le reazioni note (le banche dati riportano a oggi oltre 20000 esperimenti sulle interazioni nucleari) sono dovute passare attraverso la conferma sperimentale.
          Ieri ho riportato la sezione d’urto di una reazione non proibita dalle leggi di conservazione, ossia la frantumazione di un nucleo di 56Fe ad opera di fotone. Possiamo tranquillamente dire che si tratta di una reazione impossibile, perché nemmeno fotoni di un GeV producono una frantumazione significativa. Si tratta beninteso di una impossibilità statistica, non per questo meno vincolante. Widom ha scritto una reazione possibile, ma non ci ha fornito la probabilità che essa avvenga. Ha commesso l’errore fatale di Focardi, di Celani, di Rossi. Se ha notato, nessun ff ha mai fornito le sezioni d’urto delle reazioni che propone. Si tratta di un approccio non scientifico, dilettantesco.
          Mentre le biglie del biliardo si comportano come ci aspettiamo, il mondo nucleare si riserva un margine di arbitrarietà che ci costringe sempre a testare in laboratorio le nostre previsioni teoriche; non si può evitare.
          Si tratta di reazioni molto più semplici di quelle chimiche, perché si tratta di una collisione tra due particelle, niente di più. Però il decorso dell’interazione è sconosciuto finché non si prova in laboratorio. Se l’energia è sufficientemente concentrata si può perfino produrre un bosone di Higgs.

  10. neutrino ha detto:

    @Camillo

    Per un fisico teorico la grandezza base da calcolare per un sistema termodinamico e’ la funzione di partizione del sistema definita in un opportuno ensamble (che dipende dal sistema in esame).

    Vedi http://gendocs.ru/docs/20/19371/conv_1/file1.pdf pag 3 eq 1.11

    La 5.57 e’ realmente well known non essendo altro che l’energia libera di un sistema con un numero fisso di particelle non interagenti con momento distribuito gaussaniamente (Sistema Canonico).

    • Camillo Franchini ha detto:

      @neutrino

      La 5.57 e’ realmente well known

      Sarà anche nota, ma a me piacerebbe vederla scritta da qualche parte. E’ proprio quello che ho chiesto a Mahler. In quell’equazione non vengono descritte le grandezze, per cui si può ritenere che e sia la carica dell’elettrone.
      La funzione di Helmholtz che aumenta senza limite all’aumentare della temperatura?
      Se non si entra coraggiosamente nei dettagli rischiamo di farci mettere di mezzo.
      Siamo aperti al contributo di tutti.
      Grazie neutrino per dedicarci un po’ di tempo. L’argomento è molto interessante.

  11. neutrino ha detto:

    @Camillo

    resta da vedere se realmente l’espressione entro il logaritmo sia la giusta funzione di partizione del sistema che preparata sta studiando …..

  12. Giancarlo ha detto:

    @Hermano Tobia

    Questa esplosione di brevetti sulla ff (pare derivi dal fatto che è stato rimosso il divieto inizialmente posto da USPTO su questo argomento) a noi scettici non può che far piacere. Ci sono ditte in campo abbastanza facoltose da poter scrivere un brevetto di 75 pagine assistiti da un consulente. Non vedo che cosa possa impedire loro di costruire la macchina entro 18 mesi. Sono talmente tanti, ormai, che una macchina funzionante non può mancare. Sarebbe la catastrofe della FF se tale evento non si palesasse; quali sono gli ostacoli?
    Anche i 20 W per 10 giorni sono i benvenuti: quando invece di fare il confronto con una cella inerte riempita chissà perché con allumina si decideranno, vista la bontà del calorimetro denunciata, a confrontare l’energia immessa sotto forma di calore con quella misurata e riscontreranno effettivamente un guadagno sostanzioso non potremo che essere contenti.
    Il calorimetro di precisione ormai ce lo hanno tutti, però continuano a misurare con i vecchi confronti indiretti tra temperature. Come Violante, che ha un calorimetro con i controcazzi ma continua a mostrare un’unica misura di 9 anni fa. Forse l’unica che ha sbagliato. Ho idea che le misure giuste le tengano nascoste accuratamente. Le ciliegie in fondo piacciono a tutti.
    Siamo pure in trepida attesa di Defkalion. Che viva la diversità! Almeno questi sono schietti, non hanno le perverse strategie di mercato/ricerca del nostro AR.

    Intanto da Celani è passato un anno. L’unica nota positiva è che ancora non ha cambiato cavallo: costantana era e costantana resta.

    PS I FF sono in un ventre di vacca, le misure hanno scarsa ripetibilità, sono difficili, non si capiscono bene: è normale che facciano 99 misure e non trovino il calore in eccesso, l’effetto è davvero sfuggente. Né vale farle fare ad altri, figuriamoci. Poi un giorno una misura dà il risultato sperato e ci campano anni. Anche l’effetto bizzarro qualche volta si dovrà pur vedere. E quegli scemi degli scettici giù a dire che stanno mostrando l’unica misura errata.
    Però nel resto del tempo, che hanno fatto?

    • mW ha detto:

      @Giancarlo,
      se ci si pensa, anche la macchina di Piantelli era brevettata. Nessuno è mai nai riuscito a farla funzionare.
      I brevetti, non significano assolutamente nulla.
      E’ per questo che i brevetti vengono accettati più facilmente che le pubblicazioni.
      Ho visto un brevetto da poco postato qua dentro.
      Mi sembra una complicata e dettagliatissima descrizione di un processo. Assomiglia a una ricetta alchemica. Ma non capisco il concetto, il principio di funzionamento.
      Dall’abstract, mi pare di capire che c’è una cella elettrolitica, c’è del palladio, insomma le solite cose.
      Io credo che sia più facile pubblicare un brevetto che non un paper

  13. Giancarlo ha detto:

    @Mahler
    Stai trollando a livello 2, quello degli artisti. Per carità, tutte cose giuste quelle che dici, ma inserite in un contesto sbagliato (anche se i tuoi distinguo non mancano). Non siamo al livello dei passeri per cui qualunque nuovo esperimento che sembra contraddire una credenza attuale è un passo verso le LENR, ma alle volte ti ci avvicini molto.

    Prendi il caso dell’entropia.
    È come se io le dicessi che l’entropia non è compresa a fondo dalla fisica aggiornata all’anno 2013. Provi a smentirmi se ci riesce

    Scusa, ma a noi, per i fini di FF, che ce ne frega dell’entropia? Ti stai forse confondendo col postulato della meccanica statistica che recita: dato un sistema isolato in equilibrio questo ha la stessa probabilità di occupare uno qualunque dei suoi microstati accessibili?

    Molti, come saprai, dicono che l’entropia non è una proprietà oggettiva di un sistema, ma è una proprietà soggettiva definita in relazione a una assegnazione di probabilità basata su quello che un osservatore conosce di un sistema: la soggettività è insita nel fatto che è l’informazione mancante necessaria per specificare il microstato del sistema. Due osservatori differenti, che conoscono proprietà differenti del sistema quantificano l’entropia secondo valori differenti. Il campanello d’allarme dovrebbe squillare quando si scopre che l’entropia di Shannon, che non si applica ad oggetti fisici, ma a bit immateriali, si calcola esattamente allo stesso modo. Chiaramente il secondo principio è assolutamente valido e ci permette di associare una nostra misura (l’entropia) a un comportamento fisico (tendenza al massimo disordine). I cani non risentono dell’entropia – delle forze, degli spostamenti, della gravità sì.

    Gravità e Verlinde. Amo Verlinde da anni, almeno 3, il fatto che dietro di lui ci sia van ‘t Hopf è una garanzia. La sua teoria però non mi convince più avendomi all’inizio entusiasmato: l’entropia c’è solo per gli umani che cercano di capire, come può avvicinare due masse? Come può essere una forza entropica? Scoprire che c’è una forza che fa collassare una stella per ridurre l’informazione sarebbe un evento storico. Glielo auguro.

    I paragoni con Preparata sono improponibili: l’ho conosciuto, voleva spiegare tutto con la sua coerenza, anche i rubinetti sgocciolanti. Alla Sapienza ha fatto qualche seminario: sono finiti tutti male, perché non è vero che la sua teoria non ha contraddizioni. Mi è stato raccontato da persone di cui mi fido, che non hanno nulla a che spartire con la FF, né pro né contra.

    L’esempio di Camillo (Heisenberg) è gravissimo se poi ci fa i conti con la formula sbagliata. Si possono chiedere i soldi indietro all’editore.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Giancarlo

      L’esempio di Camillo (Heisenberg) è gravissimo se poi ci fa i conti con la formula sbagliata. Si possono chiedere i soldi indietro all’editore.

      Infatti. A seguire il suggerimento di Penrose, la relazione di Heisenberg non si può introdurre in un’altra relazione.
      Io lascerei perdere fisici come Roger Penrose, Fritjiof Capra, Giuliano Preparata, vittime di incoercibili tendenze metafisiche. A leggere i loro lavori si prende l’orticaria.

    • Mahler ha detto:

      @Giancarlo

      Scusa il ritardo…

      Scusa, ma a noi, per i fini di FF, che ce ne frega dell’entropia? Ti stai forse confondendo col postulato della meccanica statistica che recita: dato un sistema isolato in equilibrio questo ha la stessa probabilità di occupare uno qualunque dei suoi microstati accessibili?

      No, parlavo del fatto che mentre il primo principio della termodinamica è un principio assiomatico, non derivabile da nient’altro che da se stesso (lo si prende per buono e lo si accetta per com’è senza cercare altro: ci sta bene), il secondo principio è invece spesso ritenuto non assiomatico ma ricavabile come caso particolare di qualche altra legge più generale (decoerenza quantistica?). Ma è una questione non ancora ben compresa. Non ha a che fare con la FF ovviamente!

      Molti, come saprai, dicono che l’entropia non è una proprietà oggettiva di un sistema, ma è una proprietà soggettiva definita in relazione a una assegnazione di probabilità basata su quello che un osservatore conosce di un sistema: la soggettività è insita nel fatto che è l’informazione mancante necessaria per specificare il microstato del sistema.

      Non intendevo aprire un dibattito su questo fronte. Davvero mi limitavo a sottolineare quanto ti ho appena spiegato. E il mio unico intento era di far capire a Franchini che una frase come “l’entropia non è ancora compresa a fondo” non è affatto eretica rispetto alla fisica standard, anzi, fa proprio il punto su di essa. E lo stesso atteggiamento, ma in tono polemico, è quello di Preparata sulla GACMP. Ed è una cosa comunissima a tutti i teorici, anche a i più tetragoni. Non è per difendere Preparata, ma solo per stroncare le censure di Franchini sulla prosa di un fisico.
      Franchini ha tutti gli strumenti per stroncare matematicamente Preparata. Se non lo vuole fare per noia, non ha certo il diritto di prendere scorciatoie poetiche. Può benissimo azzittirsi come faccio io su tutte le questioni di fisica per cui “faccio il tifo” ma che non ho la minima voglia di approfondire: mi ecclisso e tifo in silenzio.

      Gravità e Verlinde. Amo Verlinde da anni, almeno 3, il fatto che dietro di lui ci sia van ‘t Hopf è una garanzia. La sua teoria però non mi convince più avendomi all’inizio entusiasmato: l’entropia c’è solo per gli umani che cercano di capire, come può avvicinare due masse? Come può essere una forza entropica? Scoprire che c’è una forza che fa collassare una stella per ridurre l’informazione sarebbe un evento storico. Glielo auguro.

      Eppure lo sai anche tu che appena si prova a infilare lo spaziotempo di einsteniana memoria nel Modello Standard salta tutto. In un modo o nell’altro si dovrà pur risolvere. Ci sono centinaia di teorie l’una l’opposto dell’altra, solo le teorie delle stringhe sono una decina se non sbaglio (p.s. la sai l’interpretazione della gravità da parte dei teorici delle stringhe, vero? non ti fa drizzare i capelli ancora di più?? a me, personalmente, sì!! non possono aver ragione loro!!!).
      Noi non possiamo fare altro che tifare in questo caso. Troppo complessa la matematica mancante in gioco…

      I paragoni con Preparata sono improponibili: l’ho conosciuto, voleva spiegare tutto con la sua coerenza, anche i rubinetti sgocciolanti. Alla Sapienza ha fatto qualche seminario: sono finiti tutti male, perché non è vero che la sua teoria non ha contraddizioni. Mi è stato raccontato da persone di cui mi fido, che non hanno nulla a che spartire con la FF, né pro né contra.

      Giancarlo, davvero io ho una posizione neutra su tutto. Sarà pure che Preparata commette errori (ma vogliamo vederli prima), a me è semplicemente sembrato utile tirarlo fuori perché fa previsioni falsificabili e non si può negare che sia il teorico di più alto spessore nel mondo LENR, un paio di gradini sopra Widom, Larsen e compagnia bella (anche se di una generazione precedente). Chi lo considera un dilettante penserà “stanno messi bene allora”. Ma a che serve discutere fuori dal merito delle questioni? Altrimenti mettiamoci a parlare di politica e vedrai che andrò a simpatie anch’io!!

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Mahler

        Se non lo vuole fare per noia, non ha certo il diritto di prendere scorciatoie poetiche.

        Non credo che esista al mondo uno che prende sul serio Preparata. Nel contesto ff, a me basta aver messo in evidenza che Preparata non sapeva che la GACMP possiede gli strumenti per inquadrare il ME.
        Con Preparata ho già dato leggendo il suo “Dai quark ai cristalli” ; il capitolo 8°, quello dei tre miracoli; articoli qua e là su riviste ff; aneddotica varia su come partecipava a congressi; pare fosse uno vociferante, che amava interrompere i colleghi al microfono. Inoltre si dice che portasse sempre con sé qualche preparatino di rinforzo.
        Mi dispiace di averci perso tempo, non merita attenzione.

  14. Camillo Franchini ha detto:

    Antonio Turiel è sempre preoccupato per il nostro futuro energetico. Io spero che ce la caviamo.
    http://ugobardi.blogspot.it/2013/07/un-futuro-incerto-v-la-meta-e-dove-stai.html

  15. Giancarlo ha detto:

    @sandro75k
    Ho visto che traspiri indignazione da tutti i pori per la questione della mancata approvazione del programma di Celani.
    Intanto è successo esattamente un anno fa, il 27 luglio per la precisione, non capisco questo clamore oggi. Mi meraviglio che ci abbiano messo un anno per chiudere un laboratorio non più finanziato. Poi ti ricordo che è stato chiuso il programma di Celani, la FF non c’entra; segno che il programma di Celani non è stato giudicato soddisfacente.
    Puoi provare a richiederlo, il programma, al Gruppo V, al direttore dei laboratori di Frascati o direttamente a Nando Ferroni, Presidente INFN.
    Magari scopri che il programma di ricerca per il 2013 constava di 8 (otto) righe, quello del 2014 di 5 (cinque) e quello del 2015 di 4 (quattro). Chiaro segno di grandi aspettative da parte dei proponenti. Duecentodieci parole in tutto di cui la maggior parte prive di apprezzabile significato.
    A fronte di 17 righe il Gruppo V avrebbe dovuto secondo la vostra logica, concedere un finanziamento di qualche centinaio di migliaia di euro rischiando un’indagine della Corte dei Conti.
    Io sono abituato a leggere programmi ben struttturati di circa 100 pagine, mi sa che questo è lo standard, non quello di Celani.

    • sandro75k ha detto:

      @Giancarlo

      Mi ero perso la notizia ma ad ogni modo ho solo scritto che sarei indignato se scoprissi che qualcuno ha esercitato pressioni esterne, per farlo chiudere. Che non abbia prodotto risultati non sta a me giudicarlo, non sono in grado! Se non ci sono dietro ragioni politiche né ideologiche è giusto assegnare i finanziamenti a progetti nuovi.
      Questa volta sei tu che hai estrapolato come Widom! 😀

      • Giancarlo ha detto:

        @sandro75k
        Che io sappia, ma la mia parola non vale molto in questo caso, non ci sono state pressioni politiche.
        Certo, il clamore dall’esterno comunque arriva come rumore di fondo.

      • Cimpy ha detto:

        Che non abbia prodotto risultati non sta a me giudicarlo

        Infatti, Sandro75K, non è né a te né a me che hanno chiesto di valutare i risultati, lo hanno chiesto a persone come Neutrino (per dire). Quelle persone si sono riunite più di due anno fa e hanno dato un ultimatum a Celani che pare lui abbia ignorato, forse preso dai convegni in giro per il mondo a raccontare quanto fossero interessanti i risultati promettenti che aveva ottenuto. Sia come sia, pare proprio che Celani non abbia rispettato determinate scadenze,non abbia portato quanto chiesto e per questo, nonostante tutti i blog a favore, la Nasa il Cern, l’Aeronautica, il Giappone la ex Urss, gli interi U.S.A. dove ha potuto mietere ammirazione e consensi a piene mani, adesso all’INFN è rimasto senza laboratorio. Almeno, io l’ho capita così, ma sempre pronto a ricredermi se Neutrino me ne racconta una diversa.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          Se le cose sono andate come Lei descrive, sarebbe la dimostrazione che la ff è career killer. Celani è riuscito a farsi finanziare per 25 anni, spendendo cifre che i dipartimenti universitari nemmeno si sognano. Spero che qualcuno di voi non trovi la cosa normale.
          Qualcosa da fare troveranno anche per lui.
          Ora sarebbe il momento di affidarsi alla bombolina. Arata ci ha ricavato anche della ff. Farebbe un figurone e noi saremmo i primi a riconoscere che ha fatto bene ad avere fiducia nei Giapponesi.

      • Camillo Franchini ha detto:

        @sandro75k

        sarei indignato se scoprissi che qualcuno ha esercitato pressioni esterne, per farlo chiudere.

        Ovvio che ci sono state pressioni esterne. La gente sa quello che Celani ha fatto e fa; commenta, scrive, dibatte. Celani non lavora mica in segreto per il Principe. La sua è l’attività di un pubblico dipendente e come tale soggetta a giudizio. Ci siamo passati tutti. A un certo punto le “pressione esterne” hanno fatto chiudere ogni attività nucleare in Italia, che non fosse di radioprotezione, presso il mio Centro, a Rotondella, Medicina, Brasimone, Saluggia, presso le centrali di potenza.
        A quei tempi non si discuteva della qualità della ricerca, ma dell’opportunità di continuare a occuparsi di nucleare. Una scelta di popolo.
        La scelta dell’INFN significa semplicemente che la ff non è diventata GAS.
        La decisione dell’INFN era doverosa; mi lasciava perplesso invece il tergiversare dell’ENEL. Se Celani chiude significa che anche l’ENEL ha fatto il suo bilancio.
        Peccato per la bombolina. Per me Celani si è dato una picconata su un piede a nominarla in tono di sfida senza metterla in funzione, con la scusa che la costantana era prioritaria. E’ stato un autogol clamoroso. Non ha intorno gente che lo consiglia. Se l’avesse presentata a un gruppo ristretto di esperti e ne avesse parlato solo dopo da Daniele, sarebbe diventato popolare come Coppi.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Giancarlo

      Intanto è successo esattamente un anno fa, il 27 luglio per la precisione, non capisco questo clamore oggi.

      Poi ti ricordo che è stato chiuso il programma di Celani, la FF non c’entra;

      Io m’intendo poco di queste cose, ma le volte che ho chiesto chiarimenti su Celani all’INFN mi ha risposto il Dr Romeo Bassoli che ha escluso categoricamente che l’Istituto si occupi di ff. Quindi, altro che Celani, si va ben oltre. E’ la ff a essere fuori dagli interessi dell’INFN.
      Mi risultava anche che Celani avesse raccattato fondi nientemeno che dall’ENEL.
      Forse l’ultima notizia significa che anche l’ENEL ha dato un’occhiata all’attività di Celani e ha pensato che è meglio usare la costantana per fare delle termocoppie piuttosto che per far divertire Celani e il suo gruppetto di irriducibili.
      Se Celani riesce a far funzionare la bombolina promuoviamo una raccolta di firme in suo favore. Sarebbe un clamoroso successo della ff prima maniera. Chiederemmo il suo reintegro a furor di tifosi. Un’operazione web stile Grillo.
      Ci state?
      OT. La sala del convegno CIRPS era un sottoscala? Hanno voluto fare economia di spazio. Questa sera vedo che cosa hanno detto. Hanno un po’ un’aria da vecchioni stile Robbins, mi ci troverò bene.

  16. Giancarlo ha detto:

    Il Professor Widom ha partecipato ieri al seminario organizzato presso il CIRPS-La sapienza in cui ha presentato una serie nutrita di slide che coprono interazione debole ed interazione forte. Da un po’ Widom è in sintonia col piezonucleare di Carpinteri, anche se cerca l’origine in un altro fenomeno.
    Per non dare un dispiacere a Camillo scrive, lui sì correttamente, non come C & C, l’equazione di spallazione del ferro mettendo un gamma a primo membro.
    Però è anche lui un dilettante nucleare, benché ottimo fisico teorico, e gli manca del tutto la chimica nucleare, per cui continua a scrivere, alla slide 52, le solite equazioni assurde di Carpinteri.

    γ + 56Fe→ 56Fe*
    56Fe* →2 27Al+ 2n
    56Fe* → 28Si+ 24Mg + 4n

    Mi spiego meglio. Quando si ha la spallazione del ferro, al secondo membro non ci sono dei mattoncini lego, ma dei prodotti nucleari tali che, per effetto del γ a primo membro, la massa diminuisca. Cosa che è rispettata dalle equazioni precedenti. Ma la diminuzione tende ad essere la più alta possibile, ovvero il Fe* rilascia decadendo la massima energia. In realtà il fenomeno è statistico e la probabilità di una certa reazione è legata alla 5a potenza dell’energia rilasciata. Quelle riportate, come si può immaginare immediatamente senza consultare il Vertes o la tavola delle masse degli elementi, sono tra le meno probabili. Non occorre essere dei geni, dal momento che siamo in prossimità del nucleo più stabile possibile (Fe), per capire che i prodotti di reazione dovranno contenere (per la massima probabilità) un elemento contiguo al Fe, immediatamente a sinistra della tavola periodica, anche lui altamente stabile; Ti, V, Cr, e Mn.
    Dopo questa pensata ho fatto un giro su google cercando i prodotti della spallazione del ferro ad opera dei raggi cosmici. Indovinate che cosa ho trovato: Ti, V, Cr, e Mn.
    Ma tutto questo Widom non lo sa. E neppure Carpinteri.
    Le equazioni riportate sono fortemente innaturali. Il dilettantismo imperversa.

    • Giancarlo ha detto:

      Srivastava fa esattamente lo stesso errore alla slide 40. Da bambini non gli hanno regalato il Lego, forse perché non esisteva ancora.

    • Camillo Franchini ha detto:

      @Giancarlo

      Però è anche lui un dilettante nucleare, benché ottimo fisico teorico, e gli manca del tutto la chimica nucleare, per cui continua a scrivere, alla slide 52, le solite equazioni assurde di Carpinteri.

      Poco per volta anche Widom ci arriva, ci sono volute quattro o cinque posts per fare capire che in testa alla prima reazione ci può stare solo un gamma. Sono contento come una pasqua. Però Widom non riesce a procedere in modo conseguente.
      Vediamo che cosa offre una banca dati sulle fotofrantumazioni (photospallations).
      Scelgo un esempio a caso:
      http://www.oldenbourg-link.com/doi/abs/10.1524/ract.2000.88.6.313
      Sotto viene riportata la sezione d’urto della reazione
      X4R65247_x4
      Non interessano i dettagli dell’esperimento; interessa solo mostrare che quando un nucleo pesante si frantuma per una gran botta fotonica si forma una quantità impressionante di nuclidi più leggeri; la reazione non procede carinamente come vorrebbero Widom e Carpinteri.

      Le equazioni riportate sono fortemente innaturali. Il dilettantismo imperversa.

      Hai centrato il problema. Secondo me quella gente non ha mai consultato una banca dati. Non riescono a imparare da quello che migliaia di ricercatori hanno prodotto.
      Non voglio infierire chiedendo a Widom da dove ha ricavato il gamma che spacca il ferro. Ha considerato il valore delle sezioni d’urto e delle energie in gioco?

    • Mahler ha detto:

      @Cimpy

      Mahler siamo spesi almeno in tre per lei. Magari mW ed io più di sponda, ma ci siamo spesi.
      Faccia uno sforzo, in cambio, e cerchi di portare un po’ di forma, insieme con la sua sostanza, quando scrive a Franchini, che comunque resta l’equivalente di un decano. Si può (e qualche volta si deve proprio) dissentire, ma sempre coi dovuti modi.

      Ho molto apprezzato, davvero, e sono d’accordissimo con questo principio. Ma, non so se è un mio difetto congenito, ma davvero non riesco a capire dov’è che ho mancato di rispetto. Fatemelo notare, così magari mi aiutate a starci più attento in futuro.

  17. Camillo Franchini ha detto:

    Ora tocca al fisico italiano Gianni Palermo di salvare l’umanità dalla crisi energetica.

    http://ugobardi.blogspot.it/2013/07/un-futuro-incerto-vi-la-pietra.html

  18. Camillo Franchini ha detto:

    @Giancarlo

    Non so se hai fermato la tua attenzione su questo diagramma:

    X4R65247_x4

    Esso dimostra innanzitutto l’abilità sperimentale degli AA, che riescono a misurare sezioni d’urto infime, pur con un notevole margine di errore.
    Dimostra soprattutto come siano stabili gli isotopi del ferro naturale (in pratica 56Fe), che non si frantumano nemmeno se colpiti da fotoni da 1GeV.
    Widom è davvero un pessimo teorico; scrive le sue equazioni senza tener conto che il ferro presenta i nuclidi più stabili del sistema periodico.
    Scrivere 56Fe* in una slide è facile. Il problema è che esso non si produce nemmeno con botte da 1 GeV.
    A me fa comunque piacere vedere che Widom si è accorto che al primo membro delle equazioni di Carpinteri mancava un gamma.
    Qualcuno si è deciso a scrivere quel benedetto gamma al primo membro.
    Mi pare di ricordare che in questo blog anche Mahler fece fatica a capire che ci voleva. Anche Manuello non lo sa. Io ho dovuto dedicarci vari post. Spero che gli amici del blog abbiano capito di che si tratta.
    Però Widom fa l’errore di Focardi, non controlla in che condizioni estreme la formazione di 56Fe* può avvenire. I fisici tendono a essere qualitativi, raramente sono quantitativi.
    Inoltre Widom sbaglia clamorosamente il modo di decadimento di 56Fe*.
    Speriamo che Widom non sia docente da qualche parte; io penso sempre agli studenti, che oltretutto pagano.
    Noto che in Italia è popolare. Chi paga le sue trasferte?

    • Giancarlo ha detto:

      @Camillo
      Abbiamo spiegato a Sandro tempo fa che la barriera coulombiana è il primo ostacolo da superare (dobbiamo avere un fucile adatto); il secondo ostacolo è la sezione d’urto, ossia i centri che si riescono a fare quando il fucile è buono. Sandro è caduto dalle nuvole ma, da ragazzo sveglio, ha capito subito il concetto, anche perché le volgarizzazioni sono molto più efficaci delle formule. Dovremmo spiegarlo anche a Widom, che una reazione formalmente corretta dal punto di vista energetico, secondo lui corretta dal punto di vista della barriera per via del suo effetto piezoelettrico, poi è lo stesso molto difficile che avvenga. In pratica con i 40 MeV del difetto di massa della reazione la probabilità è nulla. Occorre salire a centinaia di MeV per avere una qualche probabilità di successo che non serve a nulla, altro che ITER.

      @Sandro
      Ti sono affezionato e mi spiace quando deragli: se Nemo ti consiglia un articolo leggi l’abstract. Ti pare strano che con 10E17 W/m2 si formi Trizio? A me pare strano che non salti per aria il laboratorio e tutta la città. Ma ti sembra, nel caso, fusione fredda?
      Riusciamo dopo 25 anni a capire almeno di che cosa parliamo?

      • sandro75k ha detto:

        @Giancarlo

        A me ci vuole più tempo per rimettermi sui binari, non ci sono dubbi, tuttavia quell’articolo Nemo lo ha presentato al termine di una discussione che ho trovato su facebook fra lui ed un blogger credo degli Stati Uniti… La domanda che ho fatto era relativa alla discussione in cui veniva introdotto sommariamente l’articolo e non tanto l’articolo stesso che ho solo sbirciato di sfuggita data l’ora.
        Io ti ringrazio sempre quando cerchi di spiegarmi le cose, non fermati, ma neppure puoi starmi col fucile spianato ed analizzare ogni mio commento, a volte faccio solo semplice conversazione… Fortuna che non hai facebook!!! 😀

        • Camillo Franchini ha detto:

          @sandro75k

          quell’articolo Nemo lo ha presentato al termine di una discussione che ho trovato su facebook fra lui ed un blogger credo degli Stati Uniti…

          Lei fa riferimento ad argomenti sconosciuti sui quali non offre informazioni. La metto in moderazione. Faccia in modo che tutti capiamo. Non sono consentiti scambi di opinione privati su argomenti sconosciuti.

        • sandro75k ha detto:

          @Camillo

          Veramente Giancarlo ha fatto quel riferimento, non io che gli ho solo risposto solo per educazione. Non credo lo abbia moderato…
          Non amo le polemiche e non riponderò neppure a Cimpy, e poi questo non è il luogo giusto. Dispiace solo che adotti 2 pesi e due misure. Per caso Le piace la farina di mais?
          Cordiali saluti.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Sandro75k

          Dispiace solo che adotti 2 pesi e due misure.

          Se non si riporta qualche aggancio come riferimento, si finisce per non capire niente, per come è strutturato il blog.

          quell’articolo Nemo lo ha presentato al termine di una discussione che ho trovato su facebook fra lui ed un blogger credo degli Stati Uniti…

          Come facciamo a capire, se non cita una frase, un periodo?
          Chi è Nemo? Qui è completamente sconosciuto. Forse avrà dato contributi, ma chissà quanti mesi fa.
          A me va bene se qualcuno ci rinvia a EA o a Daniele, ma bisogna che diate una mano riportando i link.
          Se non facciamo tutti così appariamo trolls perditempo.
          La tengo in osservazione per un po’, poi La libero.

        • Cimpy ha detto:

          Franchini,
          mi lasci spezzare una lancia in favore di Sandro75k: sono il primo a riconoscere che, se anche abbiamo posizioni divergenti, non ha mai mancato di rispetto a nessuno e non fa interventi a gamb a tesa.
          Semmai sono io che gli devo delle scuse, non il contrario.
          Circa la vicenda di Nemo, credo ci sia stato un qui pro quo. Insomma, se ne conviene, lo liberi.
          Intanto me lo porto dietro la lavagna e gli offro un sacchetto di pop-corn della pace, a patto che il sale lo metta lui.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          Insomma, se ne conviene, lo liberi.

          Fatto.
          Però dovreste spiegare a tutti che cosa ha fatto di bello Nemo, di cui conservo un vago ricordo.

        • gabrichan ha detto:

          Credo che Giancarlo abbia commentato questo articolo, http://arxiv.org/abs/1306.0830
          postato da Nemo su 22passi commentato poi da Sandro.
          “10E10-10E13 Watts per square centimeter” il commento era come si può parlare di FF con certe energie in gioco.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @gabrichan

          Credo che Giancarlo abbia commentato questo articolo

          Grazie gabrichan, ora mi raccapezzo. Mi sembrava di essere caduto in un frullatore.

        • Giancarlo ha detto:

          @Camillo
          Scusa Camillo, è tutta colpa mia, ma oggi sono stato impegnato tutto il giorno con una visita ispettiva di un nostro cliente e siccome fabbricano siluri dalle tue parti non mi pareva il caso di farli innervosire allontanandomi furtivamente. Ho usato il tuo blog per rimproverare a Sandro quella che in altro blog mi è parsa una sua leggerezza in risposta al commento espresso altrove da Nemo. E’ tutta colpa mia, Sandro non c’entra, ma vedo che la cosa a quest’ora serale si è già chiarita,
          Ciao e scusa di nuovo.

      • gabrichan ha detto:

        @Giancarlo, Franchini mi scusate una domanda ingenua; immaginando il reticolo cristallino che si spessa lungo un suo asse, dovrebbero essere gli elettroni di legame a
        generare i gamma, perché o stanno da una parte o dall’altra della frattura, comunque si spostano con una certa accelerazione in asse con il suo nucleo e quindi il gamma emesso è più o meno nella direzione giusta, diritto sul nucleo.
        Mi chiedo la probabilità “sezione d’urto” in questo caso non è molto più alta?
        Poi l’energia del gamma dipende dalla “velocità” energia della frattura.

        • mW ha detto:

          @Gabrichan,
          prima cerchiamo di farci spiegare:
          cosa è una frattura del reticolo cristallino?
          e’ una rottura di un legame chimico?
          La cosa assorbe energia oppure ne cede?
          Quali sono gli ordini di grandezza delle energie in gioco?
          Un gamma è un fotone/onda con una energia/frequenza molto elevata.
          Se non si liberano certe quantità di energia, anche se si originano dei fenomeni radiativi, non sono dei gamma.
          ciao.

        • gabrichan ha detto:

          @mW il mio era un semplice esercizio immaginativo, se penso a una matrice cristallina so che ogni atomo mette in comune con quelli adiacenti almeno 4 elettroni, ora se la rompo in una determinata direzione (un asse x,y,z) ho una probabilità abbastanza alta che il mio materiale ad esempio del ferro si ionizza, come Fe+, Fe++ oppure come Fe– fe- a seconda se l’elettrone rimane da una parte o l’altra.

          Ora guardando le energie di ionizzazione del ferro
          energia 1° ionizzazione ferro 762,5 kJ/mol ==> 7.90276 eV
          energia 2° ionizzazione ferro 1561,9 kJ/mol ==> 67.73041 eV
          In effetti sono bruscolini, ma credo ci si debba sommare anche l’energia della frattura, che non so come quantificare, il mio dubbio era che quando si rompe li gamma o X emesso abbia una direzione preferenziale che guarda caso è in asse sul nucleo e quindi c’è un’alta probabilità che lo colpisca.
          Spero di essermi spiegato.

        • Mahler ha detto:

          @gabrichan
          Ce ne siamo già occupati in passato. Si chiama frattoluminescenza e non si superano e KeV (raggi X).

        • Giancarlo ha detto:

          @gabrichan
          Tutto quello che dici è scienza nota. Quando si produce una frattura l’atomo (non il nucleo!) si può spezzare con uno ione più o meno carico da una parte e gli elettroni che mancano dall’altra parte della frattura. Ti sei anche risposto da solo, le energie in gioco sono quelle atomiche, non quelle nucleari, per cui pochi eV. Fine.

        • gabrichan ha detto:

          Ok Rimangono 2 punti però, il primo è la direzione del fotone emesso, sei d’accordo che questo abbia una direzione preferenziale e che è verso il nucleo?
          la seconda se il materiale è un granito deve per 80% è quarzo materiale piezzoelettrico, e quindi localmente considerate le pressioni in gioco si hanno i MeV se non addirittura i GeV di DDP, li gli elettroni di quanto accelerano?
          Comunque hai sempre ragione, di sicuro non si può parlare di FF in un caso del genere.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @gabrichan

          Lei descrive un fenomeno atomico. I gamma sono di provenienza nucleare. I gamma fanno parte delle modalità di rilassamento di certi nuclei caldi.

      • indopama ha detto:

        Giancarlo, la butto li’ come mi viene:
        il gamma e’ un breve treno di impulsi energetico, se la parte colpita risuona con esso allora mi basta poco per spaccarla, altrimenti (come negli urti delle banche dati) mi ci vuole piu’ energia.
        poiche’, come dici tu, non basta la potenza ma ci vuole anche la mira, allora rendo coerente tutto il materiale da colpire (la black box di Rossi) cosi’ dove prendo prendo e va sempre bene.

        • Giancarlo ha detto:

          @indopama
          La maggior parte delle persone hanno idee un po’ strane delle risonanze. Una risonanza a singolo impulso di eccitazione trasferisce la massima parte dell’energia nel modo di vibrazione del bersaglio (risonanza dell’oscillatore armonico). Il bersaglio inizia a vibrare a quella frequenza e la dissipazione avviene molto lentamente (chiedere a un diapason battuto sllo spigolo di un tavolo).
          Una risonanza con eccitazione periodica provoca un accumulo di energia e un aumento della ampiezza della vibrazione. Fino eventualmente alla rottura, se la dissipazione è molto bassa. Non c’è mai creazione di energia. Le risonanze sono chiaramente visibili nelle sezioni d’urto di Camillo, mica si creano li per lì.
          Il problema è capire se in matrice metallica le sezioni d’urto di Camillo si modifichino o vengano introdotte risonanze che non esistono nel vuoto (in aria). Intanto molte sezioni d’urto sono già definite per target in matrice metallica, poi anche le variazioni misurate (Raiola e l’altro che è andato a Bruxelles insieme a Violante) sono di qualche percento. Occorrerebbe che fossero centinaia di volte maggiori.
          Risonanze aggiuntive a bassa energia le ipotizza il cinese amico di Celani, ma finché rimangono sulla carta e non vengono misurate e non sono considerevoli non valgono un fico secco.
          La coerenza, per quello che ho capito, fa oscillare in fase tutti gli atomi bersaglio, mica li rende più compatti tanto da non poter sbagliare la mira.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Giancarlo

          le variazioni misurate (Raiola e l’altro che è andato a Bruxelles insieme a Violante) sono di qualche percento.

          Non solo, ma sono relative alla classica D(d,p)T; il secondo miracolo di Preparata non viene proprio considerato.

        • indopama ha detto:

          grazie Giancarlo,
          ho capito che la questione non e’ semplice.
          “La coerenza, per quello che ho capito, fa oscillare in fase tutti gli atomi bersaglio, mica li rende più compatti tanto da non poter sbagliare la mira.”
          avevo capito la stessa cosa e, da profano, mi chiedevo: cosa cambia sull’onda energetica incidente se gli atomi oscillano in fase anziche’ no? io non lo so, tu ne avresti un’idea?

    • Mahler ha detto:

      @Camillo

      Qualcuno si è deciso a scrivere quel benedetto gamma al primo membro.
      Mi pare di ricordare che in questo blog anche Mahler fece fatica a capire che ci voleva.

      Mi viene l’orticaria solo a pensare di riaprire quella discussione. Lo sa bene quello che penso di Carpinteri, l’ho detto pubblicamente più e più volte. Eppure continuo a pensare che se qualcuno affermasse “mio cugino brilla di luce propria”, se proprio mi andasse di indagare invece di farmi due risate o chiamare la neuro, io gli chiederei “come fa?” non “dove sta la luce che lo illumina?” come si ostina a fare lei con quel benedetto gamma!!!!

      • Mahler ha detto:

        Passo e chiudo fuggendo di corsa dal caso Carpinteri!!! Stop, please!

      • Camillo Franchini ha detto:

        @Mahler

        gli chiederei “come fa?” non “dove sta la luce che lo illumina?”

        Che Carpinteri non disponga del gamma è un altro paio di maniche.
        A me importava che la reazione di Carpinteri diventasse formalmente corretta. C’è voluto Widom dopo che mi sono svenuto a scriverlo. C’era chi al posto del gamma da un GeV pensava alla risonanza gigante e ai fononi.
        Noti che perfino una gamma da un GeV fa il solletico a un nucleo di 56Fe.
        C’è gabrichan che ritiene che una martellata su un cristallo produca gamma capaci si frantumare un nucleo di ferro. Abbiamo un altro Carpinteri.

        • Giancarlo ha detto:

          @Camillo & Mahler & Sandro
          Vedete, Widom scrive quella reazione correggendo il primo membro solo per far contento Carpinteri che lo ha invitato più volte. Io non penso che possa credere davvero alle misure di Carpinteri e Manuello. Comunque li giri i numeri sono impietosi e trafiggono chi li usa a sproposito. Questa secondo me è la differenza sostanziale tra un fisico e un ingegnere. Il fisico crede alle formule così come sono, l’ingegnere le confronta con la realtà di tutti i giorni. Il mio non è un giudizio di merito, solo una constatazione.
          Camillo lasciamo per un attimo il tuo gamma da 1 GeV e immaginiamo che basti quello da 40 MeV che compensa l’incremento di massa e immaginiamo ancora che la sezione d’urto trasformata in probabilità di evento di fusione sia unitaria: ossia ogni colpo una tacca, un gamma e il ferro si spacca al 100%.
          Carpinteri accumula 500 J circa nel suo pezzo di granito (384 J per la precisione). Immaginiamo ancora, ci va di esagerare, che tutta quella energia alla frattura fragile si tramuti in fotoni gamma da 40 MeV (altra cosa impossibile, se i nostri 25 lettori hanno imparato qualcosa). Se ne generano circa 8E+13. Sembra un numero spaventoso. In realtà sono 1,3E-10 moli di Fe56; al cambio 7 ng. Avete capito bene: nanogrammi. Con quei 7 ng loro ci fanno le analisi e trovano che il ferro si riduce di 1/3 (quindi in tutto c’erano 21 ng di ferro sulla faccia di sfaldamento!). Con i gamma da 1 GeV e la sezione d’urto che riporti sarebbero meno di femtogrammi. Complimenti sentiti a tutti. Spero in una fulgida carriera per i più giovani tipo Manuello.
          Sandro ma tutto questo ti sembra possibile? Dove ho sbagliato?

          Mahler, ma di che stiamo parlando? Ma ci dobbiamo davvero perdere tempo? Con i fononi sarebbe esattamente la stessa cosa: 7 ng.

          De hoc satis. Anche Widom lo mettiamo nella casella dei matti. Stanno stretti, purtroppo per loro e per noi.

          PS: a chi sembra che 500 J siano un’energia enorme ricordo che è circa un fiammifero che brucia per 5 secondi.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Giancarlo

          Mahler, ma di che stiamo parlando? Ma ci dobbiamo davvero perdere tempo? Con i fononi sarebbe esattamente la stessa cosa: 7 ng.

          Doversi confrontare con persone che non sanno interpretare un diagramma di sezioni d’urto è deprimente. Posso capire che non sappiano interrogare una banca dati, ma quando il diagramma glielo scodelli davanti, bisogna che si decidano a interpretarlo. I fatti sono questi: 56Fe non si frantuma né con 40 MeV, né con 1 GeV, confermando di essere il nucleo più stabile dell’universo. Quando si frantuma, lo fa secondo una curva a gobbe di cammello. Pretendere che lo faccia come suggerisce Widom è da cammelli. Se penso che lo hanno fatto venire dall’America apposta mi rode parecchio, come dice Andrea. Magari il PoliTO gli ha anche pagato anche un cachet.
          Siccome sono concetti in fondo semplici, ho deciso di trattare Mahler da troll. Preferisco considerarlo un troll che uno che non sa interpretare una diagramma di sezioni d’urto. Se ha deciso di farsi passare per meno capace di quello che è, cerchi ospitalità da altra parte.
          Almeno avesse il buon gusto di spiegarci quali sono le sue competenze. Immagino che sia un musicista che ammira Mahler. In questo blog si accettano sconosciuti solo per interventi rapidi, non per stabilire confronti stabili.

        • Cimpy ha detto:

          Chiedo perdono, non sarà colpa della peperonata? MI spiego: perché Mahler sarebbe un Troll? E poi in che senso “non si accettano sconosciuti”? Non fa prima a chiedere a Mahler di prendere un caffé (thé, tisana, infuso,..) con lei?

          (presto ragazzi, tutti dietro la lavagna! Mahler, nasconditi nell’armadietto, che sennò ci espelle tutti…)

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          Per me Mahler è un troll perché sono d’accordo con Giancarlo:

          Stai trollando a livello 2, quello degli artisti… Non siamo al livello dei passeri per cui qualunque nuovo esperimento che sembra contraddire una credenza attuale è un passo verso le LENR, ma alle volte ti ci avvicini molto.

          Se uno ritiene che i fononi o le risonanze giganti spiegano le reazioni di Carpinteri, e lo crive qui, mi costringe a rispondere, facendomi perdere tempo. Non ho mica la segretaria che risponde al posto mio. Non gli perdòno di avere tirato fuori le risonanze giganti per un evento che non trova riscontro nella scienza nota. Mi faccia vedere uno straccio di sezione d’urto, solo allora gli darò retta. A scrivere reazioni su un pezzo di carta sono capaci tutti, perfino Widom, perfino Manuello e Carpinteri. Se non si passa alla chimica vera si fanno solo chiacchiere.
          Bisogna convincere Mahler a faticare sulle banche dati, non a fare il poeta. A fare il poeta tifoso basta già Andrea, che però ha la correttezza di presentarsi con nome e cognome.

          Non fa prima a chiedere a Mahler di prendere un caffé (thé, tisana, infuso,..) con lei?

          Mahler non può continuare a nascondere la sua identità e la sua professione per mesi.
          Di Lei conosco nome e cognome, questo è già qualcosa. Devo ritenere che di nome Mahler fa Alma?
          Moderazione non significa bando. Se Alma Mahler scrive qualcosa di intelligente lo passo. Tutte le divagazioni trollesche saranno invece censurate. Non credo che abbia difficoltà a trovare posto da Daniele.

        • mW ha detto:

          @Franchini
          “A fare il poeta tifoso basta già Andrea, che però ha la correttezza di presentarsi con nome e cognome.”
          Banni e moderi pure come lo ritiene più opportuno, ma non diventi come Passerini.
          “ha la correttezza di presentarsi con nome e cognome”
          Si presenta col suo nome e cognome per provocare e incollare profili linkedin, per finalità che a me sono ignote. Me lo dica lei, Franchini: cosa spera una persona che fa queste cose.
          @Andrea, ti ho già detto che tu a me fai solo paura, e non ho altro da aggiungere.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @mW

          ha la correttezza di presentarsi con nome e cognome

          Mahler vuole partecipare in modo del tutto anonimo, senza lasciare traccia. Per me è troppo, esagera. A meno che ricopra qualche importante carica pubblica, tipo sindaco di una città o presidente di un tribunale.
          E’ così complicato essere lineari come Giancarlo?

        • Giancarlo ha detto:

          @Camillo
          Permettimi di prendere le parti di Mahler.
          Io personalmente lo conosco di persona, conosco il suo nome, il suo cellulare, è stato a cena da me, potrebbe dare lezioni di musica a mio figlio alla ripresa autunnale. E’ un ragazzo meno che 30nne (credo non si configuri come violazione della privacy) che a me personalmente sta simpatico, ha l’hobby della fisica, e, mi pare, un fratello fisico.
          Il mio rimproverargli di essere un troll di 2 livello è legato al fatto che spesso introduce elementi che con le LENR non hanno nulla a che fare (per esempio la materia oscura, per la quale, tra l’altro, mi trova pienamente d’accordo) o l’entropia solo per dimostrare sofisticamente che non si può dire con certezza nulla di preciso. Crede che per la fisica siamo nel medioevo: lo credo anch’io. Dovrebbe solo capire che fintanto che non si dimostra il contrario vale la GAS, soprattutto per la chimica e la fisica sperimentali e consolidate e che i numeri debbono essere congruenti. Dire che le sezioni d’urto nei reticolo possono essere ordini di grandezza superiori è giocare al lotto, non è scienza: scienza è fare la misura e poi, eventualmente, la teoria. Qualcuno la misura l’ha fatta e ha trovato +5%: bravo ma le LENR non si fanno lo stesso. Occorrerebbe 1.000.000% o più.
          Secondo me accresce, comunque, il valore di questo blog. Poi una sera lo invito di nuovo e parliamo di epistemologia. se vuoi invito anche te.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Giancarlo

          Il problema è che M. è irritante e fa perdere tempo.
          Un esempio? Nessun gamma è previsto da Carpinteri o da noi per frantumare 56Fe, ma M. non ha ancora capito che è stato introdotto solo per conferire coerenza formale a quelle reazioni. Doverglielo spiegare e dovergli fare capire che fononi e risonanze giganti non rendono possibili le reazioni di Carpinteri è stata una perdita di tempo sgradevole. Impàri da solo la GAS e solo dopo intervenga in un blog.
          Se fa interventi intelligenti passeranno. Se fa melina non passa.

          Qualcuno la misura l’ha fatta e ha trovato +5%: bravo ma le LENR non si fanno lo stesso. Occorrerebbe 1.000.000% o più.

          Il problema è che le informazioni veicolate dalle sezioni d’urto non vengono capite e fatte diventare operative dietro la fronte, forse perché i ff non sono abituati a lavorare sulle banche dati, sul capitale di esperienza nucleare che si è accumulato in oltre cento anni e che ha contribuito all’elaborazione di molte leggi di conservazione. Basta vedere come sono smilze e autoreferenziali le bibliografie in fondo ai papers di Focardi e Celani. Il minimo che Focardi avrebbe dovuto fare sarebbe stato citare i lavori di chi ha praticato la Ni+H prima di lui, ma non ci ha proprio pensato.
          Si capisce che hanno fatto tutto da soli, come Robinson, o si copiano, per le cosiddette repliche.

        • Cimpy ha detto:

          (poi la smetto, promesso)

          Se fa interventi intelligenti passeranno. Se fa melina non passa.

          Ecco, questo per esempio mi pare normale: è ben chiaro che lei può sempre bloccare interventi che non ritiene opportuni , a prescindere dall’identità reale di uno.

          Il fatto che siano opportuni o meno è a discrezione del padrone di casa da sempre.

          Però a leggere Mahler da ignorante, mi pareva che in realtà le stesse dando ragione, però per questa affermazione io per me invoco l’immunità studentesca!…

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          a prescindere dall’identità reale di uno.

          Non so fino a quando avrò voglia di prescindere. In questo momento sono in buona perché sto per andare a cena; non riesco a familiarizzare con i nick. Non siamo mica congiurati da dover temere che ci scoprano. Matis der Mahler è molto a rischio. Deve sapere che mi riservo di censurarlo se fa il poeta.

        • mW ha detto:

          @Franchini,
          “Mahler vuole partecipare in modo del tutto anonimo, senza lasciare traccia. Per me è troppo, esagera.”
          Oggi va a finire che mi banna.
          Ma il problema vero è questo:
          Una volta che lei dispone dell’identità di Mahler, cosa se ne fà?
          Mi dica solo una cosa buona, educata, corretta, che può fare, una volta che dispone dell’identità di Mahler.
          Per contro, posso farle svariati controesempi, su questa pagina e altrove.
          Se vuole moderare o bannare Mahler, ne ha tutto il diritto.
          Uriel Fanelli deve avermi già interdetto almeno un nick, ma lo leggo sempre volentieri.
          Lui dichiara apertamente che il suo blog fa “profiling”, e che il profiling sta alla censura come le escort stanno alle XXXXXXXXXX. Ma non ti chiede di rivelare la tua identità.
          A me va bene.

        • Cimpy ha detto:

          Mi associo a mW.

          Mahler vuole partecipare in modo del tutto anonimo, senza lasciare traccia

          Delle due l’una, Dottor Franchini:

          Chiede l’invio di documenti d’indentità a tutti quelli che vogliono scrivere un commento nel suo Blog.

          Accetta che possano esserci in rete identità non verificabili con certezza.

          Poi a sua discrezione può sempre moderare chi disturba, a prescindere dal fatto che il disturbatore abbia o meno la carta d’identità tra i denti mentre “arrembava” il sito.

          Insomma, per esempio; se pur conoscendomi dovesse decidere di cestinarmi qua e là per uso di espressioni infelici,mancanza di rispetto o eccesso di OT, non avrei niente da ridire; lo facesse solo perché non ha copia di un mio documento d’identità, ci resteri parecchio male.

          Spero davvero che anche per lei questo discorso abbia un senso.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Cimpy

          Chiede l’invio di documenti d’indentità a tutti quelli che vogliono scrivere un commento nel suo Blog.

          Di Lei conosco nome e cognome; è già un segno di disponibilità. M. potrebbe chiamarsi Gustav, Alma, Matis. E’ un problema che si è posto anche da Daniele. Fu fatto un invito a presentarsi almeno un minimo. Io per esempio ho sempre usato nome e cognome, in modo da essere totalmente tracciabile, nel bene e nel male. Possono perfino venire a casa mia a darmi un cazzotto.
          Andrea può apparire scostante, ma sappiamo che si chiama Andrea Rampado, che è un esperto di ultrasuoni, cosa che apprezzo molto. Spero che in quel campo abbia molto successo. E’ obiettivamente più facile entrare in rapporto con lui, anche se a volte i rapporti sono burrascosi. Di Hermano Tobia conosco nome e cognome, lo stesso per Ascoli65, neutrino. Eccetera.
          In pratica solo M. mantiene un anonimato assoluto e geloso. Pazienza, se almeno ci raccontasse che mestiere fa, se è affidabile nei suoi giudizi. Tutti noi ci fidiamo sulla parola di Giancarlo De Marchis, Mario Massa, Ascoli65 😉 , Franco Morici, neutrino, Livio, Valerio. M. si metta a quel livello e ci dica almeno che cosa può insegnarci, senza troppi cazzeggi. E’ chiedere troppo?

        • Cimpy ha detto:

          Controproposta:
          GdM garantisce per Mahler che non è un Troll
          Di GdM si fida?

          Se non basta, col permesso di Mahler, GdM le sussurra in un orecchio il titolo di studio di Mahler.

          Non obblighi nessuno a comunicarle un nome ed un cognome : lo fa chi anzitutto si sente di poter dare fiducia nel senso che poi non si aspetta di ricevere dei padrini a casa, per dire, ma anche chi non pensa di avere noie presso qualche “tifoso” di una squadra avversa (sempre per dire). E
          poi ci sono i timidi di loro, che non parlano se non con un sacchetto in testa. Insomma, ci possono essere molte ragioni.

          Abbiamo tutti modo di vedere che esistono troll di cui si sa nome e cognome, ed esistono autentici anonimi che troll non sono.

        • Andrea ha detto:

          @mW
          Andrea, ti ho già detto che tu a me fai solo paura, e non ho altro da aggiungere.
          Su questa affermazione potrei scriverti un trattato psicoanalitico, ma il problema è solo tuo, sono sempre disponibile per caffè, spritz o solo un buon prosecco, si uomo e affronta le tue paure.

          @Camillo
          Forse non lo ha letto o lo ha dimenticato, Giancarlo conosce molto bene Mahler, lo ha scritto almeno un paio di volte, se non ricordo male penso che Mahler sia anche andato a cena da Giancarlo e hanno parlato di musica.
          Non è uno sconosciuto.

        • sandro75k ha detto:

          @Giancarlo

          Non hai sbagliato nulla.. chi ti dice il contrario?

        • gabrichan ha detto:

          @Giancarlo grazie per la risposta, mi rimane solo un dubbio sulle slide di Widon il gamma è prodotto dall’elettrone, ma a questo l’energia chi la da?

        • Mahler ha detto:

          @Giancarlo, @tutti

          Mahler, ma di che stiamo parlando? Ma ci dobbiamo davvero perdere tempo? Con i fononi sarebbe esattamente la stessa cosa: 7 ng.

          Oh, sembra quasi che io voglia difendere Carpinteri. Ma era proprio questa la falsificazione giusta! Era qui che volevo arrivare all’epoca, senza passare per i gamma.
          Ammetto di aver avuto un atteggiamento irritante contro il padrone di casa quando ci occupammo di quella questione, ma semplicemente perché ritenevo il suo approccio dannoso per tutti, di quelli che bloccano le tifoserie. Io invece volevo far fare un passo in avanti anche gli avversari. Della serie: “volete dimostrarci ‘sta grande novità che rompete i nuclei coi fononi? da dove escono fuori fononi tanto energetici?”. E mi sono opposto fermamente all’atteggiamento di Franchini (che ancora considero altamente fuorviante) che era e che è: “volete dimostrarci ‘sta grande novità che rompete i nuclei coi fononi? dove lo prendete il buon vecchio gamma?”. Mi stupisco ancora che si faccia fatica a comprendere. In ogni caso, da qui a essere giudicato un troll…
          Sono stati in molti, me per primo, ad aver imparato molto da risonanze giganti, fononi del reticolo, fononi del nucleo, etc. etc. Non era questo lo spirito di questo blog? Pensate che la discussione sui fononi sia stata inutile??? Guarda un po’, io credo sia stata l’UNICA discussione sensata sul caso Carpinteri. Adesso che pure Widom ha messo un gamma a sinistra siamo tornati nell’inutile un’altra volta: sta lì solo per imbellettare il formalismo ma non fa altro che peggiorare la situazione.
          E io sono pure uno che considera inutile parlare di Carpinteri!!! Ne farei volentieri a meno!!! Giuro che m’interessa meno di una partita di golf!

          @Camillo

          Preferisco considerarlo un troll che uno che non sa interpretare una diagramma di sezioni d’urto.

          Scusi, di grazia, quale mia frase, affermazione o pensiero, presente o passato, che non sia una sua libera interpretazione, contraddice i diagrammi delle sezioni d’urto??
          In ogni caso mi autocensuro da solo (non vedevo l’ora) e smetto di commentare per un po’. Soprattutto se vi occupate di nuovo di Carpinteri.
          Saluti.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          volete dimostrarci ‘sta grande novità che rompete i nuclei coi fononi? dove lo prendete il buon vecchio gamma?

          Non ha capito niente. A me interessava solo dimostrare che in testa alle reazioni di Carpinteri mancava un gamma per soddisfare esigenze formali. Innanzitutto le reazioni devono essere corrette. Solo dopo si controlla se avvengono. Si trattava di vedere se il gamma sarebbe bastato per frantumare 56Fe. Il diagramma sulla sezione d’urto dimostra che il gamma che manca nell’equazione non può frantumare 56Fe, anche se arriva a 1 GeV.
          Solo se si cambia equazione si può cambiare proiettile. Con quelle equazioni il proiettile può essere solo un gamma. Guardi che proiettile è un termine tecnico, non di comodo.

        • Mahler ha detto:

          @Camillo
          Premesso che stiamo parlando di uno che sostiene che la frantumazione del ferro sia esoergica e per me è da stroncare all’istante solo per questo. Dopodiché era anche uno che ci faceva vedere le bolle nei suoi rilevatori e di conseguenza era giusto approfondire, fermo restando che lui era da stroncare lo stesso per l’affermazione di cui sopra. Andiamo per punti.

          Non ha capito niente. A me interessava solo dimostrare che in testa alle reazioni di Carpinteri mancava un gamma per soddisfare esigenze formali. Innanzitutto le reazioni devono essere corrette. Solo dopo si controlla se avvengono.

          Ma se quello le fa vedere le bolle e le dice che sta facendo qualcosa di nuovo non osservato finora, bolle alla mano, le sembra sensato argomentare così?

          Si trattava di vedere se il gamma sarebbe bastato per frantumare 56Fe. Il diagramma sulla sezione d’urto dimostra che il gamma che manca nell’equazione non può frantumare 56Fe, anche se arriva a 1 GeV.

          Esatto.

          Guardi che proiettile è un termine tecnico, non di comodo.

          Grazie della dritta, non ne avevamo mai parlato finora O.o

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          Ma se quello le fa vedere le bolle e le dice che sta facendo qualcosa di nuovo non osservato finora, bolle alla mano, le sembra sensato argomentare così?

          Non mi sono mai fatto fregare dagli sperimentali che non sono registrati nelle banche dati. Lì ci trovo Rubbia, Huizenga, Seaborg, mica Focardi, Carpinteri, Manuello e Cardone.
          A questo serve Exfor.
          A dar retta agli sperimentali ff, disporremmo già di un’auto lenr non radioattiva.

        • Mahler ha detto:

          Ma poi, scusate, ‘sta cosa del ferro esoergico mi stupisce che non l’abbiate mai trattata. È la cosa più folle in assoluto e vi attaccate all’assenza del gamma??? Come le spiega Carpinteri le stelle a neutroni???

        • Cimpy ha detto:

          Non vorrei sbagliare, ma il buon GdM qualche battuta sul tema l’ha fatta eccome e l’abbiamo capita tutti: lo so persino io. Però quando ti mettono di mezzo gli angeli, come fai a parlargli di stelle? Va a finire che ti guarda basito e ti ricorda che son gemme incastonate nella volta celeste…

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          Ma poi, scusate, ‘sta cosa del ferro esoergico mi stupisce che non l’abbiate mai trattata.

          Lei è incorreggibile; il gamma è stato introdotto proprio perché il ferro di Carpinteri è esoergico. E’ da lì che siamo partiti. Si tratta di una correzione fasulla, una presa in giro, spero che almeno di questo si sia accorto. Carpinteri non saprebbe dove trovare un gamma; se lo trovasse esso non produrrebbe frantumazione del nucleo 56Fe.

        • mW ha detto:

          @Franchini,
          ci si fida delle persone perchè si impara a conoscere, piano piano, la loro capacità di sintesi e di divulgazione di cose facilmente verificabili.

          Nota scherzosa a margine: se io le invio una email dall’indirizzo
          amedeo.sbaderazzi@watercloset.com,
          lei non pensa certo che io mi chiami Amedeo Sbaderazzi.

        • Mahler ha detto:

          Scusate se mi contraddico intervenendo nuovamente nella discussione, ma vedo che con mezza frase ho mobilitato un intero blog (che avrò fatto di male??).

          @Camillo

          Si tratta di una correzione fasulla, una presa in giro, spero che almeno di questo si sia accorto. Carpinteri non saprebbe dove trovare un gamma; se lo trovasse esso non produrrebbe frantumazione del nucleo 56Fe.

          È molto più elegante falsificarlo dicendo che non ha l’energia sufficiente per arrivare all’elettronvolt piuttosto che dicendo che non ha l’energia sufficiente ad arrivare al GeV. Grazie a questo perde anche di significato farsi domande sulla qualità del proiettile che sta a sinistra: tanto manca la quantità.
          Se avessimo avuto la quantità allora avremmo potuto anche aprire la discussione tanto cara a lei sulla qualità del proiettile che potrebbe stare al primo membro.
          Saluti.

        • Mahler ha detto:

          Ma tanto è un cane che si morde la coda. È per quello che conta solo la quantità. Se riuscissimo a trasferire 1 GeV di oscillazione elastica su un nucleo, così, per magia, senza gamma, e questo non si frantumasse, si produrrebbero una o più risonanze giganti che a loro volta produrrebbero dei gamma. Quindi avremmo in ogni caso dei gamma, che magari colpirebbero altri nuclei, ma che però non vengono rivelati negli esperimenti di Carpinteri.
          Quindi l’affermazione “i gamma ci devono essere per forza” è corretta. Ma non perché devono essere al primo membro di un’equazione il cui dominio di esistenza è fornito solo dalla prassi sperimentale, ma perché pure se non ce li mettiamo si producono lo stesso.
          Ma lo sappiamo ORA, dopo aver approfondito tutta la questione riguardante i fononi del nucleo, E ne conosciamo anche il perché, aspetto che di solito le banche dati non forniscono.
          Fra qualche anno, quando dovrete dare un senso al tempo sprecato appresso a Carpinteri, cos’altro ci troverete di sano oltre la costruttivissima discussione sui fononi?
          Saluti.

        • Mahler ha detto:

          @Camillo

          Sarà pure che la innervosisco, ma se ci fa caso i miei interventi sono fanno sempre seguito a mie chiamate in causa da parte Sua.
          Si faccia furbo, se non vuole sentirmi intervenire non mi invochi a proposito del caso Carpinteri. Sarebbe molto più semplice che dover gestire una moderazione.
          Vedrà che io non parlerò mai più di Carpinteri di mia spontanea volontà.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          Si faccia furbo, se non vuole sentirmi intervenire non mi invochi a proposito del caso Carpinteri.

          “Invochi”?
          Mi faccio furbo non rispondendo più alle Sue farneticazioni, la cui trattazione affido a Giancarlo, che Le vuole bene per incomprensibili ragioni personali.

          @Giancarlo
          Giancarlo, puoi gestire tu la corrispondenza con questo strano giovanotto? Tolgo dalla moderazione alcuni commenti. Se non lo fai, cancello per sempre Mahler “pincopalla”. Grazie

        • Mahler ha detto:

          “Invochi”?

          Ricostruisca lei com’è nato questo autentico delirio a partire da questo semplicissimo commento.

        • Camillo Franchini ha detto:

          @Mahler

          Ricostruisca lei com’è nato questo autentico delirio a partire da…

          Mi sono fatto furbo. D’ora in poi il Suo interlocutore è Giancarlo.

        • Cimpy ha detto:

          Mahler siamo spesi almeno in tre per lei. Magari mW ed io più di sponda, ma ci siamo spesi.
          Faccia uno sforzo, in cambio, e cerchi di portare un po’ di forma, insieme con la sua sostanza, quando scrive a Franchini, che comunque resta l’equivalente di un decano. Si può (e qualche volta si deve proprio) dissentire, ma sempre coi dovuti modi. Per esempio, Franchini non la invoca, al limite, la evoca, come fa con i re magi, per intenderci. Fa nulla che lei sia di alta levatura scientifica: se non dimostra di avere altrettanta esperienza – il che equivarrebbe a dire a Franchini chi è, e sono il primo a sostenere che la sua privacy è più importante – deve rivolgersi a Franchini in modo consono. Anche “invocare” si potrebbe usare, a in un contesto che si sforzi di far capire che il rispetto c’è: non è col compagno di laboratorio o di seminario che sta parlando, ma col docente più anziano.

  19. Giancarlo ha detto:

    Volevo segnalare che la Direzione di Repubblica segue con attenzione il blog di Daniele. Non ti fa un po’ invidia Camillo?
    Dopo questo commento
    http://22passi.blogspot.com/2013/07/fusione-fredda-diretta-streaming-22.html?showComment=1374160574573#c773149393785728024
    e i sagaci interventi di Vincenzo Bonomo, Robbins, Silvio Caggia e Nemo, a Repubblica hanno avuto un moto di resipiscenza e hanno corretto New York con San Francisco.
    Forse un giorno anche i nostri eroi della FF correggeranno i loro errori. Speriamo in tempo reale come Repubblica.

  20. Giancarlo ha detto:

    @Camillo
    Anche su vortex stanno discutendo dello stesso lavoro di cui ha parlato Sandro altrove: formazione di trizio in un target bombardato con impulsi laser da 10E17 W/m2.
    Questa corrisponde alla potenza che il sole in pieno agosto invia su una superficie pari a circa 300 volte l’Italia. Loro la chiamano FF.
    Questi sono tutti completamente matti, mandiamogli un’ambulanza in tutta fretta.
    Certo l’impulso laser è brevissimo ma con i tempi caratteristici delle reazioni nucleari (10e-22 secondi) visto dal target non fa differenza se dura femtosecondi o ore perché la reazione avvenga.

    E noi smettiamola di perdere tempo che tanto è inutile, facciamo un blog su altri argomenti più interessanti. Ad esempio lo scudetto del prossimo anno che verrà sicuramente vinto dalla Roma.

  21. giovanni ha detto:

    ho insistito pedantemente in passato con le valutazioni psicosociali ma è appena uscito un articolo molto più chiaro di quanto io mai potrei:
    http://ovadia-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/07/18/perche-non-riesci-a-crederci-e-scienza/

    il “che fare?” necessiterebbe di un Владимир Ильич Ульянов adeguato. Vien lo scoramento,
    e non ho nemmeno tifo calcistico per consolarmi, mi piace la bici e sono troppo vecchio per abituarmi all’idea di inglesi (inglesi?! in salita?!!) che vincono il tour de france…

  22. giovanni ha detto:

    ho un commento in moderazione, è possibile sbloccarlo? Grazie

  23. Camillo Franchini ha detto:

    In pochi giorni abbiamo raggiunto quota 204 commenti. E’ tempo di cambiare, quindi vi propongo “Widom”.
    Buona lettura e buon fine settimana a tutti
    Grazie a Daniele per avere procurato il materiale. Nella documentazione è il più bravo di tutti. Complimenti.

  24. Pingback: Lapsus, fiocco rosa e altri – Ocasapiens - Blog - Repubblica.it

  25. Marco ha detto:

    Andrea Rampado ????? = la Con Fusione a freddo !!!!:-) 🙂 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...